Drive-in

La trilogia

Di

Editore: Einaudi

3.7
(274)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 539 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806211986 | Isbn-13: 9788806211981 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Drive-in?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Il primo romanzo della serie colpisce, graffia, diverte. Un horror fantascientifico surreale in cui si critica senza troppi sofisimi la cultura consumistica e, più in generale, la natura umana. L'esse ...continua

    Il primo romanzo della serie colpisce, graffia, diverte. Un horror fantascientifico surreale in cui si critica senza troppi sofisimi la cultura consumistica e, più in generale, la natura umana. L'essere umano messo di fronte ai suoi bisogni primari si rivela per quello che è: il giudizio non è pietoso. Disturbante e con alcune trovate geniali (la comunione cattolica in versione cannibale, il rapporto tra percezione della realtà e immagini video, la descrizione delle psicologie con pochi ficcanti tocchi).
    Purtroppo gli altri due romanzi della serie sono un noioso annacquamento di brodo in cui si perde tensione e carica eversiva. La media totale ne risente pesantemente.

    ha scritto il 

  • 4

    imperdibile!!!

    Al di là del fatto che Lansdale può aver scritto qualcosa di migliore, devo dire che l'horror- demenziale espresso in questa trilogia mi fa veramente ridere. Il migliore è sicuramente il primo, ma tut ...continua

    Al di là del fatto che Lansdale può aver scritto qualcosa di migliore, devo dire che l'horror- demenziale espresso in questa trilogia mi fa veramente ridere. Il migliore è sicuramente il primo, ma tutti non tradiscono le aspettative.

    ha scritto il 

  • 2

    Non avevo ancora letto nulla di Joe Lansdale, la Trilogia del Drive-in rappresenta quindi il primo incontro con questo autore. Ne avevo sentito parlar bene, mi è stato detto che stavo per leggere roma ...continua

    Non avevo ancora letto nulla di Joe Lansdale, la Trilogia del Drive-in rappresenta quindi il primo incontro con questo autore. Ne avevo sentito parlar bene, mi è stato detto che stavo per leggere romanzi molto "pulp" e che avrei scoperto un nuovo autore da seguire. La mia esperienza non corrisponde a quanto mi avevano anticipato. E non credo che "pulp" sia un attributo utilizzabile correttamente. Non sono pentito, ma ho l'impressione di aver letto soltanto un notevole repertorio di espressioni e battute che restano appese ad uno sfondo diffusamente piatto. Non nego che ci siano momenti comici interessanti, ma da soli non sono sufficienti a rendere la storia accattivante. Riguardo alla lettura dei singoli romanzi ho pensato: "interessante e diverso" ( il Drive-in), "cosa sto leggendo?" ( il Drive-in 2) e "decisamente noioso" (La notte del Drive-in 3). Ho voluto completare la lettura dei tre romanzi per valutare anche complessivamente la trilogia: non richiede un grande sforzo perchè si tratta di una lettura scorrevole ma non è riuscita a intrattenermi piacevolmente durante i viaggi in metropolitana e ciò è male.

    ha scritto il 

  • 4

    Inutile spiegarsi l'esistenza

    Scoprire Lansdale leggendo Drive-in potrebbe essere destabilizzante. Per leggere questo ciclo di tre libri, a mio avviso, è necessario conoscere bene l'autore.

    Lansdale ci prende per mano e ci trasci ...continua

    Scoprire Lansdale leggendo Drive-in potrebbe essere destabilizzante. Per leggere questo ciclo di tre libri, a mio avviso, è necessario conoscere bene l'autore.

    Lansdale ci prende per mano e ci trascina violentemente in un viaggio folle, disumanizzante ai limiti del non-sense. Costruisce una storia di fondo su paradossi talmente incredibili e fuori controllo da risaltare nitidamente in contrasto la povertà della figura dell'essere umano, convinto di padroneggiare i suoi istinti per poi abbandonarsi completamente ad essi quando la debole struttura sociale collassa.

    Ed è proprio in questo contesto assurdo, in questo viaggio onirico che l'autore riesce a raccontare l'uomo al meglio di ciò che lui sa fare. L'uomo che, nella sua insaziabile voglia di andare avanti, si interroga da sempre sulla sua esistenza imbattendosi in un caledoscopio di spiegazioni e teorie vane e deboli soprattutto quelle di stampo religiosamente ipocrita.

    ha scritto il 

  • 5

    OLTRE QUALUNQUE COSA

    Lansdale è il migliore autore ed il peggiore autore di tutti i tempi.
    Questa trilogia è una merda, se mi si passa il termine, ma una bella merda.
    Un libro che non ha senso, scritto in maniera impeccab ...continua

    Lansdale è il migliore autore ed il peggiore autore di tutti i tempi.
    Questa trilogia è una merda, se mi si passa il termine, ma una bella merda.
    Un libro che non ha senso, scritto in maniera impeccabilmente orribile. Non si riesce a staccarsene, letteralmente.
    Non mi era mai capitato che una storia così grottesca, grossolana e priva di senso mi si sedimentasse addosso e mi rendesse dipendente. Il primo libro, in particolare, sembra uno di quei filmacci che passano a notte fonda, d'estate, quei film che non si capisce se ti prendono per il culo o no.
    Questo è Lansdale e qualunque cosa scriva farà schifo e sarà la migliore che potrete leggere.

    ha scritto il 

  • 3

    Letto perchè amo Landsale, non so esprimere un giudizio complessivo.
    Il primo e il secondo Drive in reggono abbastanza bene, certo, se ami Lansdale fai un patto con lui e ami anche le assurdità che sa ...continua

    Letto perchè amo Landsale, non so esprimere un giudizio complessivo.
    Il primo e il secondo Drive in reggono abbastanza bene, certo, se ami Lansdale fai un patto con lui e ami anche le assurdità che sa mettere in piedi.
    Il terzo Drive in, però, è un po' troppo pretenzioso. Troppo delirante. Non l'ho nemmeno capito.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Qualcuno mi aiuti!

    Niente, io amo Lansdale, sul serio. Credo che sia imprescindibile per chi ama il genere giallo/noir/thriller e tutte le loro 50 sfumature di genere... ma questo suo cimentarsi con l'horror proprio non ...continua

    Niente, io amo Lansdale, sul serio. Credo che sia imprescindibile per chi ama il genere giallo/noir/thriller e tutte le loro 50 sfumature di genere... ma questo suo cimentarsi con l'horror proprio non l'ho capito.
    E comunque ho un problema. Non so se mi sono distratta un attimo, se ho sonnecchiato per qualche pagina senza accorgermene, se non l'ho capito o se... fatto sta che mi è sparito Bob. Tra la fine del secondo e l'inizio del terzo Bob è scomparso e io non ho capito come... qualche anima pia me lo dice?!?
    Eternamente grata,
    D.

    ha scritto il 

  • 5

    La trilogia di Lansdale o la si ama o la si disprezza. Personalmente la trovo eccezionale. Lansdale è un autore con la A maiuscola. Ho letto diversi suoi libri e un paio di raccolte di racconti, al mo ...continua

    La trilogia di Lansdale o la si ama o la si disprezza. Personalmente la trovo eccezionale. Lansdale è un autore con la A maiuscola. Ho letto diversi suoi libri e un paio di raccolte di racconti, al momento lo ritengo uno dei miei scrittori prediletti. Quando ti metti a leggere i testi di Lansadale ti viene quasi voglia di buttare sulla carta qualcosa anche a te, solo che poi ti accorgi che non sei il vecchio Joe.

    ha scritto il 

  • 0

    Il cambio del traduttore nel terzo libro è impossibile da non notare. Che sia questo il motivo per cui l'ho abbandonato o il delirio creativo di Lansdale, proprio non saprei dirlo.

    ha scritto il 

  • 2

    Grande delusione

    Mi aspettavo molto di più da questa trilogia, del cui autore avevo già letto altro (gialli).
    Tendenzialmente ripetitivo, alla lunga mi ha stufato, abbandonato a metà del secondo libro.
    Gli dò due stel ...continua

    Mi aspettavo molto di più da questa trilogia, del cui autore avevo già letto altro (gialli).
    Tendenzialmente ripetitivo, alla lunga mi ha stufato, abbandonato a metà del secondo libro.
    Gli dò due stelle perché nonostante tutto a Lansdale non posso rifilarne una sola.

    ha scritto il 

Ordina per