El Nombre De La Rosa

(Contemporanea)

By

Publisher: Debolsillo

4.4
(23277)

Language: Español | Number of Pages: 497 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Chi traditional , Italian , German , French , Catalan , Russian , Finnish , Polish , Dutch , Portuguese , Hungarian , Norwegian , Slovak , Slovenian , Swedish , Czech , Greek , Turkish , Romanian , Korean

Isbn-10: 9872060959 | Isbn-13: 9789872060954 | Publish date: 

Translator: Ricardo Pochtra

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Do you like El Nombre De La Rosa ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    Eco ci narra la storia di due monaci che vengono ad indagare in un monastero dove ogni giorno avviene un omicidio... Trama ben congegnata, sembra un thriller e un giallo alla agatha cristhie... Ricco ...continue

    Eco ci narra la storia di due monaci che vengono ad indagare in un monastero dove ogni giorno avviene un omicidio... Trama ben congegnata, sembra un thriller e un giallo alla agatha cristhie... Ricco di descrizioni sul medioevo, Eco è un grande filologo e si vede.

    said on 

  • 1

    brutto a mio parere

    Non mi è piaciuto per niente, una scopiazzata nei personaggi da Conan Doyle (i nomi dei protagonisti sono quelli di Sherlock Holmes), un giallo avvincente (quello si) ma che delude molto. Personalment ...continue

    Non mi è piaciuto per niente, una scopiazzata nei personaggi da Conan Doyle (i nomi dei protagonisti sono quelli di Sherlock Holmes), un giallo avvincente (quello si) ma che delude molto. Personalmente non sopporto questo intellettuale del potere, e i suoi libri mi confermano nella mia opinione, sopravvalutato.

    said on 

  • 5

    Il tributo ad Arthur Conan Doyle ed al suo Sherlock Holmes è evidentissimo fin dalle prime pagine. Il manoscritto è scritto in prima persona da Adso (il quale è l'equivalente di Watson). Il protagonis ...continue

    Il tributo ad Arthur Conan Doyle ed al suo Sherlock Holmes è evidentissimo fin dalle prime pagine. Il manoscritto è scritto in prima persona da Adso (il quale è l'equivalente di Watson). Il protagonista è Guglielmo da Baskerville (giusto per chiarire il riferimento all'Holmes). Forse per questo sono stata immediatamente rapita dalla storia. Tuttavia, non dovete aspettarvi una scopiazzatura di Doyle, perché non lo è assolutamnete.
    Innanzitutto, lo stile è di alto livello ed il linguaggio sublime, condito a dovere con locuzioni latine sparse qua e là.
    La mente fine ed acuta del monaco francescano conquista la simpatia del lettore da subito. E la storia è molto bella. In alcuni punti rallenta un po', soprattutto quando si filunga in riflessioni sull'eresia (in quei momenti, l'Eco-saggista vien fuori in tutta la sua potenza). Di solito preferisco l'azione e non digerisco bene i troppi dettagli storici. Per chi ama i romanzi storici, sicuramente queste digressioni saranno ben apprezzate.

    said on 

  • 5

    Umberto dovunque tu sia: grazie

    Umberto Eco non ha scritto un semplice romanzo, ha fatto un vero e proprio miracolo. Un libro che entra nelle vene, un affresco storico meticoloso e perfetto, una denuncia della figura istituzionale d ...continue

    Umberto Eco non ha scritto un semplice romanzo, ha fatto un vero e proprio miracolo. Un libro che entra nelle vene, un affresco storico meticoloso e perfetto, una denuncia della figura istituzionale della Chiesa, un trattato filosofico, un noir... è veramente un universo complesso "il nome della rosa" che è difficile da classificare in un genere letterario e recensirlo è a tratti imbarazzante, non c'è nulla da recensire. Questa è arte allo stato puro.

    said on 

  • 5

    Perfetto Perfettino

    Alcuni libri sono belli ma...
    Atri partono bene e finisco male
    Con certi ci si trova risucchiati a metà e non si riesce a finirli, e nemmeno ad abbandonarli!!!
    Ci sono quelli troppo lunghi, quelli che ...continue

    Alcuni libri sono belli ma...
    Atri partono bene e finisco male
    Con certi ci si trova risucchiati a metà e non si riesce a finirli, e nemmeno ad abbandonarli!!!
    Ci sono quelli troppo lunghi, quelli che finiscono troppo presto e quelli che "E no!!! Perché ha preso questa piega?"
    Poi arriva Eco e tira fuori un libro che è di una bellezza inspiegabile!
    Sarà che adoro i gialli? Sarà che amo il medioevo?
    Sarà, ma dopo niente è più lo stesso..

    said on 

  • 3

    Un romanzo che proietta un sapere da far arrossire...

    Recensire quest'opera non è affatto semplice, dato che viene scritta e prima ancora pensata alla fine degli anni settanta, quando accedere alle nozioni di cui si nutre era molto più complicato di ogg ...continue

    Recensire quest'opera non è affatto semplice, dato che viene scritta e prima ancora pensata alla fine degli anni settanta, quando accedere alle nozioni di cui si nutre era molto più complicato di oggi. Ammirazione per la conoscenza dell'autore, ma la storia si dipana tra un banale giallo e un thriller a singhiozzi e tutto sommato forse si può anche essere d'accordo con l'autore stesso, che lo definisce il suo romanzo peggiore. Più di due mesi per finirlo, d'altronde non può che esserne una conferma. Sarà sicuramente colpa mia!

    said on 

Sorting by
Sorting by