Destinazione ignota

Di

Editore: Hachette (I grandi gialli di Agatha Christie)

3.6
(415)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 158 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Spagnolo , Olandese

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Magda Tincani

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Paperback

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Destinazione ignota?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Dev’essere stato proprio così. Loro pensano di sapere e questo è sempre pericoloso. Noi apparteniamo a una razza diversa. Conosciamo l’umiltà. Non c’illudiamo di poter salvare il mondo, ma pensiamo so ...continua

    Dev’essere stato proprio così. Loro pensano di sapere e questo è sempre pericoloso. Noi apparteniamo a una razza diversa. Conosciamo l’umiltà. Non c’illudiamo di poter salvare il mondo, ma pensiamo soltanto di raccoglierne qualche rottame.

    Non è un mondo nuovo che volete creare. È la distruzione di quello vecchio che vi affascina.

    Sarà un’ovvietà ma la Christie è sempre la regina, anche quando il romanzo non è un giallo classico.
    Solo in apparenza in realtà, il giallo c’è, solo che, ed è questa la novità, non si capisce bene su che cosa si sta indagando, fino al finale.
    Finale in cui ci vengono regalate non una ma ben due soluzioni, nel tipico stile della Christie.

    Scienziati che spariscono – e il pensiero vola a Majorana – e i servizi segreti che riescono a reclutare una donna stufa della sua vita per tentare di capire. L’azione si svolge in un punto imprecisato nel deserto del Marocco, con quel clima di tensione e sospetto di “Non c’è più scampo”.
    E non è certo un romanzo leggero: alla fine uno si ritrova a riflettere sulla discriminazione della donna nel mondo della scienza, e sul mistero del male che riesce subdolamente a mascherarsi da bene.

    ha scritto il 

  • 4

    una donna molto intelligente

    La Christie, che ci mette un po' delle sue esperienze, e la disperata aspirante suicida che ha ancora curiosità . E poi una specie di Spectre , quando i più non riuscivano a immaginare altro che l'ant ...continua

    La Christie, che ci mette un po' delle sue esperienze, e la disperata aspirante suicida che ha ancora curiosità . E poi una specie di Spectre , quando i più non riuscivano a immaginare altro che l'antagonismo usa-urss

    ha scritto il 

  • 4

    Un magnate greco che vuole investire parte del suo capitale in commercio di "cervelloni", una fuga di scienziati che si teme siano finiti oltre cortina, un finale a sorpresa, il tutto ambientato in un ...continua

    Un magnate greco che vuole investire parte del suo capitale in commercio di "cervelloni", una fuga di scienziati che si teme siano finiti oltre cortina, un finale a sorpresa, il tutto ambientato in un mondo che dopo la seconda guerra mondiale era in piena epoce di "guerra fredda".

    ha scritto il 

  • 0

    From the back of the book -
    When a number of leading scientists disappear without trace, concern grows within the intelligence services. Olive Betterton, the wife of Tom Betterton, one of the missing ...continua

    From the back of the book -
    When a number of leading scientists disappear without trace, concern grows within the intelligence services. Olive Betterton, the wife of Tom Betterton, one of the missing scientists, appears to hold the key to the mystery. Unfortunately, she now lies dying from injuries sustained in a Moroccan plan crash. Meanwhile, in a Casablanca hotel room, Hilary Craven prepares to take her own life. However, her suicide attempt is interrupted by a man who will offer a more thrilling way to die, i.e. to be Olive Betterton. The mission leads Hilary to discover a secret operation that tries to collect the best brains on earth.

    ha scritto il 

  • 5

    Sentite, la letteratura, sì. Gli intellettuali, sì. L'arte, come no. Bene. Agatha Christie, godimento totale. Come giallo non so, non è certo al livello dell'assassinio di Roger Ackroyd, e poi non è u ...continua

    Sentite, la letteratura, sì. Gli intellettuali, sì. L'arte, come no. Bene. Agatha Christie, godimento totale. Come giallo non so, non è certo al livello dell'assassinio di Roger Ackroyd, e poi non è un giallo, è una spy story. Ma una spy story assurda, con atmosfera ricreata in studio, anche se lei, Agatha, in Marocco c'era andata veramente, come in tante altre parti del mondo, com'è noto. Leggetelo, se vi piace l'archeologia della spy story. La spy story senza significati geopolitici testoni. E poi scoprirete che è, in realtà, un fantasy. Adorabile.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro por completo diferente a lo que Agatha Christie nos tiene acostumbrados: no se trata de un asesinato o un robo que hay que resolver, sino que esta trama está centrada en espías de la época de ...continua

    Un libro por completo diferente a lo que Agatha Christie nos tiene acostumbrados: no se trata de un asesinato o un robo que hay que resolver, sino que esta trama está centrada en espías de la época del telón de acero.

    ha scritto il 

Ordina per