El zahir

By

Publisher: Planeta

3.4
(2974)

Language: Español | Number of Pages: 286 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , French , Italian , German , Portuguese , Catalan

Isbn-10: 8408059696 | Isbn-13: 9788408059691 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Ana Belén Costas

Also available as: Paperback , Mass Market Paperback , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Do you like El zahir ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Un reconocido escritor de fama mundial descubre un día que su mujer, corresponsal de guerra, ha desaparecido sin dejar rastro. ¿Ha sido secuestrada, víctima de un atentado o simplemente se sentía insatisfecha con su matrimonio? Cuando su ausencia se convierte en una obsesión que no deja espacio para nada más, el narrador se propone encontrar las respuestas a todas las preguntas que se le han planteado y, abandonando la seguridad de su mundo de privilegios, inicia el camino hacia un destino desconocido.
De Francia a España, a Croacia y a las hermosas llanuras del Asia Central, El Zahir es la historia de una búsqueda, un intento por alcanzar ese punto, tal vez inexistente, en el que se unen dos vías paralelas.
Gracias a su poderosa y cautivadora habilidad narrativa, y a algunas pinceladas autobiográficas, Paulo Coelho nos ofrece en esta nueva novela su extraordinario conocimiento del ser humano, además de un profundo análisis de cómo nos comportamos con aquellos a quienes decimos que amamos.
Sorting by
  • 3

    Sempre una sorpresa

    Si può dire molto di Coelho e della sua mistica invasiva, e condividerla o meno. Ma se si riesce a superare questa componente del suo raccontare, resta per me un bel leggere che supera il fatto narrat ...continue

    Si può dire molto di Coelho e della sua mistica invasiva, e condividerla o meno. Ma se si riesce a superare questa componente del suo raccontare, resta per me un bel leggere che supera il fatto narrativo. Perché volenti o nolenti ci costringe (anche in maniera laica) a riflettere su noi stessi e su alcune sensazioni e disorientamenti che ci accompagnano, più o meno palesati.

    Tra l'altro, ho apprezzato la capacità di cambiare le proprie ambientazioni, fino a confrontarsi stavolta ancora più direttamente con se stesso (almeno così mi piace pensare) e la propria (in)capacità di amare per davvero chi ci accompagna. Per pigrizia, per non rinunciare ad una confortevole sicurezza (in realtà precaria) e per paura di avventurarsi in terre inesplorate.

    E' una avventura che spesso non abbiamo non solo il coraggio ma neanche la forza di intraprendere, e che invece potrebbe cambiare la nostra vita. E darle il senso, che di norma non ha. Mi piace immaginare, con Coelho, che invece sia possibile vivere (in modo più o meno cosciente e/o rocambolesco) questa avventura, e che egli abbia voluto darcene una testimonianza sorprendentemente sincera.

    Come il suo protagonista al teatro, che ci abbia dunque raccontato una lunga storia di disamore (la propria) per poter poi liberare ciò che, soffocata da questa, non poteva manifestarsi e vivere per davvero.

    said on 

  • 4

    Controcorrente

    E' l'unico libro di Coelho che abbia realmente amato.
    Il motivo credo sia nella struttura narrativa utilizzata, molto più rigida e accademica rispetto alle altre opere che ho letto.
    Ci sono comunque l ...continue

    E' l'unico libro di Coelho che abbia realmente amato.
    Il motivo credo sia nella struttura narrativa utilizzata, molto più rigida e accademica rispetto alle altre opere che ho letto.
    Ci sono comunque le solite componenti: fatalismo, un certo esoterismo etc. ma sono al servizio di una storia e, ovviamente, dell'amore, protagonista supremo.

    said on 

  • 1

    almeno un paio di volte ho dovuto rigirare la copertina per vedere se veramente era Paulo Coelho a essere l'autore di questo libro. L'ho trovato prolisso, pedante, a tratti snervante. Deludente..lo ab ...continue

    almeno un paio di volte ho dovuto rigirare la copertina per vedere se veramente era Paulo Coelho a essere l'autore di questo libro. L'ho trovato prolisso, pedante, a tratti snervante. Deludente..lo abbandono

    said on 

  • 2

    Bah

    Che grande delusione. A tratti sembrava un venditore di fumo, tante chiacchiere per convincere un determinato pubblico... Evidentemente questo autore non fa per me.

    said on 

  • 3

    Il libro, scritto in prima persona, potrebbe quasi sembrare un'autobiografia. Parla di uno scrittore di successo che improvvisamente viene abbandonato dalla moglie: sconvolto dalla perdita, il pensier ...continue

    Il libro, scritto in prima persona, potrebbe quasi sembrare un'autobiografia. Parla di uno scrittore di successo che improvvisamente viene abbandonato dalla moglie: sconvolto dalla perdita, il pensiero di lei diventa per lui un'ossessione (lo Zahir), per questo decide di intraprendere un percorso lungo, tortuoso e faticoso per poterla ritrovare. L'ho letto con molta fatica, pur essendo fan sfegatata di Coelho. La storia è molto introspettiva e riflessiva, tipica dell'autore, tuttavia non sembra scritta da lui.. ma da un'altra persona! Stile di scrittura pesante e faticoso da seguire, anche io mi sono persa più volte nel corso della lettura di una pagina.. cosa che assolutamente non mi è successo in libri come "l'Alchimista" (amore sin dalla prima pagina) oppure "Veronika decide di morire". Per chi ha deciso di scoprire Coelho, non iniziate con questo libro perchè a mio parere non c'entra niente con lui (o forse perchè l'ho amato, l'ho idealizzato?). Anche se la lettura non è stata molto agile, alcuni contenuti sono molto interessanti a livello spirituale (cos'è l'amore, come viverlo, etc).

    said on 

  • 3

    Letto a fatica...

    ci ho messo quasi due mesi a leggerlo... la scrittura è troppo pesante e impegnativa, e spesso mi sono persa, perchè dei tratti sembravano privi di significato rispetto a tutto il resto.. l'ho letto p ...continue

    ci ho messo quasi due mesi a leggerlo... la scrittura è troppo pesante e impegnativa, e spesso mi sono persa, perchè dei tratti sembravano privi di significato rispetto a tutto il resto.. l'ho letto perchè lessi una citazione sul web bellissima, ma non c'era nel libro, quindi forse è stata attribuita al libro sbagliato.. l'unica cosa che mi è piaciuta, è il significato dello Zahir...

    said on 

  • 5

    un libro che vambia la vita!

    questo libro letto anni fa ha cambiato la mia vita... ha ampliato i miei orizzonti verso una spiritualità diversa, verso la ricerca interiore, perchè lo straordinario risiede dentro di noi... dobbiamo ...continue

    questo libro letto anni fa ha cambiato la mia vita... ha ampliato i miei orizzonti verso una spiritualità diversa, verso la ricerca interiore, perchè lo straordinario risiede dentro di noi... dobbiamo solo trovarlo!
    se non siete pronti ad abbandonare tutte le bagianate che vi anno messo in testa sin dalla vostra nascita non leggete Coelho!

    said on 

Sorting by