Amore liquido

Sulla fragilità dei legami affettivi

Di

Editore: Laterza

3.7
(575)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 219 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842070882 | Isbn-13: 9788842070887 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Traduttore: Sergio Minucci

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Filosofia , Scienze Sociali

Ti piace Amore liquido?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"La solitudine genera insicurezza, ma altrettanto fa la relazione sentimentale. In una relazione, puoi sentirti insicuro quanto saresti senza di essa, o anche peggio. Cambiano solo i nomi che dai alla tua ansia". I protagonisti di questo libro sono gli uomini e le donne nostri contemporanei, che anelano la sicurezza dell'aggregazione e una mano su cui poter contare nel momento del bisogno. Eppure sono gli stessi che hanno paura di restare impigliati in relazioni stabili e temono che un legame stretto comporti oneri che non vogliono né pensano di poter sopportare.
Ordina per
  • 0

    mah... un pò l'ho letto e mi è sembrato che invece di discrivere amori liquidi descrivesse persone che proprio non sanno amare... non siamo tutti così.
    E poi che palle ogni 3 righe si mette a citare q ...continua

    mah... un pò l'ho letto e mi è sembrato che invece di discrivere amori liquidi descrivesse persone che proprio non sanno amare... non siamo tutti così.
    E poi che palle ogni 3 righe si mette a citare qualcuno? Mi ha scocciato.

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni tanto Bauman scrive delle cose che potrebbe tranquillamente sostenere mio zio al terzo bicchiere di vino.
    Però ci sono cose estremamente interessanti: il riferimento a Van Gennep parlando di migr ...continua

    Ogni tanto Bauman scrive delle cose che potrebbe tranquillamente sostenere mio zio al terzo bicchiere di vino.
    Però ci sono cose estremamente interessanti: il riferimento a Van Gennep parlando di migranti, soprattutto.

    ha scritto il 

  • 4

    Tutti noi ce la prendiamo con la storia ma io dico che la colpa è nostra O dell'invecchiare

    "E quindi ora semplicemente si passa dall'uno all'altra, e si gode del momento finchè è godibile come se una relazione fosse un gelato mangiato al centro commerciale, e comunque senza superare mai que ...continua

    "E quindi ora semplicemente si passa dall'uno all'altra, e si gode del momento finchè è godibile come se una relazione fosse un gelato mangiato al centro commerciale, e comunque senza superare mai quell'ansia propria del confronto con l'alterità che noi generazioni precedenti abbiamo provveduto ad instillarvi così bene. Fate pure di testa vostra, tentate l'impossibile, io mi limiterò a scrivere una lunghissima sequela di saggi distaccati infarciti di serie tv e antropologia a casaccio incentrati sul mio inesprimibile risentimento"

    Ah, la filosofia. Dire tutto e il contrario di tutto e non offrire mai gli strumenti per un confronto. Per essere un libro di opinioni fini a se stesse è comunque lungo, interessante e mi ha pure quasi convinta. E se le relazioni stabili sono di sinistra, internet è il frutto demoniaco dell'esercito americano!

    ha scritto il 

  • 3

    Un testo che ricorda molto Musil, l'uomo senza legami; è una diagnosi che ci porta filosoficamente parlando ad abbandonare le teorie di Foucault delle società disciplinari degli anni sessanta, per ent ...continua

    Un testo che ricorda molto Musil, l'uomo senza legami; è una diagnosi che ci porta filosoficamente parlando ad abbandonare le teorie di Foucault delle società disciplinari degli anni sessanta, per entrare nelle società di controllo in cui le reti e l'aumento smisurato delle libertà espressive di ognuno determinano le graduazione delle nostre libertà.

    ha scritto il 

  • 4

    Da consultazione

    L'ho acquistato quattro o cinque anni fa nell'ingenua speranza che desse la chiave per superare amori sbagliati... Questo saggio è molto di più.
    Gli argomenti di discussione sono vari e ben assortiti, ...continua

    L'ho acquistato quattro o cinque anni fa nell'ingenua speranza che desse la chiave per superare amori sbagliati... Questo saggio è molto di più.
    Gli argomenti di discussione sono vari e ben assortiti, il filo conduttore resta sempre l'amore in senso lato ma declinato sotto diversi aspetti, dal rapporto di coppia alle riflessioni sul rapporto tra emigrazione ed emarginazione.
    La cifra dei bei saggi si definisce sulla base della loro attualità: nonostante abbia già una decina di anni invita a riflettere sulla labilità dei rapporti interpersonali in modo decisamente attuale e prevedendo dinamiche che si sono puntualmente sviluppate.
    Alcuni passaggi sono duri e le affermazioni lapidarie, a tratti molto negative e in grado di scoraggiare anche la persona più positiva di questo mondo, ma sono provocatoriamente distribuite per scuoterci e staccarci almeno per un attimo dal vortice di mail, sms, e social network, tentando di ritrovare la via della semplicità.

    ha scritto il 

  • 3

    Impegnativo

    Le relazioni costituiscono solo la prima parte del libro ed in effetti Bauman non lascia molte speranze, ma anzi descrive il nostro tempo carico di ansie, di difficoltà e di prove continue.
    Il liquido ...continua

    Le relazioni costituiscono solo la prima parte del libro ed in effetti Bauman non lascia molte speranze, ma anzi descrive il nostro tempo carico di ansie, di difficoltà e di prove continue.
    Il liquido è ovunque, come se non ci fosse possibilità di apprendere, tra il desiderio di appartenere che si fa sempre più lieve e la tentazione o meglio tendenza a contare solo su di sé, non scegliere nulla, per non chiudersi altre porte.
    Ma così facendo restiamo nella corrente del nulla.

    La seconda parte tratta di aspetti macro economici, ed occorre prestare attenzione per seguire ragionamenti e citazioni.
    Molta parte viene dedicata al mondo globale, emigranti e diversi, paure e tentativi, di nuovo effimeri, di farsi spazio e di proteggerlo.

    ha scritto il 

  • 3

    amore liquido e i bei tempi andati

    Un'opera interessante che può far riflettere sia chi si è adagiato completamente nell'amore liquido (in effetti in 5-6 mesi ha la parte migliore di una relazione poi le maschere cadono e quello che c' ...continua

    Un'opera interessante che può far riflettere sia chi si è adagiato completamente nell'amore liquido (in effetti in 5-6 mesi ha la parte migliore di una relazione poi le maschere cadono e quello che c'è dietro spesso non ci aggrada) sia chi crede nella solidità dei rapporti che creano mutua collaborazione e spesso dipendenza. In ogni caso non c'è possibilità di compromesso tra le due visioni del mondo ma l'ironia del tutto forse ci salverà!

    ha scritto il 

  • 0

    L'autoironia di Bauman fornisce la chiave di lettura di questo libro: nessun assunto è assoluto, nessuna visione è onnicomprensiva. E' solo una lettura della realtà, a tratti forse anche un tantinello ...continua

    L'autoironia di Bauman fornisce la chiave di lettura di questo libro: nessun assunto è assoluto, nessuna visione è onnicomprensiva. E' solo una lettura della realtà, a tratti forse anche un tantinello preoccupata come si addice ad un signore di una certa età....

    ha scritto il 

  • 4

    La prima parte, dedicata all'amore e, in qualche modo, alla sua definizione, è bellissima: "E' insito, nella natura dell'amore, il fatto che esso non possa che significarer il consegnarsi in ostaggio ...continua

    La prima parte, dedicata all'amore e, in qualche modo, alla sua definizione, è bellissima: "E' insito, nella natura dell'amore, il fatto che esso non possa che significarer il consegnarsi in ostaggio al destino" , "L'amore è una rete gettata sull'eternità"... e così via per metà del libro. La seconda parte, un po' più "tecnica", sul concetto di "liquidità" e sulle sue implicazioni, è meno affascinante.

    ha scritto il 

Ordina per