Die Augen des Drachen

By

Verleger: Ullstein

3.6
(2301)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 381 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Italian , Dutch , Spanish , French , Swedish , Chi traditional , Czech , Polish , Portuguese , Russian

Isbn-10: 3548263054 | Isbn-13: 9783548263052 | Publish date: 

Translator: Joachim Körber

Auch verfügbar als: Mass Market Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Die Augen des Drachen ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 3

    Non è il King che ti aspetti, questa è una favola, non il "solito" horror, ma non sono rimasta del tutto convinta, forse proprio perché sono abituata ad un altro genere.

    gesagt am 

  • 4

    Un King diverso e gradevole

    Me lo ricordavo abbastanza bene, dopotutto, nonostante gli anni passati.
    In fondo è una storiella, per niente complicata (ampia introduzione, il fattaccio, salto di anni,escalation finale), ma rimane ...weiter

    Me lo ricordavo abbastanza bene, dopotutto, nonostante gli anni passati.
    In fondo è una storiella, per niente complicata (ampia introduzione, il fattaccio, salto di anni,escalation finale), ma rimane altamente piacevole.
    Unico neo il post-finale un po' troppo affrettato, ma forse raccontare di più sarebbe stato un allungare il brodo per niente (e questo libro per essere di King è incredibilmente succinto).

    gesagt am 

  • 2

    Ma King quanti libri ha scritto sulle fughe carcerarie?Tre, quattri, più? Doveva pur succedere che almeno uno di questi uscisse zoppo, è infatti questo libro ha un incedere ubriaco. Scritto e tradotto ...weiter

    Ma King quanti libri ha scritto sulle fughe carcerarie?Tre, quattri, più? Doveva pur succedere che almeno uno di questi uscisse zoppo, è infatti questo libro ha un incedere ubriaco. Scritto e tradotto malissimo, pesante, con qualche spunto interessante qua e là ma pieno di scontatezze indigeribili. Si respira Dumas mentre si legge anzi, lo si rimpiange. Deve trattarsi di un caso simile al gruppo de i "Police": costretti dalle majors a sfornare un album in solo un mese; nel caso del gruppo il risultato è stato un capolavoro, in quello di King un po' una merda. Da perdere senza indugi

    gesagt am 

  • 2

    esperimento riuscito a (meno della) metà: non è un libro per bambini, come spesso viene descritto, ma neanche un fantasy "adulto", soprattutto nella banalissima costruzione dei personaggi (tranne Flag ...weiter

    esperimento riuscito a (meno della) metà: non è un libro per bambini, come spesso viene descritto, ma neanche un fantasy "adulto", soprattutto nella banalissima costruzione dei personaggi (tranne Flagg che già da giovane mostrava le sue qualità)

    gesagt am 

  • 3

    Sicuramente non uno dei libri migliori di Stephen King, Gli occhi del drago riesce comunque a risultare un romanzo, anzi, quasi una favola, simpatica e leggibile, sicuramente lontana dalle solite tram ...weiter

    Sicuramente non uno dei libri migliori di Stephen King, Gli occhi del drago riesce comunque a risultare un romanzo, anzi, quasi una favola, simpatica e leggibile, sicuramente lontana dalle solite trame fantasy incentrate su guerrieri e imprese al limite del possibile.

    gesagt am 

  • 3

    La favola secondo King

    Gli occhi del drago è il libro scritto nel 1984 e letto da me la prima volta a metà anni 90 quando ancora ero un ragazzino.
    Il ricordo che ho della lettura è bellissimo al di la’ dei meriti del libro ...weiter

    Gli occhi del drago è il libro scritto nel 1984 e letto da me la prima volta a metà anni 90 quando ancora ero un ragazzino.
    Il ricordo che ho della lettura è bellissimo al di la’ dei meriti del libro poiché rievoca in me un periodo di spensieratezza tipica dell’età.
    E qui sta l’errore. Conscio di quel ricordo decido di rileggerlo (anche perché non ricordavo nulla) ed ecco che l’amaro in bocca è servito. Ricordato come un libro stupendo si rivela un libro non eccelso, un libro troppo per ragazzi, una favola e che sente, sullo stile, sulla scrittura tutto il peso dei suoi anni.
    E’ una favola, di King certo, ma rimane una favola.
    Di quelle che puoi raccontare in nemmeno 10 minuti, ma King la scrive, la descrive e la racconta in 400 pagine.
    Piacevole certo, ma abbastanza noiosa. Ho trovato insopportabile il buonismo di cui sono pregni i protagonisti e ho parteggiato non poco per i cattivi ma essendo una favola l’esito era già scontato.
    C’era una volta in un regno lontano lontano un re etc etc.. così inizia e così prosegue, con tutti i fatti già successi e già noti al narratore (che lo sottolinea puntualmente) .
    Comunque mi ha insegnato qualcosa (come tutte le favole per bambini che si rispettano): non rispolverare mai un bel ricordo potrebbe non essere bello come credi!

    p.s. il libro fu scritto per la figlia Naomi, troppo piccola per leggere i suoi horror, per cui l’obiettivo di King è centrato in pieno.

    gesagt am 

  • 4

    Una fiaba thriller

    Un giovane principe è ingiustamente accusato dal malvagio mago di corte di avere avvelenato il padre ed è imprigionato in cima ad un altissimo obelisco. Progetta di fuggire, aiutato da un piccolo grup ...weiter

    Un giovane principe è ingiustamente accusato dal malvagio mago di corte di avere avvelenato il padre ed è imprigionato in cima ad un altissimo obelisco. Progetta di fuggire, aiutato da un piccolo gruppo di fedelissimi. E’ una storia assolutamente insolita, narrata come una favola con fantastiche spiritose invenzioni: la carota kleffa, il bacaro bacozzo, il drago Niner, il pappagallo a due teste. Scritto nel ’79, e dedicato alla figlioletta Naomi, il romanzo tratta già temi cari a King, il gruppo di amici uniti contro il Male antico quanto il mondo, il fantastico regno un po’ medioevale e un po’ moderno, che sarà poi descritto nella saga della Torre Nera, ma qui il racconto è molto più fresco e scorrevole che nelle mastodontiche opere successive. E’ stato il primo romanzo di King della mia raccolta, apprezzato allora e riletto ora con piacere. Fantastica la caratterizzazione dei personaggi, nei loro pregi e difetti, che rivela l’acuto spirito di osservazione comune a tutte le opere del Re.

    gesagt am 

  • 5

    這是一本史蒂芬金寫給女兒的童書,說是童書,其實也不盡然是如此,故事情節一點都不是浪漫的粉紅色,也沒有王子與公主從此快樂生活的結局。這本「童書」有著奇幻世界裡的龍、有邪惡的千年巫師、有正氣凜然卻被誣陷的王子、有看似駑鈍卻在關鍵時刻做出正確抉擇的孬王子(國王)、還有一群死心守護信念的夥伴。

    沒有誰一定對、也沒有什麼一定是錯的。這個世界本來就不是二分法可以輕易區隔開來。

    初翻閱這本書,會覺得一點都不像史 ...weiter

    這是一本史蒂芬金寫給女兒的童書,說是童書,其實也不盡然是如此,故事情節一點都不是浪漫的粉紅色,也沒有王子與公主從此快樂生活的結局。這本「童書」有著奇幻世界裡的龍、有邪惡的千年巫師、有正氣凜然卻被誣陷的王子、有看似駑鈍卻在關鍵時刻做出正確抉擇的孬王子(國王)、還有一群死心守護信念的夥伴。

    沒有誰一定對、也沒有什麼一定是錯的。這個世界本來就不是二分法可以輕易區隔開來。

    初翻閱這本書,會覺得一點都不像史蒂芬金的口吻,但讀過之後會發現,其實金爺在這本書中適時的闡述了成人世界的各種面向,有黑暗、有亮光、有權謀、有悔過。沒有什麼事情是絕對的!

    gesagt am 

Sorting by