Die sizilianische Oper

By

Verleger: Piper Verlag

4.0
(2967)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 271 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) Italian , Spanish , French

Isbn-10: 3492234402 | Isbn-13: 9783492234405 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Do you like Die sizilianische Oper ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    Ci sono libri che vanno letti solo quando arriva il loro momento; probabilmente se avessi letto Il birraio di Preston prima di Un mese con Montalbano sarei impazzita: i termini dialettali mi avrebbero ...weiter

    Ci sono libri che vanno letti solo quando arriva il loro momento; probabilmente se avessi letto Il birraio di Preston prima di Un mese con Montalbano sarei impazzita: i termini dialettali mi avrebbero fatto desistere. Sarebbe stata una perdita terribile.
    La struttura modulare del libro è geniale e la capacità di Camilleri di raccontare la Sicilia (di qualunque epoca si tratti) inarrivabile. A partire da un evento storico, in poco più di duecento pagine Camilleri mette a fuoco un mondo pieno di contraddizioni. Un incendio, un prefetto toscano, dei cittadini arrabbiati, gli ingredienti per un mix esplosivo senza paragoni.

    gesagt am 

  • 4

    Camilleri prima della grande fama

    Vigata 1872: si inaugura il nuovo teatro operistico cittadino. Il prefetto di Montelusa si incaponisce a voler far rappresentare, con l'aiuto d'un maffioso locale, "Il Birraio di Preston", opera di un ...weiter

    Vigata 1872: si inaugura il nuovo teatro operistico cittadino. Il prefetto di Montelusa si incaponisce a voler far rappresentare, con l'aiuto d'un maffioso locale, "Il Birraio di Preston", opera di un (giustamente) sconosciuto autore napoletano. I vigatesi si ribellano a modo loro, e tutto finisce a schifìo. Ci scappa pure il morto. Il delegato Puglisi (un ur-Montalbano) indaga.

    Il caratteristico impasto di dialetto e italiano qui viene usato per tutti i personaggi, siciliani, napoletani, romani, toscani, milanesi e piemontesi, nella Babele di un'Italia unificata da poco, e solo politicamente.

    L'autore si diverte (ed il lettore pure).

    gesagt am 

  • 4

    il piacere è tutto mio

    come si usava dire nelle presentazioni. Camilleri in realtà lo conosco da tempo e questo libretto è come una scatola di cioccolatini: ogni capitolo un ripieno diverso, delizioso, e non fa neanche in ...weiter

    come si usava dire nelle presentazioni. Camilleri in realtà lo conosco da tempo e questo libretto è come una scatola di cioccolatini: ogni capitolo un ripieno diverso, delizioso, e non fa neanche ingrassare.

    gesagt am 

  • 3

    Camilleri manifesta la sua amara ironia soprattutto nei dialoghi, in cui al sarcasmo della battuta fanno da controcanto la cognizione dell'assurdo in cui siamo e la pena per l'immutabilità di questa c ...weiter

    Camilleri manifesta la sua amara ironia soprattutto nei dialoghi, in cui al sarcasmo della battuta fanno da controcanto la cognizione dell'assurdo in cui siamo e la pena per l'immutabilità di questa condizione. Così la storia si presenta da subito con il ghigno irriverente della farsa.

    gesagt am 

  • 5

    Capolavoro, libro splendido nel contenuto e nella costruzione molto particolare. Se vi interessa leggere la mia recensione completa la trovate a questo link: http://www.libri.we-news.com/recensioni-li ...weiter

    Capolavoro, libro splendido nel contenuto e nella costruzione molto particolare. Se vi interessa leggere la mia recensione completa la trovate a questo link: http://www.libri.we-news.com/recensioni-libri/i/295-recensione-il-birraio-di-preston-libro-di-andrea-camilleri

    gesagt am 

  • 1

    Non sono riuscito a superare il terzo capitolo. Molti amici me lo avevano presentato come un bel libro ma non ero più abituato al dialetto di Camilleri e mi sono mancate le forze per continuare ...weiter

    Non sono riuscito a superare il terzo capitolo. Molti amici me lo avevano presentato come un bel libro ma non ero più abituato al dialetto di Camilleri e mi sono mancate le forze per continuare

    gesagt am 

  • 0

    Libro di lodevoli intenti e contenuti, del filone “simil-storico” che non solo amo ma, come consiglierei di adottare dalle scolaresche, come già accade a Ibla (RG), per quelli che tuttavia sono i miei ...weiter

    Libro di lodevoli intenti e contenuti, del filone “simil-storico” che non solo amo ma, come consiglierei di adottare dalle scolaresche, come già accade a Ibla (RG), per quelli che tuttavia sono i miei gusti e limiti l’avrei apprezzato ulteriormente e immediatamente se il Capitolo Primo che invece arriva a pagina solo a pagina 22. E’ anche vero che ogni capitoletto può leggersi secondo un ordine arbitrario… ma constando più che altro di testimonianze sullo stesso avvenimento – l’incendio scoppiato in teatro – la confusione non sarebbe mutata… se non, appunto, fino alla lettura del “Capitolo Primo”.
    Comunque: Camilleri Forever!!

    gesagt am 

  • 3

    Ben scritto. ma...

    Quando ci metto così tanto a terminare un libro significa che qualcosa non è andato bene. In questo caso posso ipotizzare, oltre a una fase personale di "stanca", lo scoglio del gergo inventato da Cam ...weiter

    Quando ci metto così tanto a terminare un libro significa che qualcosa non è andato bene. In questo caso posso ipotizzare, oltre a una fase personale di "stanca", lo scoglio del gergo inventato da Camilleri, i mille personaggi e una storia non lineare.
    Il classico libro che, se prende, te lo leggi in uno-due giorni se è tanto, divertendoti come un matto. Nel mio caso me lo sono trascinato un capitolo a giorno e i suoi punti di forza sono diventati solo dei malus, un vero peccato.
    Certi profili però sono totali, uno su tutti "don Tanino Licanzi, detto "manolesta", perchè aveva il vizio di toccare il culo, con abilità quasi sovrumana, a tutte le femmine che gli venivano a tiro [...] -Mi stanno to'ando i' culo!- strillò sbalordita, indignata e leggermente felice la prefettessa." Geniale.

    gesagt am 

Sorting by