Bel-Ami

Di

Editore: Newton Compton

4.0
(4246)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 275 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Tedesco , Catalano , Olandese , Portoghese , Polacco , Ungherese

Isbn-10: 8854129399 | Isbn-13: 9788854129399 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Pia Tosti Croce

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace Bel-Ami?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
«Bel-Ami sono io», diceva Maupassant con qualche ironia, echeggiando la celebre frase di Flaubert su madame Bovary. Ma quale sarà mai il punto di contatto tra lo scrittore di fama e questo Georges Duroy, giovane arrivista, cinico e privo di scrupoli al punto da farsi scrivere gli articoli dalla moglie dell’amico? Forse una indefinita inquietudine, un tormento esistenziale, la stessa energica ambizione, oltre al dato esteriore immediato di un fascino a cui le donne non resistono. In una Parigi popolata da affari e scandali in egual misura, alla fine Duroy risulta un vincitore, come a dire che il successo arride a chi lo insegue senza guardare in faccia a nessuno.

Edizione integrale con un saggio di Carlo Bo.
Ordina per
  • 3

    La figura del protagonista, un vero arrampicatore sociale, affascina ed impaurisce allo stesso tempo. La sua volontà di realizzarsi sfruttando gli altri senza pietà è quella di tante altre persone che ...continua

    La figura del protagonista, un vero arrampicatore sociale, affascina ed impaurisce allo stesso tempo. La sua volontà di realizzarsi sfruttando gli altri senza pietà è quella di tante altre persone che incontriamo tutti i giorni e anche io ogni tanto vorrei possederne di più. Il romanzo è privo di falsi moralismi o superiorità morali del protagonista o dell'autore rispetto al mondo che lo circonda. Questo, secondo me, lo rende ancora più bello.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Attraverso questo libro ci si lascia trasportare nella vita mondana parigina, si passa dal contare i pochi spiccioli al lusso sfarzoso e senza senso di milionari e del protagonista che non ne ha mai a ...continua

    Attraverso questo libro ci si lascia trasportare nella vita mondana parigina, si passa dal contare i pochi spiccioli al lusso sfarzoso e senza senso di milionari e del protagonista che non ne ha mai abbastanza.
    Il nostro Bel-Ami, riesce a scalare la società grazie alla furbizia che piano piano, capitolo dopo capitolo, inizia a radicarsi in lui.
    Amanti, debiti, denaro, mogli per convenienza, questo libro rappresenta tutto ciò che la Parigi "Bene" voleva ostentare e nascondere al tempo stesso.
    Secondo me è una buona lettura, tuttavia le descrizioni dei paesaggi cosi minuziosi un po' non mi hanno garbato. Scorrevole, non troppo lento, il romanzo si presenta bene.

    ha scritto il 

  • 5

    Dietro un piccolo uomo ci sono delle grandi donne.

    BEL-AMI di GUY DE MAUPASSANT
    Dietro un piccolo uomo ci sono delle grandi donne. Georges Du Roy alias Bel Ami è un piccolo uomo ma molto affascinante. Arriva a Parigi dopo una brutta avventura in Afri ...continua

    BEL-AMI di GUY DE MAUPASSANT
    Dietro un piccolo uomo ci sono delle grandi donne. Georges Du Roy alias Bel Ami è un piccolo uomo ma molto affascinante. Arriva a Parigi dopo una brutta avventura in Africa ma all’inizio non sembra particolarmente arguto. Grazie all’incontro con un suo vecchio amico riesce comunque nei suoi loschi intenti di arrampicatore sociale sfruttando tutte le situazioni a suo favore, diventando così, un giornalista di grido. Un romanzo che, per quanto possa portare indietro nel tempo, sembra scritto in maniera molto attuale. Ho amato tutto di questo libro; dai personaggi allo stile, dalle ambientazioni alla drammaticità di un amore svelato troppo frettolosamente, fino alla splendida Parigi. Un grazie di cuore a Ilaria per questo bel regalo.
    Cinque palle.

    ha scritto il 

  • 5

    Solitamente do almeno due possibilità, se non tre, ad ogni scrittore. I romanzi di Guy, editi dalla Mondadori, del peso di qualche etto e stampati su alcune centinaia di pagine, non mi hanno detto mol ...continua

    Solitamente do almeno due possibilità, se non tre, ad ogni scrittore. I romanzi di Guy, editi dalla Mondadori, del peso di qualche etto e stampati su alcune centinaia di pagine, non mi hanno detto molto: venendo dall'intero lavoro di Cechov, a causa del quale sto ancora piangendo, pretendo molto di più di raccontucoli su baldi giovincelli appassionati di Schopenhauer, dediti all'arte della dissacrazione e della pesca - di pesci e di donne -.

    Quindi, tornando a noi, la seconda possibilità. E fortunatamente mi imbatto in Georges, reificazione della perspicacia. Non mi piace sentirlo definire come un filibustiere, uno sfruttatore di donne, un mero arrampicatore sociale. Per lo meno, non solo questo. C'è un tocco di fulgida intelligenza e rapida intuizione in ogni mossa del lestofante; abile, una volta presa coscienza delle proprie possibilità, a volgere ogni situazione in proprio favore. E tutto quello che si muove intorno a lui - le donne, gli scoop giornalistici, la politica intrecciata all'economia di dubbia liceità, i balli, l'aristocrazia addobbata di bigiotteria e la borghesia coperta di diamanti - non chiede altro che piegarsi alla forza di spirito di uno che, capendo come va il mondo, si porta alla testa di questa scellerata mandria di esseri assetati di potere.
    Una magnifica ode alla forza e al raziocinio. Della meschinità di tutta l'operazione ne parleremo magari più avanti...

    ha scritto il 

  • 4

    Romanzo che seduce come il suo coraggioso protagonista.

    Gran bel romanzo, stile elegante e addirittura avvincente. Trasmette un grande messaggio, tutt'altro che misogino: se vuoi fare carriera e crearti una posizione sociale non devi trascurare il ruolo de ...continua

    Gran bel romanzo, stile elegante e addirittura avvincente. Trasmette un grande messaggio, tutt'altro che misogino: se vuoi fare carriera e crearti una posizione sociale non devi trascurare il ruolo delle donne. Dietro questi grandi uomini ci sono grandi donne....Romanzo che seduce come il suo coraggioso protagonista!

    ha scritto il 

  • 4

    Provo più commiserazione che ripugnanza nei confronti di bel ami. Trovo che il romanzo non voglia necessarimente essere troppo duro con il protagonista ma piuttosto mostrare la vacuità di un mondo che ...continua

    Provo più commiserazione che ripugnanza nei confronti di bel ami. Trovo che il romanzo non voglia necessarimente essere troppo duro con il protagonista ma piuttosto mostrare la vacuità di un mondo che sempre più mira si al denaro ma soprattutto al godimento per esorcizzare la morte. A conferma l'ultimo pensiero del protagonista. E inoltre tre delle quattro donne non stanno poi cosi male con il nostro bel ami (l'arrivista, la trombona e l'ochetta)

    ha scritto il 

  • 5

    L'irresistibile, e totalmente amorale, ascesa di un giovane aspirante scrittore che usa le donne (e la sua notevole faccia tosta) per scalare le vette della buona società parigina. Sublime.

    ha scritto il 

  • 5

    Gelido capolavoro di cinismo. Come un giovane facile all'ambizione ma sostanzialmente mediocre, le cui uniche doti reali sono la bellezza (con conseguente fascino presso il gentil sesso) e la totale m ...continua

    Gelido capolavoro di cinismo. Come un giovane facile all'ambizione ma sostanzialmente mediocre, le cui uniche doti reali sono la bellezza (con conseguente fascino presso il gentil sesso) e la totale mancanza di scrupoli, dà con successo la scalata alla ricchezza e al potere. E soprattutto, come ciò si riveli inevitabile dati valori e pregiudizi della società in cui vive. Quante facce note di oggi avranno avuto storie analoghe, fatta la tara di pregiudizi e valori mutati?

    ha scritto il 

  • 5

    Maupassant in questo libro descrive l'intreccio delle due professioni,a parer suo (ma come dargli torto),
    più corrotte che ci siano:il giornalismo e la politica.
    IL personaggio è un arrampicatore soci ...continua

    Maupassant in questo libro descrive l'intreccio delle due professioni,a parer suo (ma come dargli torto),
    più corrotte che ci siano:il giornalismo e la politica.
    IL personaggio è un arrampicatore sociale senza scrupoli,senza morale,cinico,volta gabbana,crudele e
    spregiudicato.
    Di solito in personaggi di questo tipo riesci almeno ad apprezzarne l'intelligenza,l'astuzia. Non è questo il caso: George Duroy, è un anche ignorante,è bravo solo ad usare il fascino che
    esercita sulle donne per entrare nei salotti giusti e condizionare i politici...si fa addirittura scrivere gli articoli
    dalla moglie del proprietario del giornale.
    Non fatevi illusioni: non troverete né un lato umano ,né il finale da film dove il personaggio senza scrupoli paga tutte le sue malefatte e perde miseramente,schiacciato dal suo karma...però una cosa ve la posso assicurare,adorerete Maupassant.

    ha scritto il 

Ordina per