Codice a zero

Di

Editore: Mondadori

3.6
(1931)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 345 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804501294 | Isbn-13: 9788804501299 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Raffo

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Codice a zero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
29 Gennaio 1958:da Cape Canaveral sta per partire l'Explorer, il primo satellite americano. Lo stesso giorno, all'alba, un uomo si risveglia nella toilette della stazione di washington. E' vestito come un barbone, è lacero, sporco, e non ricorda niente. Come è finito li?Chi è veramente? E perchè ha l'impressione che qualcuno lo stia seguendo? a poco a poco Luke - questo è il nome dell'uomo - riesce a ricostruire il puzzle della sua esistenza, e davanti a lui riappaiono i protagonisti del suo passato: la moglie, gli amici dell'università,fra cui Anthony, ora dirigente della CIA. Ma Luke ha veramente perso la memoria o qualcuno gliel'ha fatta perdere? E sarà vero, come afferma Anthony, che è una spia e ha passato ai russi i progetti segreti dell'Explorer?Mentre il lancio del missile subisce un misterioso ritardo,Luke dovrà affrontare ogni sorta di pericoli e di sfide per scoprire dove si nasconde la verità.
Ordina per
  • 3

    Un buon libro di spionaggio ambientato nel periodo della guerra fredda. La prima metà del libro è molto bella, c'è un leggero calo nella parte finale ma resta comunque un libro scorrevole e piacevole ...continua

    Un buon libro di spionaggio ambientato nel periodo della guerra fredda. La prima metà del libro è molto bella, c'è un leggero calo nella parte finale ma resta comunque un libro scorrevole e piacevole da leggere.

    ha scritto il 

  • 3

    Non il miglior libro di Follett

    Sono un lettore "seriale" dei romanzi di Follett, del quale però apprezzo più i romanzi storici (come la trilogia del novecento o i "pilastri della terra") che il filone azione-spionistico. Follett ri ...continua

    Sono un lettore "seriale" dei romanzi di Follett, del quale però apprezzo più i romanzi storici (come la trilogia del novecento o i "pilastri della terra") che il filone azione-spionistico. Follett rimane però sempre Follett, non c'è una pagina in cui annoi il lettore, l'intero romanzo si mantiene sempre su alti livelli. La tecnica narrativa utilizzata è poi molto originale e gradevole, con continui flashback che vanno ad innestarsi nella storia narrata come un puzzle ben confezionato.

    ha scritto il 

  • 3

    Codice A Zero

    Romanzo fiacco e lento. Non c'è suspance e nemmeno un colpo di scena. L'inizio è perfetto, ma poi si perde e la storia si alleggerisce parecchio fino a diventare banale e scontata. Come tutti i romanz ...continua

    Romanzo fiacco e lento. Non c'è suspance e nemmeno un colpo di scena. L'inizio è perfetto, ma poi si perde e la storia si alleggerisce parecchio fino a diventare banale e scontata. Come tutti i romanzi di Follett è scorrevole e ben scritto, peccato però con parecchi passaggi inverosimili e certi punti stucchevoli che fanno storcere il naso a chi, come me, apprezza l'autore per "prove" decisamente più convincenti.

    ha scritto il 

  • 4

    Avvincente!

    E' la prima volta che leggo Ken Follett e, pur essendo a metà del libro, devo dire che è avvincente fin dalla prima pagina. Leggerò di sicuro qualche altro suo romanzo che, a quanto pare, sono conside ...continua

    E' la prima volta che leggo Ken Follett e, pur essendo a metà del libro, devo dire che è avvincente fin dalla prima pagina. Leggerò di sicuro qualche altro suo romanzo che, a quanto pare, sono considerati migliori de questo.

    ha scritto il 

  • 2

    il primo libro che ho letto

    non mi ricordo un cazzo

    solo (e forse mi confondo con altro) le pareti rosa salmone e le finestre ovaleggianti di una casa anni '60 nei pressi di fort canaveral, fl

    manca s ...continua

    il primo libro che ho letto

    non mi ricordo un cazzo

    solo (e forse mi confondo con altro) le pareti rosa salmone e le finestre ovaleggianti di una casa anni '60 nei pressi di fort canaveral, fl

    manca solo elroy

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ken Follett non delude mai

    Il libro parte con il parlare di un uomo americano chiamato Luke che si risveglia all'alba nel bagno di una stazione di Washington. Si ritrova sporco, vestito di stracci e non ricorda nulla della sua ...continua

    Il libro parte con il parlare di un uomo americano chiamato Luke che si risveglia all'alba nel bagno di una stazione di Washington. Si ritrova sporco, vestito di stracci e non ricorda nulla della sua vita. Si guarda allo specchio e si pone alcune domande: "Chi sono?" e "Come sono finito qui?".
    Uscendo dalla stazione ha l'impressione di essere inseguito da qualcuno e scopre che con poche abili mosse riesce a seminarlo.
    Piano, piano riscopre chi era, di che cosa si occupava e se è sposato o meno.
    Ricostruisce la storia della sua vita, incontra dei suoi vecchi amici e la sua segretaria che gli raccontano dell'università, del suo lavoro e di sua moglie Elspeth.
    Parlando con Billie, una vecchia amica e fiamma dell'università, scoprì che gli avevano fatto il lavaggio del cervello proprio il giorno che lei non era di turno all'ospedale.
    Insieme a lei scoprì che Anthony, un altro loro compagno di università che aveva combattuto insieme a loro durante la guerra, era diventato dirigente della CIA e voleva ammazzarlo perchè Luke era ritenuto una spia sovietica che passava ai russi dei progetti segreti dell'Explorer, il primo satellite americano, che il 29 gennaio del 1958 sarebbe partito da Cape Canaveral.
    Luke però non si riteneva una spia e non capiva perchè volessero toglierlo di mezzo.
    Anthony per poter avere maggiori informazioni su Luke aveva rapito il figlio di Billie.
    Lei però senza perdere la testa era riuscita a liberare il suo bambino e dare informazioni anche a Luke di cosa aveva intenzione di fare Anthony.
    Luke che scoprì di chiamarsi Claude Lucas tornò a casa sua e venne a conoscenza di molte cose sul suo passato.
    Lui e sua moglie non avrebbero mai avuto un figlio perchè Elspeth si era fatta sterilizzare poche settimane prima del loro matrimonio.
    Tutto questo lo lasciò senza fiato anche perchè un suo sogno era avere una famiglia numerosa e pensava che sua moglie fosse sincera con lui.
    Scoprì anche che lui e Billie avevano concepito un figlio e lei aveva abortito solo che tutti lo sapevano mentre lui era rimasto all'oscuro di tutto. Ora avevano riscoperto il motivo perchè l'aveva lasciata anche se l'amava tanto e ne era molto dispiaciuto.
    Luke era tornato a casa sua anche per trovare dei documenti riguardanti il satellite Explorer, ma la ricerca fu vana.
    Intanto a Cape Canaveral il missile aspettava di venir lanciato in orbita ed Elspeth, la moglie di Luke, continuava ad aggiornare il programma anche se il suo pensiero era altrove perchè la vita suo marito dipendeva da lei, la vera spia sovietica era lei, infatti voleva distruggere il satellite americano per poter così far fallire la missione.
    Billie che si fidava di Elspeth l’avvisò del pericolo che stava correndo suo marito. Questo fece in modo che anche Anthony venisse a conoscenza di cosa stava accadendo. Luke andò verso Cape Canaveral per trovare i documenti che provavano la sua innocenza, ma non sapeva che Anthony era lì.
    Entrò nel reparto progettazione e finalmente trovò quello che cercava, ma lì ad aspettarlo c’era anche Anthony che cercò di sparargli fortunatamente arrivò Billie che gli salvò la vita.
    Luke riuscì a chiamare la piattaforma da dove stava per partire il satellite ed avvisare i suoi colleghi che qualcuno possedeva i codici di autodistruzione del missile.
    Il lancio venne rinviato pochi secondi prima della partenza ed Elspeth non riusciva a capire cosa stava accadendo anche perché pensava di essere riuscita a portare a termine la sua missione.
    Luke incontrò Elspelth e le raccontò tutto quello che aveva scoperto sul suo conto, allora lei scappò in auto diretta verso l’oceano. Lui la seguì insieme a Billie e riuscirono a fermare il loro tentativo di sabotaggio.
    Elspeth vista la situazione decise di farla finita tuffandosi nell’oceano.

    ha scritto il 

Ordina per