Cazadores de Sombras los Origenes, Tomo 1

Angel Mecanico

By

Publisher: Planeta Publishing

4.2
(1697)

Language: Español | Number of Pages: 448 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Portuguese , Catalan , Italian

Isbn-10: 6070706021 | Isbn-13: 9786070706028 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Cazadores de Sombras los Origenes, Tomo 1 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    The Infernal Devices #1

    Rilettura in inglese.
    Rimango dell’idea che questo è il capitolo più difficile di tutte le serie Shadowhunter.
    Obiettivamente la prima metà del libro è lenta, è tutta un’introduzione.
    Presenta un sacc ...continue

    Rilettura in inglese.
    Rimango dell’idea che questo è il capitolo più difficile di tutte le serie Shadowhunter.
    Obiettivamente la prima metà del libro è lenta, è tutta un’introduzione.
    Presenta un sacco di personaggi (che poi s’intrecciano con TMI), di misteri lasciati in sospeso, ma questa lentezza a me non dà fastidio. Le cose lasciate in sospeso, sono un incentivo ad andare avanti in fretta.
    L'epoca vittoriana è tratteggiata benissimo (il cambio d’ambientazione dai giorni nostri al passato si respira proprio); ci sono poi gli aspetti steampunk, che m'intrigano parecchio.
    Da metà in poi, arrivano le emozioni e, come il solito, la Clare riesce ad infondere un’intensità tale che tramortisce.
    Quello che provano Jem, Tessa (al momento poco) e soprattutto Will, la loro complessità (tre personaggi scritti benissimo) ti colpisce come un treno in corsa.
    Will! ♥
    ATTENZIONE SPOILER SU TUTTA LA SERIE
    .
    .
    .
    .
    .
    Io adoro Will! Dopo questo primo libro, avevo solo una leggera predilezione per Will rispetto a Jem e poi ...
    Will è forse il mio personaggio preferito in assoluto di tutte le serie (se la gioca con Jace, ma considerato che … è ovvio. E poi bisogna aspettare James, che promette bene).
    La rilettura di questo primo capitolo mi ha confermato quello che pensavo alla fine della serie.
    Sin dall’inizio, Tessa ha in mente solo Will, per cui cara Clare, no! Non ti ho ancora perdonato!
    E continui a rigirare il coltello nel mio povero cuoricino.
    .
    .
    .
    .
    FINE SPOILER

    Io adoro questo libro, adoro questa serie, adoro gli intrecci fra le serie, adoro tutto il mondo Shadowhunter!

    said on 

  • 1

    Ho fatta veramente fatica a finire questo primo libro della trilogia de l'Angelo.
    Troppi misteri gettati lì e troppe poche spiegazioni mi hanno annoiata.
    L'ambientazione è completamente diversa rispet ...continue

    Ho fatta veramente fatica a finire questo primo libro della trilogia de l'Angelo.
    Troppi misteri gettati lì e troppe poche spiegazioni mi hanno annoiata.
    L'ambientazione è completamente diversa rispetto a The mortal instruments, qui siamo in una Londra vittoriana dove l'ennesimo cattivo di turno è assetato di potere ed è un abile manipolatore.
    I personaggi girano su delle scene troppo sbiadite che non mi hanno catturata, solo il colpo di scena su questo famoso Magister mi ha un po' risvegliata dal torpore della lettura. Il rapporto Nat/Tessa mi è sembrato troppo inverosimile per essere consanguineo e anche Will/Jem mi hanno detto poco o nulla.
    Spero che la storia migliori con i prossimi.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    SERIE SHADOWHUNTERS: LE ORIGINI - THE INFERNAL DEVICES n. 1

    Lettura di gruppo E&L

    Ho aspettato un giorno a scrivere la recensione perchè volevo scriverla decente.
    Purtroppo non ho ancora smaltito l'effetto Clare. Se ci penso..STO MALE! ma male fisicamente giu ...continue

    Lettura di gruppo E&L

    Ho aspettato un giorno a scrivere la recensione perchè volevo scriverla decente.
    Purtroppo non ho ancora smaltito l'effetto Clare. Se ci penso..STO MALE! ma male fisicamente giuro!
    Partiamo con ordine.

    Mi è piaciuta moltissimo l'ambientazione, il periodo Vittoriano seconde me perfetto! *_* e camminare con loro di notte per le vie di Londra..semplicemente meraviglioso. la trama mi ha molto intrigato, incuriosito, divertito e fatto a pezzi il cuore..insomma tutto XD

    Molti leggevo che la prima parte l' hanno trovata noiosa. A me non è sembrato. Anzi ho apprezzato il fatto che piano piano ci introducesse in questo nuovo "mondo", e soprattutto introducesse i personaggi. Come al solito però la Clare, non so come ci riesca, mi fa arrabbiare, perchè anche per Will e Tess (come per jace e Clary) ho fatto fatica ad affezionarmici, forse perchè sono troppo criptici all'inizio. Ma poi..semplicemente li ho adorati *_* vanno dritto al cuore distruggendomelo.
    Per Tessa ci sono stati momenti in cui ho patteggiato per lei e in altri che le avrei voluto tirare una botta in testa: a volte sembra una donna che sa tutto ed è pronta a tutto e altre volta sembra una bimba di 5 anni. però poi è riuscita a fare breccia nel mio cuore. Sono super curiosa di capire che cosa è lei. E cosa accadrà poi visto che il Magister si è salvato...
    Jessamine? quanto è strana quella ragazza! ma a suo modo è pure una cacciatrice e mi fa morire dal ridere. Nat ah nat! ne vedremo delle belle.
    E Gabriel? anche lui mi incuriosisce.
    Magnus! uno spettacolo, peccato si veda poco. Henry troppo divertente.
    Jem..oh Jem. ma quanto m piace *_* Per non parlare di Will oh Will! *_*. all'inizio preferivo jem ma poi..oh nononononnonon adesso mi metto a frignare come una 15enne impazzita.
    E' meglio che termino qui per evitare sproloqui. Tanto si è capito che mi è piaciuto e che voglio assolutamente leggere il prossimo. XD

    said on 

  • 2

    Gruppo E&L: Lettura di gruppo

    Ho fatto una grande fatica nel finirlo.
    Mi ha coinvolto molto poco anzi praticamente nulla. Molto lento. Ad ogni pagina seguiva uno sbadiglio. Solo la descrizione della battaglia mia ha "svegliata" un ...continue

    Ho fatto una grande fatica nel finirlo.
    Mi ha coinvolto molto poco anzi praticamente nulla. Molto lento. Ad ogni pagina seguiva uno sbadiglio. Solo la descrizione della battaglia mia ha "svegliata" un po'.

    said on 

  • 4

    4 stelle stiracchiate

    Finalmente inizio anche questa parte di serie della Clare.
    L'inizio non è dei più promettenti in confronto ai primi tre dell'altra serie: dato che è un po' noioso e lento, ma con il procedere della le ...continue

    Finalmente inizio anche questa parte di serie della Clare.
    L'inizio non è dei più promettenti in confronto ai primi tre dell'altra serie: dato che è un po' noioso e lento, ma con il procedere della lettura migliora decisamente diventando avvincente e misterioso allo stesso tempo.
    Misterioso in quanto ci sono molte domande a cui l'autrice darà risposta con l'andatura della trama ma anche della serie dato che alcune domande non avranno risposte immediate.
    La storia dei tre protagonisti principali: Tessa, Will e Jem mi piace molto come è sviluppata sia per l'aspetto emotivo che caratteriale di ogni singolo personaggio (anche quelli secondari).
    Non poteva mancare naturalmente Magnuse Bane come sempre è immancabile e divertentissima anche se molto breve.
    In conclusione un buon libro che da inizio ad una trilogia che premette di essere davvero stupenda come la precedente.

    said on 

  • 3

    Inizio un pò noioso...

    Dopo aver letto tutta la saga di" The Mortal Instruments" e "L'accademia degli shadowhunters" ho voluto leggere anche questa trilogia ambientata nella Londra vittoriana per approfondire bene tutta la ...continue

    Dopo aver letto tutta la saga di" The Mortal Instruments" e "L'accademia degli shadowhunters" ho voluto leggere anche questa trilogia ambientata nella Londra vittoriana per approfondire bene tutta la storia dato che ogni tanto veniva citato il famoso William Herondale. Il libro per me è stato parecchio noioso nella fase d'inizio mentre poi si è ripreso con un pò di colpi di scena e intrighi nella fase finale. Mi è piaciuta invece molto l'ambientazione nella Londra del 1800.

    said on 

  • 3

    La serie the mortal struments è stupenda, ho deciso di leggere le origine per capire molti collegamenti della serie lasciati in sospeso.
    La lettura varia da pesante, un po noiosa, della prima parte, p ...continue

    La serie the mortal struments è stupenda, ho deciso di leggere le origine per capire molti collegamenti della serie lasciati in sospeso.
    La lettura varia da pesante, un po noiosa, della prima parte, per prendere finalmente ritmo dopo un paio di capitoli. Però sembra di avere dei dejavu, tutto sembra uno schema già utilizzato in precedenza.
    Leggerò anche gli altri due, sperando che eliminino questo senso di parziale delusione che provo, speravo in qualcosa che uscisse dagli schemi.
    Cmq molto belle le descrizioni della Londra del 1800.

    said on 

  • 4

    La magia è pericolosa, l'amore ancora di più.

    Non aveva mai immaginato che il suo primo bacio sarebbe
    stato così breve, disperato e impetuoso.
    Né che avrebbe avuto il sapore dell'acqua santa. E del sangue.

    Quasi non ci credo, dopo sette anni ques ...continue

    Non aveva mai immaginato che il suo primo bacio sarebbe
    stato così breve, disperato e impetuoso.
    Né che avrebbe avuto il sapore dell'acqua santa. E del sangue.

    Quasi non ci credo, dopo sette anni questa è la prima volta che mi trovo a leggere - e recensire - un lavoro della Clare che non ruota intorno a Clary e Jace. Prima di iniziare questo volume, primo della trilogia delle Origini, pensavo che tutto ciò mi avrebbe fatto provare una sensazione strana, invece sono rimasta piacevolmente colpita: cambiano i personaggi e l'epoca, ma lo stile della Clare resta uno dei pochi in grado di avvolgermi come una coperta, come qualcosa di qualcosa di familiare. Cassie, insieme alla mia adorata Holly Black, è una delle autrici che non mi delude mai... con loro vado sempre sul sicuro!
    Dopo tutto questo tempo passato a fantasticare sulle Origini e a sentirne parlare benissimo, devo dire di non essere rimasta delusa... tra le pagine ho trovato esattamente la storia e l'intensità che mi aspettavo, per fortuna. Il romanzo si apre in maniera piuttosto inquietante in realtà, ma fin dall'inizio ho avuto modo di apprezzare l'ambientazione che tanto mi incuriosiva, la Londra vittoriana. Le descrizioni sono buone, non troppo dettagliate da risultare pesanti, ma neanche troppo scarne, la Clare come al solito sa sfruttare e dosare bene discorsi, descrizioni, capitoli più tranquilli e scene ricche di azione. Questo mi ha permesso come sempre di appassionarmi fin dalle prime righe alla storia, che ho trovato molto carina. Per fortuna il pizzico di Steampunk che la Clare ci ha aggiunto è piuttosto leggero e non mi ha infastidita - se mi conoscete saprete che io e questo genere non andiamo proprio d'accordo - e, anzi, non mi è dispiaciuto leggere di ingranaggi e congegni in questo contesto... credo che nel mio caso il problema insorga quando la dose di Steampunk supera quella di Fantasy, ma Cassie ci è andata leggera, buon per me.
    Inutile negare che l'autrice di tanto in tanto tende a riciclare scene e situazioni già viste nei volumi precedenti, ma mai in modo eccessivo o fastidioso, quindi trovare qualche similitudine con la prima saga non è stato un problema e non mi ha rovinato la lettura.

    «Qualunque cosa tu sia fisicamente, maschio o femmina, forte o debole, malato o sano... tutte queste cose contano meno di ciò che è contenuto nel tuo cuore. Se hai l'anima di un guerriero, sei un guerriero.»

    Una piccola parentesi sui personaggi ci tengo a farla: se nella saga di The Mortal Instruments ciò a cui mi sono più affezionata e appassionata erano proprio i personaggi - non fatemi parlare di Jace perché potrei iniziare a sbavare, vi avviso - nelle Origini devo ammettere di non essere rimasta particolarmente colpita da nessuno, anche se Charlotte ed Henry sono adorabili. Tessa non mi ha fatto né caldo né freddo, è una protagonista di cui potrei totalmente scordarmi, ma non c'è un motivo preciso, la trovo semplicemente poco incisiva. Will e Jem per il momento non mi hanno convinta. In genere le fan si schierano dalla parte di uno dei due Shadowhunters e iniziano a fare il tifo, ma il mio cuore non è ancora stato conquistato da nessuno dei due. Tendo a preferire i personaggi come Will perché adoro quel mix di sarcasmo e superiorità che lo caratterizza - i cliché Seli, i cliché! Ma che volete farci? - il problema è che Will più che tenebroso mi è sembrato solo infantile e capriccioso per il momento. Non esattamente il tipo di ragazzo capace di farmi perdere la testa, ecco... spero che questa leggera antipatia vada scemando nei prossimi volumi e che non si trasformi in odio. Jem invece l'ho trovato un bellissimo personaggio, ma gli manca quel qualcosa in grado di conquistarmi, quindi per il momento non mi sbilancio e aspetto di scoprire cosa mi riserveranno questi due Cacciatori nel secondo volume.
    Che dire, dopo la delusione di Città degli angeli caduti la Clare è tornata a farmi sognare con quasi 500 pagine di azione, combattimenti, merletti e carrozze! Ottimo lo stile, appassionante la trama e soddisfacente l'ambientazione, non vedo l'ora di leggere Il Principe e proseguire con la storia!

    http://ombre-angeliche.blogspot.ch/2016/04/recensione-shadowhunters-langelo.html

    said on 

  • 1

    Veramente mediocre. Personaggi insulsi e stereotipati. Trama piatta, senza guizzi o originalità. Praticamente un "Città di Ossa" vagamente steampunk ambientato nella Londra vittoriana.
    Potrei anche fi ...continue

    Veramente mediocre. Personaggi insulsi e stereotipati. Trama piatta, senza guizzi o originalità. Praticamente un "Città di Ossa" vagamente steampunk ambientato nella Londra vittoriana.
    Potrei anche finire la trilogia, prima o poi, ma solo sotto l'ombrellone con in mano un caffè shakerato come sanno fare solo nelle isole greche. Contro la bimbominkiaggine eccessiva ci vogliono antidoti...

    said on 

  • 2

    Lettura non particolarmente entusiasmante per gli stessi motivi già detti dalle altre: troppe similitudini con il primo libro della serie madre.
    In compenso mi è piaciuta molto l'ambientazione e i per ...continue

    Lettura non particolarmente entusiasmante per gli stessi motivi già detti dalle altre: troppe similitudini con il primo libro della serie madre.
    In compenso mi è piaciuta molto l'ambientazione e i personaggi, tutti tranne Tessa, che ho trovato così...così...scialba, quasi più di Clary.
    No, Cassandra, per quanto riguarda le protagoniste femminili, proprio non ci siamo.

    said on 

Sorting by