Deu negrets

I aleshores no en quedà cap

Per

Editor: Columna Edicions

4.4
(14843)

Language: Català | Number of Pàgines: 220 | Format: Paperback | En altres llengües: (altres llengües) English , Chi traditional , Spanish , Italian , German , French , Swedish , Czech , Greek , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 8466403736 | Isbn-13: 9788466403733 | Data publicació: 

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Deu negrets ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Deu persones són convidades, sota misteriosos pretextos, a passar uns dies en una luxosa mansió situada en un illot de la costa de Devon. Deu estranys que no tenen res en comú, llevat que cadascun d'ells guarda zelosament un secret mortal. Però un assassí desconegut creu que ha arribat l'hora de fer justícia: un dels convidats s'ennuega i mor, i llavors només en queden nou. I després, vuit. I després, set. I després, només sis, i cinc.. I aleshores no en quedà cap (Deu negrets) és, sens dubte, una de les novel·les que més ha contribuït a convertir la seva autora, Agatha Christie, en un mite del gènere negre.
Sorting by
  • 2

    Con rammarico, ma non è per me

    E' un classico di tutti i tempi ed è importante leggere la memorabile vicenda dei dieci piccoli negretti, mi son detto. Ma celavo i miei timori, poi ritrovati tutti, e anche di più.

    Non amo i gialli ...continua

    E' un classico di tutti i tempi ed è importante leggere la memorabile vicenda dei dieci piccoli negretti, mi son detto. Ma celavo i miei timori, poi ritrovati tutti, e anche di più.

    Non amo i gialli fini a se stessi che non mi raccontano nulla o quasi del proprio tempo, non mi appassionano la borghesia inglese annoiata e formale di inizio secolo e i suoi colonnelli in pensione e le sue istitutrici acide e la sua servitù in guanti bianchi, non mi coinvolge una certa sensibilità esclusivamente femminile di alcune autrici che non scrivono anche a me. Come temevo, ho ritrovato tutto ciò con Agatha Christie, e anche di più.

    Anche se in ottima prosa, ho intravisto, ad esempio, la donna snob che comincia a scrivere per scommessa con la sorella e non trasmette (perché non ne è partecipe) alcuna delle passioni che pure attraversavano la sua epoca. Mi sembra quasi di vederla mentre progetta le sue trame nelle giornate di pioggia davanti ad una finestra, mettendo artificialmente al posto giusto (o volutamente errato) tutti gli indizi e le prove, sfidando il suo pubblico giallista puro cui, sfortunatamente, non appartengo.

    Volendo comunque trovare del buono in questa lettura, interessante è stato immaginare una specie di punizione terrena che vada oltre le colpe della legge, laddove neanche il dio sa intervenire. Che però, a pensarci, è poco più del pio desiderio di una persona benpensante, e che riguarda storie personali di singoli individui da classificare in innocenti o colpevoli, quasi come un pettegolezzo sdegnato tra comari, mentre non dice nulla sulla società del suo tempo.

    So che in altre prove letterarie è stata più esposta a viaggi e culture diverse, come sull'Orient Express, ove spero si sia manifestata con più sincerità e passione, ma stavolta non ho sentito nulla. Scusatemi, ma per me son cose necessarie.

    dit a 

  • 4

    E poi non rimase nessuno...

    Appena ho visto l’omonima miniserie tv ho voluto leggere il libro…e sebbene conoscessi già l’identità dell’assassino (che nel film avevo immaginato subito mentre dal libro non l’avrei capito per quant ...continua

    Appena ho visto l’omonima miniserie tv ho voluto leggere il libro…e sebbene conoscessi già l’identità dell’assassino (che nel film avevo immaginato subito mentre dal libro non l’avrei capito per quanto è scritto bene!) l’ho trovato fantastico e l’ho divorato. La zia Agatha è parca di descrizioni ma proprio grazie al fatto che non si perde in chiacchiere la tensione è palpabile fino alla fine dove si svela il mistero in modo brillante. Soprattutto ho trovato affascinante la personalità dell’assassino…Ce ne fossero di assassini con quella motivazione…Ps agli appassionati di zia Agatha consiglio anche “Viaggiare è il mio peccato”: non è un giallo, è il diario di viaggio dell’autrice del suo viaggio in Siria al seguito del marito archeologo. Si scopre che oltre ad essere la brillante regina del giallo era anche una donna davvero spiritosa e divertente.

    dit a 

  • 4

    All'inizio si profilano 8 personaggi. È difficile stare dietro alle storie di tutti, a seguire il filo conduttore. Ma non appena tutti gli ospiti sbarcano sull'isola, il primo omicidio dà il via alla ...continua

    All'inizio si profilano 8 personaggi. È difficile stare dietro alle storie di tutti, a seguire il filo conduttore. Ma non appena tutti gli ospiti sbarcano sull'isola, il primo omicidio dà il via alla curiosità appassionata del lettore. Non avevo mai letto un libro di Agatha Christie e devo dire di esserne rimasta positivamente colpita. Oltre alla creatività e immaginazione della vicenda, l'autrice è riuscita, a parer mio, a sviare completamente la verità, regalando una suspance che le ha fatto meritatamente guadagnare la fama. Bello, semplice, avvincente!

    dit a 

  • 4

    romanzo di agatha christie considerato un capolavoro,storia che ha ispirato film.libro ben scritto molto scorrevole dopotutto stiamo parlando della regina del giallo...ottima storia personaggi ben des ...continua

    romanzo di agatha christie considerato un capolavoro,storia che ha ispirato film.libro ben scritto molto scorrevole dopotutto stiamo parlando della regina del giallo...ottima storia personaggi ben descritti e finale a sorpresa.

    dit a 

  • 5

    Il miglior libro di Agatha, e fra tutti quelli che ho letto, quello che ho trovato più coinvolgente e ricco di colpi di scena, ma soprattutto inaspettato. Pagina dopo pagina non hai idea di cosa potre ...continua

    Il miglior libro di Agatha, e fra tutti quelli che ho letto, quello che ho trovato più coinvolgente e ricco di colpi di scena, ma soprattutto inaspettato. Pagina dopo pagina non hai idea di cosa potrebbe accadere ed è questo il bello.

    dit a 

  • 4

    Finale insoddisfacente!

    Cominciato al mattino e finito due ore dopo!
    Un libro scritto molto bene, ricco di colpi di scena ed una scrittura ricercata e raffinata, me lo son goduta fin dalla prima pagina.

    Unica pecca? Il final ...continua

    Cominciato al mattino e finito due ore dopo!
    Un libro scritto molto bene, ricco di colpi di scena ed una scrittura ricercata e raffinata, me lo son goduta fin dalla prima pagina.

    Unica pecca? Il finale!
    Non l'ho trovato all'altezza del resto del libro. Pensavo che il finale sarebbe stato mozzafiato, ed invece non potevo credere che quello fosse il vero finale.
    Mi ha lasciato l'amaro in bocca.. ma ciò non togloe che sia comunque un grande libro, un di quelli 'da leggere almeno una volta nella vita'!

    dit a 

  • 4

    Chi sarà l'assassino?

    E brava la Christie! Mi hai fregato. Fino alla fine ho fatto mille congetture per riuscire a capire chi fosse l'assassino del romanzo, ma niente, è riuscita nel suo intento: mi ha distratto e non ho c ...continua

    E brava la Christie! Mi hai fregato. Fino alla fine ho fatto mille congetture per riuscire a capire chi fosse l'assassino del romanzo, ma niente, è riuscita nel suo intento: mi ha distratto e non ho capito una ciofega. Brava. Anche se sono rimasto deluso quando viene svelato chi è e come ha agito l'assassino, una spiegazione assurda e improbabile, ma realistica, non posso negarlo. Peccato che si può leggere solo una volta. Se ancora vi manca, recuperate questo bel giallo e mettete alla prova il vostro fiuto investigativo latente.

    dit a 

Sorting by
Sorting by