Alta fidelitat

Per

4.0
(12451)

Language: Català | Number of Pàgines: | Format: Others | En altres llengües: (altres llengües) German , English , Spanish , Chi traditional , Portuguese , French , Italian , Swedish , Dutch , Greek , Japanese , Turkish

Isbn-10: 8478097783 | Isbn-13: 9788478097784 | Data publicació: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Music

Do you like Alta fidelitat ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 4

    Non avevo mai letto niente di Hornby e mi ha sorpreso. Pur non conoscendo praticamente nessun disco di quelli che adora il protagonista, ma solo quelli del pop commerciale che lui disprezza, l'ho tro ...continua

    Non avevo mai letto niente di Hornby e mi ha sorpreso. Pur non conoscendo praticamente nessun disco di quelli che adora il protagonista, ma solo quelli del pop commerciale che lui disprezza, l'ho trovato ironico, in alcuni passi profondo e leggibilissimo. Mi ha sorpreso la parte finale un po' troppo sdolcinata, l'ho trovata una "caduta" rispetto al resto della storia

    dit a 

  • 5

    "Non c'è spazio per te fra le prime cinque; sono posti destinati a quel genere di umiliazioni e di strazi che tu semplicemente non sei in grado di appioppare. Questo forse suona più cattivo di quanto ...continua

    "Non c'è spazio per te fra le prime cinque; sono posti destinati a quel genere di umiliazioni e di strazi che tu semplicemente non sei in grado di appioppare. Questo forse suona più cattivo di quanto vorrei ma il fatto è che noi siamo troppo cresciuti per rovinarci la vita a vicenda, e questo è un bene, non un male, per cui se non sei in classifica, non prenderla sul piano personale. Quei tempi sono passati, e che liberazione, cazzo; l'infelicità significava davvero qualcosa, allora. Adesso è solo una seccatura, un po' come avere il raffreddore o essere al verde. Se volevi veramente incasinarmi, dovevi arrivare prima."

    "Cosa è venuto prima, la musica o la sofferenza? Ascoltavo la musica perché soffrivo? O soffrivo perché ascoltavo la musica?"

    dit a 

  • 3

    Fresco, frizzante, quanto mai attuale, ironico, serioso, romantico. C’è tutto in un must della narrativa inglese come “Alta Fedeltà” del sempiterno Nick Hornby. Un faro nella mia passione per la lettu ...continua

    Fresco, frizzante, quanto mai attuale, ironico, serioso, romantico. C’è tutto in un must della narrativa inglese come “Alta Fedeltà” del sempiterno Nick Hornby. Un faro nella mia passione per la lettura: il suo “Febbre a 90” giace là sui miei scaffali in bella mostra. Il film tratto dalla sua opera resta un pezzo della mia vita, una sorta di autobiografia data la mia passione per il calcio e il modo che la pellicola ha di raccontare la sua vita di tifoso che poi è anche la mia. Ma, mi sono chiesto, perchè non andare oltre? Perchè non pescare dal mazzo dei suoi romanzi per ampliare la conoscenza di questo bonario inglese nativo di Redhill nel sud dell’isola? Ecco che non si poteva allora cominciare dalla storia di Robert, trentacinquenne titolare di un negozio di dischi, il “Championship Vinyl, praticamente piazzato in un punto dove attirare il minor numero possibile di curiosi di passaggio”, in cui Rob sfoggia la sua conoscenza e passione per la musica e si rivolge a una clientela di nicchia, quella che ha davvero una sorta di tatuaggio da collezionista stampato sul braccio. Rob fa i conti con la vita quotidiana, come ciascuno di noi: una ragazza, Laura, che l’ha appena lasciato e precedentemente cornificato con il debosciato e rumoroso vicino di casa che sta al piano di sopra, i suoi colleghi di lavoro Dick e Barry, una cantante tutto pepe di nome Marie, e un universo di clienti tutto da scoprire. La vicenda si snoda nella Londra degli anni ’90, tra una classifica delle sue ex ragazze per le quali ha sofferto aspre pene e un’altra dove si mettono in fila le migliori canzoni della propria vita, o le peggiori di un determinato gruppo. Sullo sfondo il sesso, la perenne inquietudine di non uscire dalle sabbie mobili della “singletudine”, il cuore lanciato oltre l’ostacolo per riconquistare Laura, le canzoni detestate che alcune circostanze le trasformano in canzoni da ricordare. Un libro portato dentro una sala cinematografica allo stesso modo di “Febbre a 90” con John Cusak nei panni di Rob e la fedele trasposizione dei sogni e delle speranze di un gruppo di ragazzi pieni di gioia di vivere.

    dit a 

  • 4

    Un must

    Alta infedeltà è un libro che tutti dovrebbero leggere fra i 15 e 25 anni.
    Meglio di "febbre a 90" e "Non buttiamoci giù", dello stesso autore, sempre consigliatissimi.

    dit a 

  • 4

    Deludente

    Finalmente leggo Hornby. Parto subito dicendo che il libro si è rivelato al di sotto delle mie aspettative (che però erano altissime). Rimane una lettura piacevole e molto scorrevole, in cui spicca la ...continua

    Finalmente leggo Hornby. Parto subito dicendo che il libro si è rivelato al di sotto delle mie aspettative (che però erano altissime). Rimane una lettura piacevole e molto scorrevole, in cui spicca la capacità dell'autore di rappresentare una generazione di trentenni un po' allo sbando alle prese con i cambiamenti della vita, gli amori, la musica. Simpatiche le classifiche, poco incisivi alcuni dialoghi al limite della macchietta. Consigliato agli amanti della buona musica, un po' meno a quelli della grande letteratura.

    dit a 

  • 5

    Il mio vero e forse unico romanzo di formazione, pur non essendo affatto un romanzo di formazione. La prima volta che l'ho letto risalirà a dieci o dodici anni fa, ormai, e tuttavia ne conservo ancora ...continua

    Il mio vero e forse unico romanzo di formazione, pur non essendo affatto un romanzo di formazione. La prima volta che l'ho letto risalirà a dieci o dodici anni fa, ormai, e tuttavia ne conservo ancora oggi un ricordo vividissimo e indelebile. Non so più se Nick Hornby è il mio autore preferito, attualmente, ma voglio ricominciare da qui perché è stato senz'altro lui, e con questo suo titolo in particolare, a provocare i miei primi, entusiasti brividi di lettrice abbastanza matura. Lo consiglio pertanto a chiunque ami o abbia amato il cinema inglese-americano degli anni Novanta; a tutti quelli che, almeno una volta nella loro vita, hanno creato una playlist per se stessi o per il/la proprio/a partner; e, più in generale, ai trentenni di adesso e di ieri che non hanno (avuto) ben chiaro che cosa voglia dire diventare adulti - oppure, al contrario, proprio perché già adulti e un po' come Laura, la protagonista femminile, a tutti quelli che sanno sorridere di fronte all'egoismo nonché alle incredibili capacità di intrattenimento delle loro controparti eternamente bambine.

    dit a 

  • 3

    Hornby si azzarda a paragonare la vita sentimentale di un uomo romantico con un impianto hi-fi. C'è l'alta fedeltà nella musica, ed ascoltarla tecnicamente nella maniera giusta è una goduria per chi s ...continua

    Hornby si azzarda a paragonare la vita sentimentale di un uomo romantico con un impianto hi-fi. C'è l'alta fedeltà nella musica, ed ascoltarla tecnicamente nella maniera giusta è una goduria per chi specialmente vive di questa passione. Pertanto deve esistere la fedeltà in una coppia di fidanzati affinché questa possa sentirsi legata l'una dall'altro e trasparente.

    dit a 

  • 2

    In pratica una descrizione di come non dovrebbero essere vissuti il rapporto di coppia, l'amore, la sessualità. L'incredibile è l'incomprensione profonda che il protagonista prova nei confronti della ...continua

    In pratica una descrizione di come non dovrebbero essere vissuti il rapporto di coppia, l'amore, la sessualità. L'incredibile è l'incomprensione profonda che il protagonista prova nei confronti della sua infelicità, quando le cause sono più che evidenti. A parte questo, lettura piacevole e a tratti molto divertente.

    dit a 

Sorting by
Sorting by