Cuore

Di

Editore: Einaudi

3.7
(4723)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Spagnolo , Inglese , Tedesco , Rumeno

Isbn-10: 8806189816 | Isbn-13: 9788806189815 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Rilegato in pelle , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico , eBook

Genere: Bambini , Educazione & Insegnamento , Narrativa & Letteratura

Ti piace Cuore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Altra prima grande lettura della mia infanzia, lo sfogliavo anche per vedere solo le immagini. Pian piano iniziai a leggerlo e assaporai i primi piaceri provocati dalla bellezza del leggere. Che strao ...continua

    Altra prima grande lettura della mia infanzia, lo sfogliavo anche per vedere solo le immagini. Pian piano iniziai a leggerlo e assaporai i primi piaceri provocati dalla bellezza del leggere. Che straordinari ricordi mi suscita questo libro!

    ha scritto il 

  • 0

    Sistemavo un po di libri in salotto e spunta fuori questo: mai inserito nella libreria virtuale, mai letto..e ce l'ho da una vita. Non mi ispira molto in realtà, ma chissà potrei anche ripensarci ...continua

    Sistemavo un po di libri in salotto e spunta fuori questo: mai inserito nella libreria virtuale, mai letto..e ce l'ho da una vita. Non mi ispira molto in realtà, ma chissà potrei anche ripensarci

    ha scritto il 

  • 1

    Libro terrificante - ho faticato a non lanciarlo contro un muro praticamente a ogni pagina - che però risulta molto interessante se letto come documento storico. Penso che oggi potrebbe apprezzarlo, e ...continua

    Libro terrificante - ho faticato a non lanciarlo contro un muro praticamente a ogni pagina - che però risulta molto interessante se letto come documento storico. Penso che oggi potrebbe apprezzarlo, e utilizzarlo a scuola come modello di morale e retorica, solo un militante di Fratelli d'Italia. Il padre, in particolar modo, è figura detestabile per il suo paternalismo stucchevole.

    ha scritto il 

  • 4

    Un classico dell'infanzia

    Beh, direi che lo hanno letto in parecchi. Fino ad una certa età intenerisce, poi un po' stufa. Sente gli anni, senza dubbio. Ma ha il pregio di dare uno spaccato, seppur lacrimevole e glicemico, dell ...continua

    Beh, direi che lo hanno letto in parecchi. Fino ad una certa età intenerisce, poi un po' stufa. Sente gli anni, senza dubbio. Ma ha il pregio di dare uno spaccato, seppur lacrimevole e glicemico, dell'Italia di un tempo, quella dei bambini poveri, degli emigranti, di quella piccola Italia che arrancava, tra la fine del lavoro agricolo e i primi passi della rivoluzione industriale. Chi di noi non ha frignato sulle storie della piccola vedetta lombarda o per Marco il piccolo migrante? E quanti di noi hanno amato Franti? Per me non è giusto prescinderne, solo perché per certi versi lo stile e l'idea sottesa al libro sono un po' invecchiati.

    ha scritto il 

  • 5

    Prima lettura

    Praticamente è stata la mia prima vera lettura importante; non mi ricordo molto bene la trama ma ricordo bene che mi colpì molto anche perché tratta di ragazzini in un periodo che per un bambino, come ...continua

    Praticamente è stata la mia prima vera lettura importante; non mi ricordo molto bene la trama ma ricordo bene che mi colpì molto anche perché tratta di ragazzini in un periodo che per un bambino, come ero io, era molto lontano.

    ha scritto il 

  • 5

    Una lettura di Cuore

    Esprimere un giudizio su Cuore non è cosa facile e spero di non sollevare troppe polemiche poiché, leggendo molti dei commenti che mi hanno preceduto, ho riscontrato che questo libro divide ancora in ...continua

    Esprimere un giudizio su Cuore non è cosa facile e spero di non sollevare troppe polemiche poiché, leggendo molti dei commenti che mi hanno preceduto, ho riscontrato che questo libro divide ancora in due il suo pubblico, o lo si ama profondamente od altrettanto profondamente lo si odia. C'è chi ritiene che abbia rovinato intere generazioni di ragazzi e chi, al contrario, pensa che abbia ancora un senso leggerlo. Io, per fortuna o purtroppo, appartengo a quest'ultima categoria e del romanzo tendo a vedere gli ottimi pregi ed a trascurare i seppur notevoli difetti. In un'Italia dove la scuola e l'istruzione vengono svilite ogni giorno; in un'Italia dove una buona fetta della popolazione confonde e scambia il Presidente del Consiglio con il Presidente della Repubblica ed ignora il lungo e travagliato percorso che ci ha portato ad essere un Paese libero ed indipendente; in un'Italia dove la corruzione e la maleducazione sono diventate sport nazionali; in questa Italia io ringrazio che ci sia un libro che insegni l'amor patrio (che è anche amor proprio) ed il rispetto per le istituzioni e per il prossimo, quale che sia la sua istruzione e la sua occupazione. Grazie ad Edmondo De Amicis.

    ha scritto il 

  • 5

    C’è un bambino che racconta un po' la sua vita di scuola e fuori.
    L'ha raccontato sotto forma di diario.
    Io in questa storia non mi ritrovo, lo consiglierei a tutta la classe tranne ad alcuni.
    Questo ...continua

    C’è un bambino che racconta un po' la sua vita di scuola e fuori.
    L'ha raccontato sotto forma di diario.
    Io in questa storia non mi ritrovo, lo consiglierei a tutta la classe tranne ad alcuni.
    Questo libro lo volevo leggere fin da piccolo perché lo vedevo sulla libreria della nonna e mi veniva sempre voglia di leggerlo ma lei mi diceva che ero ancora troppo piccolo.
    Su consiglio di Michele ho letto il libro.

    La frase che mi ha colpito di più è stata questa: ”L’anno inizia con una disgrazia".
    Cinque stelline.

    Matteo - Prima media

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per