Benito Cereno

I grandi della narrativa, 8

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso (La biblioteca di Repubblica)

3.7
(625)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 111 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Catalano

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Massimo Bacigalupo ; Prefazione: Giancarlo De Cataldo

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Viaggi

Ti piace Benito Cereno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Benito Cereno si presta a una serie di domande che trascendono i limiti del tempo in cui fu scritto, e continua a porci quelle domande, alle quali l'America ha trovato finalmente risposta, e che per noi sono diventate, da qualche anno a questa parte, angoscia quotidiana. La questione non è da che parte sta Melville, ma da che parte stiamo noi. Stiamo con lo stolido capitano yankee, con l'hidalgo che non accetterà mai la natura umana dello schiavo, o con il ribelle, demoniaco Babo?

Dall'introduzione di Giancarlo De Cataldo
Ordina per
  • 4

    possiedo di questo libro una copia con nota introduttiva e traduzione di Cesare Paveseedizioni Einaudi 1972ed é di gran lunga la migliore traduzione che abbia mai letto di questa opera di Melville ...continua

    possiedo di questo libro una copia con nota introduttiva e traduzione di Cesare Paveseedizioni Einaudi 1972ed é di gran lunga la migliore traduzione che abbia mai letto di questa opera di Melville

    ha scritto il 

  • 4

    Il fascino del mare e... del mistero

    Molto bello... il clima che riesce a creare Melville, nel descrivere il mare e le caratteristiche delle persone, con quel tocco di suspence davvero bello.
    Importante: vietato leggere la sinossi qui su ...continua

    Molto bello... il clima che riesce a creare Melville, nel descrivere il mare e le caratteristiche delle persone, con quel tocco di suspence davvero bello.
    Importante: vietato leggere la sinossi qui su anobii, poiché toglie TUTTA la suspence della lettura (è un difetto che è presente anche su altri siti, l'ho visto a posteriori, ma se ci si attenesse invece alla quarta di copertina non c'è alcuno spoiler).

    ha scritto il 

  • 5

    Capolavoro assoluto

    Moby Dick non l'ho digerito, ma questo romanzetto l'ho trovato un'autentica bomba. Strepitosa la costruzione della storia, il crescendo dell'attesa, e poi l'azione finale. Un'opera immortale.

    ha scritto il 

  • 2

    Tralascio la PESSIMA sinossi di Anobii, praticamente uno spoiler.
    Si vede che Melville ha fatto il marinaio, immagino sapesse trarre un libro anche da una vasca da bagno.
    Benito Cereno, un capitano sp ...continua

    Tralascio la PESSIMA sinossi di Anobii, praticamente uno spoiler.
    Si vede che Melville ha fatto il marinaio, immagino sapesse trarre un libro anche da una vasca da bagno.
    Benito Cereno, un capitano spagnolo che rinascerà poi centrocampista brasiliano, è il protagonista di una storia che sfocia nel mistery, sebbene resti sempre credibile.
    Nelle fasi finali, alla risoluzione del mistero, il libro cala parecchio. Non lo consiglio, c'è molto di meglio nel reparto "avventure sul mare".

    ha scritto il 

  • 3

    Amasa Delano

    Don Benito e il suo comportamento schivo e offensivo, privo di educazione e buone maniere, cosa nascondono?

    un libro che non mi ha lasciato molto... ma la storia è curiosa, e quando si comincia si vu ...continua

    Don Benito e il suo comportamento schivo e offensivo, privo di educazione e buone maniere, cosa nascondono?

    un libro che non mi ha lasciato molto... ma la storia è curiosa, e quando si comincia si vuole sapere dove va a parare.

    corto e ben scritto, godibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Fidarsi è rischioso, non fidarsi lo è di più.

    Più rischioso ancora è non leggersi l’opera omnia di Melville, compresi i diari di viaggio, le lettere agli amici e gli appunti a inchiostro sui polsini. Oh, non chiedete mai niente su Melville e i su ...continua

    Più rischioso ancora è non leggersi l’opera omnia di Melville, compresi i diari di viaggio, le lettere agli amici e gli appunti a inchiostro sui polsini. Oh, non chiedete mai niente su Melville e i suoi libri, sarebbe così stupido rovinarsi il piacere di finire impreparati e ansiosi nei suoi naufragi, nelle sue tempeste, nelle sue secche, nei suoi insabbiamenti, nei suoi ammutinamenti, nel suo maelstrom, nel ventre di balena della sua letteratura.

    ha scritto il 

Ordina per