Comma 22

Di

Editore: Mondadori

4.1
(1314)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 541 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Olandese , Svedese , Polacco , Lettone , Portoghese , Norvegese

Isbn-10: A000032670 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: Remo Ceserani

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Umorismo

Ti piace Comma 22?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Comma 22, che è stato definito il libro più divertente sulla seonda guerra mondiale, è un racconto grottesco dove i confini fra senno e pazzia si dissolvono sotto l'urto della ferrea e folle logica del Comma 22: "Chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di volo, ma chi chiede di essere esentato dalle missioni di volo non è pazzo". L'isola di Pianosa, base militare di una squadriglia di bombardieri, comandata da un ufficiale megalomane, è teatro delle più esilaranti avventure di Yossarian, un pilota, il cui unico bersaglio è quello di salvare la pelle.
Ordina per
  • 2

    Sicuramente un classico antimilitarista, il paradosso del comma 22 è giustamente entrato a far parte di un certo immaginario pubblico come metafora fell'assurdità della guerra, purtroppo la narrazione ...continua

    Sicuramente un classico antimilitarista, il paradosso del comma 22 è giustamente entrato a far parte di un certo immaginario pubblico come metafora fell'assurdità della guerra, purtroppo la narrazione anche se con un interessante gioco di frammentazione non è risultata per me molto convincente, l'umorismo un po' meccanico finisce per diventare ripetitivo, i personaggi risultano bidimensionali a parte forse Yossarian, il tutto ha un senso di farragginoso e vagamente datato. Un libro che non mi ha convinto.

    ha scritto il 

  • 5

    Sempre eccellente

    L'avevo letto al liceo e mi era piaciuto tantissimo.
    Per anni volevo riprenderlo e finalmente ho avuto modo di farlo.
    Non ricordavo nello specifico che poche parti, ma la sensazione di fondo si: un ca ...continua

    L'avevo letto al liceo e mi era piaciuto tantissimo.
    Per anni volevo riprenderlo e finalmente ho avuto modo di farlo.
    Non ricordavo nello specifico che poche parti, ma la sensazione di fondo si: un capolavoro del nonsense pacifista anche se molto denso. E così è stato.
    Certe parti sono più noiose e faticose, è vero, ma il resto del libro coi suoi dialoghi e personaggi completamente FOLLI vale la fatica.
    Uno dei miei preferiti di sempre.

    ha scritto il 

  • 4

    COMMA 22

    Comma 1: L’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia.
    Comma 22: chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo.
    Ma il comma 22 non è solo un piccola clausola, è la legge su ...continua

    Comma 1: L’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia.
    Comma 22: chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo.
    Ma il comma 22 non è solo un piccola clausola, è la legge suprema. Quella che può essere adattata a qualunque situazione. Quella che azzera la dicotomia tra vero e falso, per cui tutti i regolamenti e le varie disposizioni sono valide, tanto quanto è valido il loro contrario.
    Protagonista principale della storia è John Yossarian, capitano per caso, pilota bombardiere che cerca di farsi rimandare a casa dichiarandosi pazzo. Ma “è più pazzo il pazzo dichiarato tale o quello che sta a guardare pensando di essere sano perché simile alla maggioranza degli altri?”
    Quest’ opera, nonostante abbia venduto milioni di copie negli anni ’60, non può essere considerato un romanzo ‘popolare’. Il fatto che sia ritenuto il precursore della letteratura postmoderna statunitense, non è infatti garanzia di facile leggibilità. Io comunque sono tra coloro che lo considerano un capolavoro.

    ha scritto il 

  • 5

    Il circolo vizioso

    Cominciamo con le avvertenze: Comma 22 non è un libro per tutti. E' un libro che in più punti può apparire lungo, faticoso, stancante. Non è un bestseller di Deaver. Alcune parti sono meno scorrevoli ...continua

    Cominciamo con le avvertenze: Comma 22 non è un libro per tutti. E' un libro che in più punti può apparire lungo, faticoso, stancante. Non è un bestseller di Deaver. Alcune parti sono meno scorrevoli e costano al lettore dello sforzo. Finite le avvertenze. Se siete i lettori "adatti", quest'opera vi apparirà come straordinaria. 5 stelline e meritate. Pacifismo? Voglia di guerra? Messaggio invecchiato bene? Male? Non mi importa un accidente. Comma 22 è uno dei più incredibili attacchi satirici alla guerra e alle costrizioni del sistema militare. E' la cronaca della mancanza (vera o presunta) di scelta, costruita attraverso un'interminabile serie di paradossi e popolata da personaggi assurdi, surreali, sopra le righe, che compiono azioni folli mascherate da atti sensati. Facile pensare alla tipica "insensatezza" della guerra, ma il messaggio è più sfuggente. Subito viene da associare Heller a Vonnegut, ma (mi perdoni la buonanima di Kurt, se può) in comma 22 c'è tutto il senso (e il genio) che in opere come Mattatoio 5 o Ghiaccio 9 faccio fatica a riscontrare. Ok, magari il romanzo andava tagliato in qualche punto, ma con tutte le sue imperfezioni, gli do 5 stelline per le idee, il clima surreale e la capacità di comunicare in modo forte, senza moralismi troppo smaccati o strade narrative troppo ovvie. Grandissimo.

    ha scritto il 

  • 5

    Catch-22 says they have a right to do anything we can't stop them from doing

    "The enemy," retorted Yossarian with weighted precision, "is anybody who's going to get you killed, no matter which side he's on. And don't you forget that, because the longer you remember it, the lon ...continua

    "The enemy," retorted Yossarian with weighted precision, "is anybody who's going to get you killed, no matter which side he's on. And don't you forget that, because the longer you remember it, the longer you might live."

    ha scritto il 

  • 5

    C'era naturalmente un comma. " Comma 22? " chiese Yossarian.

    Come definire un romanzo in poche parole?
    Dissacrante, satirico, critico? Certo anche se... Ironico, divertente, surreale? Si però... Antiretorico, pungente, iconico? Ovvio, questo è stato già detto, ...continua

    Come definire un romanzo in poche parole?
    Dissacrante, satirico, critico? Certo anche se... Ironico, divertente, surreale? Si però... Antiretorico, pungente, iconico? Ovvio, questo è stato già detto, però... Però cosa! Compratelo, noleggiatolo, rubatelo, non importa Ma LEGGETELO! Assumete la responsabilità verso voi stessi.
    " Yossarian Vive!"

    ha scritto il 

  • 3

    Nately lo guardò a bocca aperta., senza celare la propria confusione. “Ora non capisco proprio cosa sta dicendo. Parla come un folle.”
    “Ma vivo come uno che folle non è. Quando Mussolini era al pote
    ...continua

    Nately lo guardò a bocca aperta., senza celare la propria confusione. “Ora non capisco proprio cosa sta dicendo. Parla come un folle.”
    “Ma vivo come uno che folle non è. Quando Mussolini era al potere ero fascista e ora che è stato deposto sono antifascista. Ero fanaticamente a favore dei tedeschi quando i tedeschi erano qui a proteggerci dagli americani, e ora che gli americani sono qui a proteggerci dai tedeschi sono un fanatico partigiano degli americani. Posso assicurarti, mio giovane indignato […] che tu e il tuo paese non troverete in Italia un partigiano più fedele di me… ma solo fin quando resterete in Italia.”
    “Ma,” gridò Nately con un’espressione di incredulità, “lei è un voltagabbana! Un opportunista! Un cinico vergognoso e senza scrupoli!”
    “Ho centosette anni, io”, il vecchio gli ricordò dolcemente.
    “Non ha principi?”
    “No, naturalmente.”
    “Nessun senso morale?”
    “Ah, io sono un uomo molto morale,” lo rassicurò il vecchio infame con satirica serietà, accarezzando il fianco nudo di una ragazza bruna e grassoccia, con due graziose fossette sulle guance, che si era allungata in una posa da seduttrice sull’altro bracciolo della poltrona.

    Sprazzi di genialità... ma il più delle pagine ho faticato a stargli dietro.

    ha scritto il 

  • 4

    An insane, funny look at war and all its contradictions. Anyone who has spent any time in the military will immediately recognize many of the situations and characters in this book. Everyone has maj ...continua

    An insane, funny look at war and all its contradictions. Anyone who has spent any time in the military will immediately recognize many of the situations and characters in this book. Everyone has major issues and is slightly mad in their own way. The main character, Captain Youssarian, a bombardier in a bomber squadron is just trying to make it through the war alive, he has no inspiration or dreams of dying for his country or of even killing the enemy. He realizes the insanity of war and is looking for a way out anywhere he can find it. While this book isn't specifically anti-military it is very much anti-war.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per