Dracula

By

Publisher: Dorset Press

4.2
(13102)

Language: English | Number of Pages: | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , German , Portuguese , Japanese , Chi traditional , French , Italian , Korean , Russian , Chi simplified , Swedish , Catalan , Finnish , Greek , Czech , Galego , Polish , Danish , Basque , Hungarian , Dutch , Indian (Hindi) , Croatian , Indonesian , Farsi , Romanian , Turkish , Thai

Isbn-10: 156619301X | Isbn-13: 9781566193016 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback , Audio CD , School & Library Binding , Audio Cassette , Library Binding , Others , Softcover and Stapled , Unbound , eBook , Leather Bound

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Dracula ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Dracula is perhaps almost as interesting regarded historically as the product of a specific time as it is engaging to continuing generations of readers in a 'timeless' fashion. In her introduction Byron first discusses the famous novel as an expression not of universal fears and desires but of specifically late nineteenth-century concerns. At the same time she is entirely attuned to the ways in which, however much Dracula is a Victorian text, Dracula is a very twentieth-century character, a representative of modernity and of the future.
Sorting by
  • 2

    Punti di vista diversi ma sempre uguali

    Il libro si apre con un'esplosione di avvenimenti e la modalità con cui sono descritti cattura l'attenzione del lettore che viene introdotto in un'atmosfera cupa e piena di terrore. Dopo questa parte ...continue

    Il libro si apre con un'esplosione di avvenimenti e la modalità con cui sono descritti cattura l'attenzione del lettore che viene introdotto in un'atmosfera cupa e piena di terrore. Dopo questa parte iniziale si procede a rilento, con descrizioni molto lunghe e ripetitive. Nonostante sia scritto sotto forma di diario e ci siano i diversi punti di vista dei personaggi (tranne quello di Dracula) risultano essere tutti simili poichè i personaggi sono stereotipati e non sono fortemente caratterizzati (le donne sono fragili e devono essere salvate dai coraggiosi uomini).

    said on 

  • 1

    Delusione.

    Non mi è piaciuto per niente.
    Mi dispiace, perché capisco la grandezza di quest'opera, eppure l'ho trovato veramente noioso e pesante. Si salvano soltanto la parte di Lucy e i diari di Seward. ...continue

    Non mi è piaciuto per niente.
    Mi dispiace, perché capisco la grandezza di quest'opera, eppure l'ho trovato veramente noioso e pesante. Si salvano soltanto la parte di Lucy e i diari di Seward.

    said on 

  • 4

    Avvincente, con uno stile di scrittura (il diario / romanzo epistolare) sorprendentemente coinvolgente. Peccato per il finale, secondo me si risolve tutto troppo in fretta (parlo davvero delle ultime ...continue

    Avvincente, con uno stile di scrittura (il diario / romanzo epistolare) sorprendentemente coinvolgente. Peccato per il finale, secondo me si risolve tutto troppo in fretta (parlo davvero delle ultime 2 pagine).

    said on 

  • 4

    L'ho letto quando si usavano ancora il Bomber e Levi's 501, nel secolo scorso, ma ne conservo sempre un bel ricordo. E' un classico dei classici, imperdibile! Se si è vampiri poi, come si fa a non leg ...continue

    L'ho letto quando si usavano ancora il Bomber e Levi's 501, nel secolo scorso, ma ne conservo sempre un bel ricordo. E' un classico dei classici, imperdibile! Se si è vampiri poi, come si fa a non leggerlo?

    said on 

  • 5

    Capolavoro Stoker!

    Mai, mai, mai avrei creduto che un personaggio trito e ritrito quanto il conte Dracula, così come una storia sentita e risentita, vista, fatta, rifatta e reinterpretata mi avrebbe tenuta col fiato sos ...continue

    Mai, mai, mai avrei creduto che un personaggio trito e ritrito quanto il conte Dracula, così come una storia sentita e risentita, vista, fatta, rifatta e reinterpretata mi avrebbe tenuta col fiato sospeso dalla prima all'ultima pagina! Geniale e coinvolgente la narrazione attraverso i diari. Il Conte una presenza subdola, una minaccia continua e discreta, un animale elegante e raffinato. Niente da dire, davvero, un capolavoro gotico!

    said on 

  • 5

    Ho sete

    Non sono un appassionato del genere, e ho letto questo libro quasi per caso e ho solo una parola per descriverlo "capolavoro". Un libro capace di rapirti e tenerti li a leggerlo tutto d'un fiato. ...continue

    Non sono un appassionato del genere, e ho letto questo libro quasi per caso e ho solo una parola per descriverlo "capolavoro". Un libro capace di rapirti e tenerti li a leggerlo tutto d'un fiato.

    said on 

  • 5

    Perché la vita in fondo cos'è? Solo l'attesa di qualcosa d'altro, no? E la morte è l'unica cosa che possiamo essere sicuri che viene.

    Un capolavoro.

    said on 

Sorting by
Sorting by