De eenzaamheid van de priemgetallen

By

Uitgever: Cargo

3.4
(27135)

Language: Nederlands | Number of Pages: 304 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , English , Spanish , Portuguese , Catalan , French , Chi traditional , Finnish , German , Chi simplified , Polish

Isbn-10: 902343496X | Isbn-13: 9789023434962 | Publish date: 

Also available as: Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like De eenzaamheid van de priemgetallen ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 1

    TOTALMENTE MEDIOCRE

    Che brutto leggere cose così scontate, questo è il tipico libro mediocre, quando mi capitano dei libri così mi viene quasi il nervoso, se penso che possa anche piacere a qualcuno..il mondo è bello per ...doorgaan

    Che brutto leggere cose così scontate, questo è il tipico libro mediocre, quando mi capitano dei libri così mi viene quasi il nervoso, se penso che possa anche piacere a qualcuno..il mondo è bello perché è vario!!!
    Fastidioso!!!!!

    gezegd op 

  • 1

    "Mattia pensava che lui e Alice erano così, due primi gemelli, soli e perduti, vicini ma non abbastanza per sfiorarsi davvero. A lei non l'aveva mai detto"

    Commento di fine lettura.

    Romanzo terribile e fastidiosamente triste(consiglio: se siete un po’ depressi non leggetelo, vi farà stare male ancora di più).
    Da persona troppo buona quale sono vorrei tan ...doorgaan

    Commento di fine lettura.

    Romanzo terribile e fastidiosamente triste(consiglio: se siete un po’ depressi non leggetelo, vi farà stare male ancora di più).
    Da persona troppo buona quale sono vorrei tanto salvare qualcosa, ma non c’è proprio niente di salvabile, è di una superficialità disarmante, tratta temi complessi quali l'omosessualità repressa, l'adolescenza difficile, l’anoressia, la diversità, l'incapacità di comunicazione, i rapporti tra figli adolescenti e genitori in maniera troppo approssimativa, senza mai provare a scavare nel profondo. Alla fine della lettura rimani solo con il vuoto e nient’altro.
    Libro stra-sopravvalutato .

    L'ho iniziato da poco. Per il momento ho incontrato:

    Una ragazzina che si sfracella contro un albero in un incidente di sci.
    Un ragazzino che abbandona la sorella autistica e per punirsi comincia a procurarsi del dolore fisico.
    Una ragazza triste e depressa che racconta ai suoi compagni di classe di scoparsi un uomo a sera solo per aumentare la sua autostima.
    Un ragazzo tormentato dalle sue pulsioni omosessuali.
    Un professore innamorato follemente di una sua collega che però non può concedersi a lui per non disonorare la memoria del marito morto in un gravissimo incidente stradale(marito che, tra le altre cose, la cornificava con la sorella).
    Un cagnolino preso di mira dai gatti del quartiere perchè troppo fru-fru.
    Un albero depresso perchè nessuno gli vuole pisciare addosso.

    Non vedo proprio l'ora di conoscere la prossima tragedia.

    gezegd op 

  • 4

    Essere diversi dagli altri

    Come spesso decido di fare, lascio passare molto tempo e lascio scemare il clamore prima di leggere un'opera letteraria che ha avuto molto successo. Questo romanzo di Giordano mi è piaciuto: per legge ...doorgaan

    Come spesso decido di fare, lascio passare molto tempo e lascio scemare il clamore prima di leggere un'opera letteraria che ha avuto molto successo. Questo romanzo di Giordano mi è piaciuto: per leggere 300 pagine in un giorno e mezzo, è necessario che il libro sia scritto bene. Ho letto recensioni che criticavano il romanzo per aver affrontato tematiche come l'anoressia, l'omosessualità e la disabilità in modo superficiale. Io credo che questi temi siano stati usati dall'autore solo a contorno dell'argomento che a lui interessava di più: la solitidune di chi non si sente nel gruppo, di chi non fa parte del gruppo. Non per scelta, non per spocchiosità, ma perchè è semplicemente così, con tutta la sofferenza e il disagio che ne consegue. Per la maggior parte degli esseri umani fare parte del gruppo semplifica la vita. La tristezza, che effettivamente permea tutta la narrazione, è una diretta conseguenza di questa solitudine, non scelta ma subìta.

    gezegd op 

  • 2

    Troppa carne al fuoco

    L'autore vuole trattare troppi argomenti (anoressia, omosessualità, disabilità) senza però riescire a gestirli al meglio.

    gezegd op 

  • 3

    “Erano uniti da un filo elastico e invisibile, sepolto sotto un mucchio di cose di poca importanza, un filo che poteva esistere soltanto fra due come loro: due che avevano riconosciuto la propria solitudine l'uno nell'altra.”

    http://diariodiunadipendenza.blogspot.it/2016/07/recensione-la-solitudine-dei-numeri.html

    gezegd op 

  • 2

    Coinvolgente...ma che significato ha?

    Lì per lì mi era piaciuto, mi ha coinvolto ed è anche ben scritto... ma a distanza di qualche mese praticamente non ricordavo nemmeno di cosa parlasse...
    è eccessivamente triste, senza motivo, succede ...doorgaan

    Lì per lì mi era piaciuto, mi ha coinvolto ed è anche ben scritto... ma a distanza di qualche mese praticamente non ricordavo nemmeno di cosa parlasse...
    è eccessivamente triste, senza motivo, succede ogni genere di disgrazia e non si capisce perchè!
    Sopravvalutato sicuramente, si può tranquillamente non leggere

    gezegd op 

  • 5

    Inaspettato e coinvolgente

    Ne sono stata rapita: è un libro coinvolgente, ben scritto, scorrevole e dal finale inaspettato.
    Due persone con la loro storia personale, le loro stranezze, le loro paure, così vicine, così necessari ...doorgaan

    Ne sono stata rapita: è un libro coinvolgente, ben scritto, scorrevole e dal finale inaspettato.
    Due persone con la loro storia personale, le loro stranezze, le loro paure, così vicine, così necessarie l'una all'altra, eppure così impossibili da legare totalmente.
    Ma l'una insegnerà all'altra l'arte del rialzarsi e camminare da sola.

    gezegd op 

  • 3

    Viendo las reseñas sobre este libro está clara una tendencia: O te gusta o lo odias. Las opiniones, sobre todo las negativas, son bastante radicales. Sobre todo de los lectores italianos.
    En Italia es ...doorgaan

    Viendo las reseñas sobre este libro está clara una tendencia: O te gusta o lo odias. Las opiniones, sobre todo las negativas, son bastante radicales. Sobre todo de los lectores italianos.
    En Italia este libro fue un fenómeno de ventas, social y de marketing , lo que tiende a radicalizar las opiniones , yo no conocía este libro y creo que eso puede darme otra visión al no estar influido por la publicidad. Eso es lo que intento decirme, porque soy el rarito que le da 3 estrellas al libro (la tendencia es darle cinco o cero!)
    El tema de este libro es la Soledad, así con mayúsculas, la que no tiene nada que ver con la presencia física cercana de otras personas, sino de la que trata de la soledad interior, la de saberse diferente, la de crearse una coraza que te aísle del mundo.
    Trata de dos personas especiales, con problemas para formar parte de la sociedad y que crean su propio mundo en el que se sienten más a salvo, aunque ello les lleve a tomar decisiones equivocadas una y otra vez. Mattia, genio de las matemáticas pero autista social y con tendencia a la autolesión, que arrastra un trágico suceso infantil que él siempre asumió como su culpa y del que realmente él ha sido el culpable material y Alice, niña bien, anoréxica, que tras un accidente infantil provocado por la presión paterna pierde por completo su autoconfianza y pasa su vida buscando un referente que le dé seguridad.
    Dos personas cuya vida se entrecruza y que parecen destinados a estar juntos pero que por su particular instinto de supervivencia nunca lo logran.
    A veces la narración es desesperante, dan ganas de abandonar a los personajes a su suerte y darlos por imposibles pero tiene instantes muy intensos donde creo que casi todos alguna vez podemos identificarnos.
    Un punto polémico es la figura del padre imperfecto, los traumas infantiles de los dos protagonistas están claramente causados por actuaciones irresponsables de los padres. Sin embargo la narración no insiste en ello, en ningún momento se busca esa excusa para el comportamiento de los protagonistas y asumen todas las consecuencias, con un terrible costo personal para ellos mismos, hasta al punto de que al final del libro las figuras de los padres se convierten en prácticamente irrelevantes.
    Los críticos con el libro hablan de que los personajes son vacíos, que el estilo de escritura es infantil y que es un libro para adolescentes aprendices de Emo….
    No comparto esa opinión, el libro está lejos de ser perfecto, es cierto que el estilo no es muy elaborado y se dejan cosas en el tintero, como lo relativo a los padres que comentaba antes, pero creo que es sincero, simplemente no es un libro para todos los públicos que, cosas del marketing, se convirtió en éxito de ventas con un público masivo al que no estaba dirigido inicialmente.
    Depende en que momento de tu vida estés este libro puede ser insufrible o hacerte reflexionar, quizás tengas que haber vivido algunas cosas y algún tiempo para poder entenderlo. Quizás puede que tengas que ser padre/madre para sentirte realmente aterrado por la posibilidad de arruinar la vida de tu hijo sin ni siquiera darte cuenta.
    Bueno lo que está claro es que no es un libro “divertido” al uso pero que sabes lo que te va a ofrecer y cada uno debe valorar si le apetece leerlo.
    Por cierto, este libro tiene uno de los mejores y más poéticos títulos que he visto nunca, desde luego pone de manifiesto la importancia de un buen título para captar al lector y creo que en este caso es una parte importante de su éxito de ventas.

    gezegd op 

Sorting by
Sorting by