Carrie

Di

Editore: Sonzogno

3.9
(5264)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 174 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Chi semplificata , Svedese , Portoghese , Olandese , Giapponese , Catalano , Finlandese , Russo , Polacco , Ungherese , Chi tradizionale , Ceco , Norvegese

Isbn-10: A000045925 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Brunella Gasperini

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Carrie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Mi aspettavo una storia più "romanzata" magari in prima persona, quindi inizialmente sono stata un po'spiazzata
    Poi però mi ha preso molto
    Non ho visto il film (credo che recuperò in fretta!) ma mentr ...continua

    Mi aspettavo una storia più "romanzata" magari in prima persona, quindi inizialmente sono stata un po'spiazzata
    Poi però mi ha preso molto
    Non ho visto il film (credo che recuperò in fretta!) ma mentre leggevo pensavo proprio che la trasposizione cinematografica sarebbe stata perfetta
    Finito in un lampo, nonostante sia molto diverso da quello che ho letto in precedenza, più strutturato, più approfondito, credo che abbia detto tutto quello che c'era da dire
    Mi ha terrorizzato il comportamento dei "bulli" questa volta tutto al femminile
    Non è poi un argomento nuovo per King, chissà se esiste un perché
    Quello che mi ha impressionata, è stata la mia "invidia" per il POTERE
    Flettere, ecco, sentivo la voglia di poterlo fare
    In alcuni momenti mi ha fatto sentire la voglia di cattiveria
    Anche nel suo esordio insomma riesce a toccare le corde giuste, con me

    ha scritto il 

  • 4

    Abbastanza differente dalle altre opere che ho letto, lo stile di King è comunque già riconoscibile. Mi è piaciuto il taglio da inchiesta giornalistica presente in circa metà del romanzo.

    ha scritto il 

  • 3

    Da amante del genere e non avendo mai letto alcun libro di Stephen King mi sono immerso nella lettura del suo primo romanzo.
    La scelta di alternare frammenti di libri, inchieste e verbali con la stori ...continua

    Da amante del genere e non avendo mai letto alcun libro di Stephen King mi sono immerso nella lettura del suo primo romanzo.
    La scelta di alternare frammenti di libri, inchieste e verbali con la storia attraverso un narratore esterno l'ho trovata molto accattivante e scorrevole. Il racconto trasporta e coinvolge nel modo più assoluto.
    L'intero romanzo si svolge in un arco narrativo molto ristretto per cui non si ha modo di approfondire molto i personaggi, cosa che comunque non danneggia minimamente l'opera.
    Di horror onestamente ne ho trovato ben poco, manca anche un reale colpo di scena in quanto il grosso degli eventi clou viene anticipato dai vari reportage proposti.
    Nel complesso un buon libro che mi spinge ad approfondire ancora di più questo autore.

    ha scritto il 

  • 4

    "But I am sorry for Carrie.
    They've forgotten her, you know. They've made her into some kind of a symbol and forgotten that she was a human being, as real as you reading this, with hopes and dreams an ...continua

    "But I am sorry for Carrie.
    They've forgotten her, you know. They've made her into some kind of a symbol and forgotten that she was a human being, as real as you reading this, with hopes and dreams and blah, blah, blah. Useless to tell you that, I suppose. Nothing can change her back now from something made out of newsprint into a person. But she was, and she hurt. More than any of us probably know, she hurt.
    And so I'm sorry and I hope it was good for her, that prom. Until the terror began, I hope it was good and fine and wonderful and magic..."

    ha scritto il 

  • 3

    da dove tutto è iniziato. si notano già alcuni dei tratti distintivi del re (tra cui l'uso a cazzo delle parentesi per decomporre la narrazione), e posso solo immaginare la gente che lesse questo libr ...continua

    da dove tutto è iniziato. si notano già alcuni dei tratti distintivi del re (tra cui l'uso a cazzo delle parentesi per decomporre la narrazione), e posso solo immaginare la gente che lesse questo libro e classificò King come un nuovo autore che scrisse una storiella macabra fine a se stessa...

    ha scritto il 

  • 0

    Una delle poche certezze che avevo nella vita, è che quando si abbandona qualcosa, è solo per il semplice disprezzo. Non è così. Abbandono questo romanzo perché l'ho visto e rivisto con gli occhi del ...continua

    Una delle poche certezze che avevo nella vita, è che quando si abbandona qualcosa, è solo per il semplice disprezzo. Non è così. Abbandono questo romanzo perché l'ho visto e rivisto con gli occhi del maestro de Palma, e mi è stata negata la bellissima sensazione di leggere uno dei più bei racconti horror in assoluto. invidia a gogò per chi può ancora sorprendersi, si entra in una macchina che corre a trecento all'ora e, a parte qualche piccolo dosso causato da dialoghi acerbi e ridondanze sacrificabili, la "corsa in macchina" sarebbe stata per me al cardiopalmo. King rimane uno degli autori più straordinari che abbia mai letto. Peccato. Buona corsa

    ha scritto il 

  • 2

    Boh? Non so cosa pensare! Dopo essere rimasta delusa da L'Ombra dello Scorpione avevo abbandonato King. Dopo anni ho deciso di tornare a leggere qualcos'altro e sono rimasta ancora una volta delusa. C ...continua

    Boh? Non so cosa pensare! Dopo essere rimasta delusa da L'Ombra dello Scorpione avevo abbandonato King. Dopo anni ho deciso di tornare a leggere qualcos'altro e sono rimasta ancora una volta delusa. Cosa c'è di bello in questo libro che (mi dispiace per la maggior parte dei lettori) per me è una cavolata colossale?
    Sono aperta a critiche e suggerimenti

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per