Amore

Di

Editore: Newton & Compton

3.5
(262)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 96 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879831135 | Isbn-13: 9788879831130 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Mirella Ulivieri

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    In questa raccolta di racconti e poesie di Hesse si riconosce il suo approccio intimista, filosofico, spirituale alle cose della vita.
    L’amore viene letto come esperienza di evoluzione interiore, più ...continua

    In questa raccolta di racconti e poesie di Hesse si riconosce il suo approccio intimista, filosofico, spirituale alle cose della vita.
    L’amore viene letto come esperienza di evoluzione interiore, più che come un fatto esteriore. Il vero contatto non è con la nostra amata, ma con noi stessi.
    In questa ottica Hesse colleziona vari racconti che esplicitano ogni sfumatura di questo modo di intendere l’amore: dal sentimento che fa uscire il ragazzino dall’infanzia e lo lancia nella vita adulta, alla molla che da senso al nostro agire dandoci spirito e convinzione, al motore per capire chi siamo veramente e cosa stiamo cercando.
    Molti racconti hanno un che di malinconico, specialmente quelli sui primi amori, dove viene raccontata l’esperienza di giovani, che vivono questo primo forte sentimento con un senso di totale unicità, mentre alla fine è quello che sperimenta tutta l’umanità. Qui sta anche la delicatezza di Hesse, di farci apparire un’esperienza di un singolo come un percorso unico, inconfondibile e a suo modo speciale.

    Il commento su questa raccolta è di un libro piacevole, il cui il modo di sentire e raccontare le cose di Hesse già si sente. Anche se nel complesso un po’ ripetitivo, alcune racconti non apportano granché di nuovo agli altri, alcuni potrebbero benissimo venir saltati perché sono riproposizioni dello stesso concetto. Le poesie di mezzo non le ho trovate molto costruttive alla raccolta.

    ha scritto il 

  • 4

    Torno ragazzina

    Forse questo libricino lo comprai in edicola. Non mi ricordo. So che, da non amante dei classici e delle poesie, ho trovato però molti spunti romantici in queste pagine. Non mi pare di averlo mai fini ...continua

    Forse questo libricino lo comprai in edicola. Non mi ricordo. So che, da non amante dei classici e delle poesie, ho trovato però molti spunti romantici in queste pagine. Non mi pare di averlo mai finito, quindi lo catalogo come libro da consultazione

    ha scritto il 

  • 4

    "Mi sentivo solo e separato da ogni rapporto con la vita, contro la mia volontà, e cercavo di colmare istintivamente questo abisso tra me e la vita con l'imparare, il sapere, il riconoscere."

    "Mi trov

    ...continua

    "Mi sentivo solo e separato da ogni rapporto con la vita, contro la mia volontà, e cercavo di colmare istintivamente questo abisso tra me e la vita con l'imparare, il sapere, il riconoscere."

    "Mi trovavo improvvisamente nel mezzo del mondo vivente ed ero unito agli uomini e alla terra da mille legami, come radici. I miei sensi sembravano mutati, più lucidi e vitali. Specialmente gli occhi. Vedevo più nitidamente, a tinte più vivaci, come un artista, provavo gioia nel semplice guardare."

    E' un percorso che rimanda a quello di Pascal, solo che Hermann Hesse, al posto di Dio, mette l'Io, il seguire se stessi: "In tutti i bambini, finchè siano ancora immersi nel mistero, l'anima è senza posa occupata con l'unica cosa davvero importante, vale a dire loro stessi e l'enigmatico nesso tra la loro persona e il mondo circostante. Colui che cerca e il saggio giunti agli anni della maturità ritornano a queste occupazioni, ma per la maggior parte gli esseri umani dimenticano e abbandonano questo mondo interiore, il mondo di ciò che è davvero importante, e lo fanno assai prima e per sempre, e per tutta la vita errano nei policromi labirinti di preoccupazioni, desideri e mete, nessuna delle quali abita nel loro intimo, nessuna delle quali li riconduce alla loro interiorità, a casa."

    Ho ritrovato in questa raccolta l'Hermann Hesse de "Il coraggio di ogni giorno", anche se qui il filo è molto meno netto e dispiegato; la raccolta "Amore" credo infatti sia stata curata non da Hesse medesimo. Non sarebbe un caso quindi che mi abbia deluso l'attinenza al tema "Amore", così come la premessa e i punti di vista sul retro. Hermann Hesse invece come al solito mi ha dato tanto, e col suo modo così diretto e intimo, perchè "probabilmente tutti i giovani vivono press'a poco le stesse cose, ma io le racconto, come se fosse stata un'esperienza del tutto individuale, quale in effetti è stata per me".

    "Con la psicologia si possono scrivere libri, ma non penetrare nel cuore dell'uomo."

    ha scritto il 

  • 3

    L’amore presentato in tutte le sue possibili accezioni : sentimento paziente e mai appagato, esperienza necessaria all’adolescente per ricucire i rapporti con la vita, abisso nel quale si sprofonda pe ...continua

    L’amore presentato in tutte le sue possibili accezioni : sentimento paziente e mai appagato, esperienza necessaria all’adolescente per ricucire i rapporti con la vita, abisso nel quale si sprofonda perché l’amore vuole bruciare e soffrire e distruggere.
    E poi ancora e soprattutto stato di grazia al quale tendiamo, essenza in grado di dare significato alla nostra esistenza, prescindendo dalla corresponsione effettiva da parte della persona oggetto del nostro amore.
    Forse non si tratterà di una lettura indimenticabile, ma questa raccolta di racconti mi ha consentito un riavvicinamento a Hermann Hesse, che non ero stata in grado di apprezzare pienamente con “Demian” del quale non ho amato il continuo essere in bilico tra realtà e visione onirica. La capacità dell’autore di scandagliare i sentimenti con estrema delicatezza e perspicacia ed uno stile aulico a me molto congeniale mi inducono senz’altro a “riconciliarmi” con questo scrittore.

    ha scritto il 

  • 4

    Vi sono libri che si leggono tutti d'un fiato per poi rileggerli con calma. Questo va solamente tragugitato e messo sul comodino per ricordare che esiste. Rileggerlo vuol dire perderne la poesia ...continua

    Vi sono libri che si leggono tutti d'un fiato per poi rileggerli con calma. Questo va solamente tragugitato e messo sul comodino per ricordare che esiste. Rileggerlo vuol dire perderne la poesia

    ha scritto il 

  • 0

    Alcuni racconti sono davvero molto belli. La maggior parte (forse tutti) sono tratti da altre opere di Hesse, per apprezzarli meglio tanto vale leggerli direttamente nei libri da cui sono stati colti ...continua

    Alcuni racconti sono davvero molto belli. La maggior parte (forse tutti) sono tratti da altre opere di Hesse, per apprezzarli meglio tanto vale leggerli direttamente nei libri da cui sono stati colti (tra cui il romanzo breve "Sotto la ruota").

    ha scritto il 

  • 2

    ...venne un uomo, lo conobbi e lui mi amò. Ma dato che ero sposata, non me lo disse. E quando si accorse che non amavo mio marito e che avevo un amante, venne a propormi di sciogliere il mio matrimoni ...continua

    ...venne un uomo, lo conobbi e lui mi amò. Ma dato che ero sposata, non me lo disse. E quando si accorse che non amavo mio marito e che avevo un amante, venne a propormi di sciogliere il mio matrimonio. Ma cio non accadde, e da allora in poi quest'uomo si è curato di me, mi ha vegliato, mi ha messo in guardia ed è divenuto mio sostegno e mio amico. E quando io per voler suo lasciai il mio amante e mi dichiarai disposta ad accettarlo, egli mi rifiutò, se ne andò e non tornò mai più. Solo lui mi ha amato. Nessun altro.

    ha scritto il 

  • 0

    Nonostante l'entusiasmo con cui l'abbia iniziato, devo però ammettere che questa volta Hesse mi ha un po' delusa..nelle sue analisi non ho trovato nulla di quanto già non sapessi. "Parlo dell'amore di ...continua

    Nonostante l'entusiasmo con cui l'abbia iniziato, devo però ammettere che questa volta Hesse mi ha un po' delusa..nelle sue analisi non ho trovato nulla di quanto già non sapessi. "Parlo dell'amore divenuto unico sentimento della vita.[...]Questa specie d'amore non vuole essere felice, vuole bruciare e soffrire e distruggere.."

    ha scritto il 

Ordina per