Enigma

Di

Editore: Tea (Teadue, 295)

3.5
(963)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 265 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Olandese , Portoghese , Polacco

Isbn-10: 8878197661 | Isbn-13: 9788878197664 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Roberta Rambelli

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Sport, Attività all\'aperto & Avventura

Ti piace Enigma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Sulla tranquilla isola greca di Taso si trova la sonnolenta base militare di Brady Field. Ma un giorno la vita monotona e pigra che vi si svolge è turbata da un'improvvisa quanto disorientante incursione aerea: un "caccia" del tipo usato nella seconda guerra mondiale si materializza nel cielo e investe Brady Field con un torrente di fuoco. L'obiettivo dell'incursione appare a poco a poco evidente: impedire le ricerche sul misterioso pesce Enigma, straordinario esempio di fossile vivente. Chi meglio di Dirk Pitt potrebbe gettare luce sulla vicenda?
Ordina per
  • 3

    La seconda avventura di Dirk Pitt mi ha lasciato con delle impressioni contrastanti. Se da una parte lo stile avventuroso e pieno di mistero continua ad essere una costante come nel primo libro, dall' ...continua

    La seconda avventura di Dirk Pitt mi ha lasciato con delle impressioni contrastanti. Se da una parte lo stile avventuroso e pieno di mistero continua ad essere una costante come nel primo libro, dall'altra lo stile strafottente che Pitt assume soprattutto verso le donne mi ha molto disturbato e anche il fatto che il mistero venga risolto interamente nelle ultime pagine senza dare alcun indizio al lettore non mi è piaciuto gran ché. Quindi direi nel complesso che do' un 6 al libro però mi riservo di leggere altri libri per un parere più completo.

    ha scritto il 

  • 2

    Abbastanza una boiata: protagonista supermaschio, superforte, superintelligente, superfurbo, playboy...al limite del fastidioso.
    Va bene giusto come lettura leggera leggera per fare una pausa ...continua

    Abbastanza una boiata: protagonista supermaschio, superforte, superintelligente, superfurbo, playboy...al limite del fastidioso.
    Va bene giusto come lettura leggera leggera per fare una pausa

    ha scritto il 

  • 3

    Se lo si legge con lo stesso spirito con cui si guarda un film di Bud Spencer e Terence Hill diventa un libro davvero divertente. Non m'aspettavo tutte le spiegazioni finali alla Poirot da parte del m ...continua

    Se lo si legge con lo stesso spirito con cui si guarda un film di Bud Spencer e Terence Hill diventa un libro davvero divertente. Non m'aspettavo tutte le spiegazioni finali alla Poirot da parte del maggiore Dirk Pitt che, nonostante i sorrisi smaglianti a 32 denti lesinati a destra e a manca, m'ha colpito per la sua intelligenza e la sua astuzia. Tornerò a leggere ancora altre avventure di Cussler.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo è il secondo libro di Cussler che leggo, e come il precedente mi è piaciuto ma non mi ha entusiasmato.
    Semplice e scorrevolissimo da leggere, secondo me gli manca quel qualcosa in più che rende ...continua

    Questo è il secondo libro di Cussler che leggo, e come il precedente mi è piaciuto ma non mi ha entusiasmato.
    Semplice e scorrevolissimo da leggere, secondo me gli manca quel qualcosa in più che rende un libro veramente speciale e che, arrivata alla fine, ti fa provare il dispiacere di avere letto l'ultima pagina.
    Non male, ma speriamo meglio per il prossimo!

    ha scritto il 

  • 0

    fa quasi tenerezza; come un vecchio tex willer degli anni 70. Anche lo spudorato machismo è così assurdo da fare sorridere.
    Tutto qua: la storia è improbabile, i dialoghi abominevoli, la struttura nar ...continua

    fa quasi tenerezza; come un vecchio tex willer degli anni 70. Anche lo spudorato machismo è così assurdo da fare sorridere.
    Tutto qua: la storia è improbabile, i dialoghi abominevoli, la struttura narrativa è da terza media, il protagonista di gomma (non si rompe nemmeno a martellate).
    "Leggine uno, almeno per provare". L'ho fatto (complice l'audiolibro). Posso passare ad altro...

    ha scritto il 

  • 3

    il primo romanzo di Clive Cussler col personaggio di Dirk Pitt

    Un thriller avvincente e con tante informazioni interessanti, che però soffre di due gravi difetti: il primo è l'eccessiva fighezza del personaggio in questione; difetto che accomuna Cussler a Wilbur ...continua

    Un thriller avvincente e con tante informazioni interessanti, che però soffre di due gravi difetti: il primo è l'eccessiva fighezza del personaggio in questione; difetto che accomuna Cussler a Wilbur Smith, a quanto pare. Questo Pitt è bello, intelligente, colto, atletico, coraggioso, eccetera, non ha un solo difetto, e questo rende difficile identificarcisi. L'altro difetto è la gestione sbagliata delle "rivelazioni", cioè della geniale soluzione della faccenda, tutta troppo concentrata in un solo punto del libro! Tendo a perdonare questa cosa in considerazione del fatto che è il primo romanzo, che è breve, e che comunque mi è piaciuto, e sono in ogni caso curioso di leggere gli altri suoi libri, prima o poi!

    ha scritto il 

  • 0

    funziona così.
    i maschi sono delle grandissime facce da schiaffi, avventurieri e sbruffoni, gente con una soglia del dolore alla bubka, una forza d’animo alla santa maria goretti, una capacità dedutti ...continua

    funziona così.
    i maschi sono delle grandissime facce da schiaffi, avventurieri e sbruffoni, gente con una soglia del dolore alla bubka, una forza d’animo alla santa maria goretti, una capacità deduttiva che nemmanco sherlock e uno sprezzo del pericolo alla joe falchetto.
    le femmine, fighe o comunque decisamente molto [ma molto] chiavabili, restano affascinate dai maschi suddetti, che le prendono a sberle di fronte a una loro crisi isterica e subito dopo le trombano voluttuosamente chiamandole tesoro. o baby.
    con questo zoo umano a disposizione il vecchio clive se la cava egregiamente, scrivendo con buona scorrevolezza e, qua e là, persino bene [terribili dialoghi a parte], la storia di buoni e cattivoni è una colossale minchiata e io ora mando una letterina a babbo natale: quando rinasco voglio essere dirk pitt.

    [no brain, no headache].

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per