Berliner Express

Di

Editore: Guanda (Narratori della Fenice)

3.5
(58)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 140 | Formato: Paperback

Isbn-10: 888246749X | Isbn-13: 9788882467494 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Riccardo Cravero

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Berliner Express?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In un susseguirsi di quadretti variopinti, con uno stile agile e leggero e un tono irridente ma sempre umano, Kaminer racconta le avventure dei suoi connazionali russi all'estero: episodi quasi surreali, come quello della giovane coppia in vacanza a Parigi che compra tre barattoli di "aria di Parigi" convinta che sia marmellata; o l'incredibile avventura dello zio Boris che ha vinto un viaggio premio nella capitale francese ma che viene mandato dal regime sovietico in una Parigi ricostruita, finta, che non lo esponga ai rischi del capitalismo. E poi l'America, la Crimea, la Danimarca, la Siberia e ovviamente anche Berlino: in una serie di disavventure comiche, che ritraggono un'umanità bizzarra ma anche disarmante nella sua ingenuità.
Ordina per
  • 4

    Kaminer è rappresentativo di quella generazione di nuovi autori intrinsecamente russi ma profondamente cosmopoliti (Ludmila Ulitskaya,Pavel Sanaev,Zakhar Prilepin,Vladimir Sorokin,Andrei Kurkov,Boris ...continua

    Kaminer è rappresentativo di quella generazione di nuovi autori intrinsecamente russi ma profondamente cosmopoliti (Ludmila Ulitskaya,Pavel Sanaev,Zakhar Prilepin,Vladimir Sorokin,Andrei Kurkov,Boris Akunin,Juz Aleskovskij). Scrive in tedesco ma i suoi libri sono molto russi: russo è il modo di raccontare, russi sono i personaggi, russe sono le situazioni, demenzialmente russo è l'umorismo.
    La sua è una narrativa da bettola al cui centro sembrano esserci una serie di variazioni sul tema del viaggio spesso surreali, sempre intelligenti e, al tempo stesso, esilaranti.
    Attraverso gli episodi del libro cadono uno a uno tutti i miti sovietici di un tempo: il mito di Parigi con un falso d’autore; quello della frontiera, non più invalicabile; quello dell’America dove e così via. Di viaggi veri e propri ce ne sono ben pochi a parte uno stralunato vagabondaggio per la Danimarca, una specie di pellegrinaggio in bicicletta nella remota Siberia e un'esperienza terribile di due ingenui ragazzi russi a Parigi. Quello che sembra interessare maggiormente Kaminer è il viaggio inteso come metafora dell'esistenza, il vagabondare delle anime inquiete attraverso strade slabbrate, ricordi sfilacciati, reminiscenze letterarie e foto di famiglia consumate dal tempo.

    ha scritto il 

  • 5

    Non sono assolutamente in grado di spiegare il perché.
    Però so per certo che il russo Kaminer, naturalizzato tedesco e autore di romanzi scritti in lingua tedesca, è un grandissimo scrittore e che, co ...continua

    Non sono assolutamente in grado di spiegare il perché.
    Però so per certo che il russo Kaminer, naturalizzato tedesco e autore di romanzi scritti in lingua tedesca, è un grandissimo scrittore e che, con trucchi finissimi, fa anche ridere parecchio.

    ha scritto il 

  • 5

    scorrevole

    questo libro va via liscio pagina dopo pagina, mentre si narra dello "scontro di civilità" tutto moderno che si consuma tra i russi post-comunismo e il mondo occidentale.

    ha scritto il 

  • 3

    Berliner Express non è un libro su Berlino ma un libro sui russi. Godibile, dissacrante, Kaminer è caustico verso i suoi connazionali e la sua terra. Forse un po' di acrimonia?

    ha scritto il 

  • 5

    e ancora una volta kaminer mi frega.
    riesce a farmi ancora ridere come uno scemo!
    ci porta in giro fra avventure e viaggi (o presunti tali) con leggerezza e ironia.
    ripeto: è da leggere! ...continua

    e ancora una volta kaminer mi frega.
    riesce a farmi ancora ridere come uno scemo!
    ci porta in giro fra avventure e viaggi (o presunti tali) con leggerezza e ironia.
    ripeto: è da leggere!

    ha scritto il 

  • 4

    Una carrellata di luoghi, aneddoti e personaggi tra l'Europa e l'America visti dagli occhi di un russo trasferitosi a Berlino.
    Divertente, di piacevole lettura, anche se forse troppo breve ed in alcun ...continua

    Una carrellata di luoghi, aneddoti e personaggi tra l'Europa e l'America visti dagli occhi di un russo trasferitosi a Berlino.
    Divertente, di piacevole lettura, anche se forse troppo breve ed in alcuni punti quasi affrettato.
    Comunque mi ha lasciato la voglia di approfondire la conoscenza di quest'autore.

    ha scritto il 

  • 4

    Forse un po' meno bello di Militärmusik, che a questo punto vorrei rileggere, ma sicuramente con lo stesso spirito e ispirazione. Un grande affresco di vita vissuta, mentre attorno a sé crollano le ce ...continua

    Forse un po' meno bello di Militärmusik, che a questo punto vorrei rileggere, ma sicuramente con lo stesso spirito e ispirazione. Un grande affresco di vita vissuta, mentre attorno a sé crollano le certezze e la Germania Est diventa capitalista.

    ha scritto il 

  • 4

    Veramente ironico e coinvolgente. Lo consiglio di cuore. Questo autore è una sorpresa. Mi viene da pensare che ci sono migliaia di libri così belli sepolti dai best sellers del momento! Grazie Anobii ...continua

    Veramente ironico e coinvolgente. Lo consiglio di cuore. Questo autore è una sorpresa. Mi viene da pensare che ci sono migliaia di libri così belli sepolti dai best sellers del momento! Grazie Anobii per la visibilità che dai a queste piccole gemme. Spero nel mio piccolo di promuoverne la diffusione!

    ha scritto il