Language: Nederlands | Number of Pages: 478 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Spanish , German , Italian , Chi traditional , Catalan , French , Portuguese , Swedish , Turkish , Slovenian , Finnish , Polish , Czech , Croatian , Hungarian

Isbn-10: 9022548287 | Isbn-13: 9789022548288 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Eragon ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    un quindicenne che scrive un fantasy ispirato a Tolkien

    Prima di procedere alla recensione, alcune premesse:
    Premessa n°1: Eragon è stato scritto da un ragazzo di quindici anni;
    Premessa n°2: mi sono deciso a leggere questo libro perché tutti ne parlavano ...doorgaan

    Prima di procedere alla recensione, alcune premesse:
    Premessa n°1: Eragon è stato scritto da un ragazzo di quindici anni;
    Premessa n°2: mi sono deciso a leggere questo libro perché tutti ne parlavano (pensate è dal 2003 che ne sento parlare, ma non mi sono mai deciso a leggerlo, fino a questi ultimi mesi);
    Premessa n°3: fondamentalmente prediligo la fantascienza e non il fantasy (genere del quale resta intoccabile e sovrano il prof Tolkien!).

    Trama in breve: un campagnolo quindicenne trova per caso, mentre sta cacciando, un uovo di drago e lo porta a casa. Quando si schiude esce fuori una dragonessa che in pochissimo tempo cresce e diventa enorme (misteri della natura, altro che Plasmon e omogenizzati) e li legherà un rapporto mentale. Poi assieme a Brom vivranno delle avventure.

    Rece:
    Prima di tutto, si vede che è una storia scritta da un adolescente che ha indubbiamente del talento, vista l'età. Allo stesso tempo si notano palesemente le sue scopiazzature tratte non solo da Star Wars, ma anche da capolavori come Il Signore degli Anelli. Ripeto, non è una cosa negativa, anzi, ce ne fossero quindicenni talentuosi come Paolini. Ma la storia scorre via senza tanti colpi di scena, moltissimi capitoli sono piatti e sciapi (senza sale), spesso noiosi, non esiste un vero e proprio cattivo da sconfiggere, la figura dello Spettro poteva essere scritta e utilizzata meglio, non si vede manco una volta il tanto cattivo Galbatorix (sarà un esponente del Galbanino?), il rapporto tra Eragon (che poi basta cambiare una lettera e diventa Dragon, sarà un caso?) e la dragonessa Saphira non mi ha convinto e non mi ha dimostrato alcuna emozione (ecco, i protagonisti non dimostrano le loro emozioni, incredibile ma vero!), lunghezza eccessiva, e potrei continuare per altri minuti ma mi fermo qua.

    P.S.1: non so se avrò la voglia ma soprattutto il tempo per leggere Eldest, il seguito di Eragon, ma mai dire mai, come si suol dire.

    P.S.2: cavolo, non posso non pensarci: come fa un drago a crescere così velocemente?

    gezegd op 

  • 5

    Ho riletto questo libro dopo anni... e come la prima volta l'ho praticamente divorato! I personaggi sono descritti molto bene e anche se questo è soltanto il primo libro sono personaggi che si impara ...doorgaan

    Ho riletto questo libro dopo anni... e come la prima volta l'ho praticamente divorato! I personaggi sono descritti molto bene e anche se questo è soltanto il primo libro sono personaggi che si impara ad amare fin da subito!! Caldamente consigliato a chi piace il genere e un buon esempio per chi invece ci si vuole avvicinare!

    gezegd op 

  • 3

    IL SUCCESSO DEL RAGAZZINO E DELLA SUA SQUADRA

    LETTO IN CARTACEO ---- Leggo dal risvolto di copertina di “Eragon” che questo romanzo fantasy è stato scritto da Christopher Paolini quando aveva quindici anni. Se davvero l’avesse scritto da solo a q ...doorgaan

    LETTO IN CARTACEO ---- Leggo dal risvolto di copertina di “Eragon” che questo romanzo fantasy è stato scritto da Christopher Paolini quando aveva quindici anni. Se davvero l’avesse scritto da solo a quell’età, così com’è nella forma in cui è stato pubblicato, dovremmo ammettere che Paolini si presenta come un autore molto promettente e già piuttosto maturo. Bisogna, però, dire che il volume si conclude con tre pagine di ringraziamenti rivolti a un gran numero di collaboratori, innanzitutto i genitori, che, guarda caso hanno una casa editrice (Paolini International LLC), lo hanno revisionato e pubblicato. Ha poi avuto un’editor (Michelle Frey) per l’edizione Knopf Books, vari personaggi che hanno corretto il romanzo, un agente (Simon Lipskar), un consulente legale, uno marketing e non solo.
    “Eragon” è un romanzo che ha riscosso un buon successo al punto di essere trasformato in film e di aver generato una serie di sequel. Libri così non nascono per caso. Sono il prodotto di squadre ben collaudate. Il ragazzino in gamba è certo importante, ma forse più come componente di marketing. Con questo non intendo condannare un metodo di produzione né il suo prodotto, nello specifico questo libro, che si legge con piacere, è scorrevole e avvincente. Certo l’avventura è la componente fondamentale e altri aspetti sono un po’ trascurati, ma è un romanzo che si rivolge a un pubblico giovane che in un libro cerca proprio questo e qui lo trova.
    Quel che vorrei sottolineare, ancora una volta, è che noi “autori autonomi”, noi cioè che i libri ce li costruiamo a mano, parola per parola, immagine per immagine, idea per idea, noi che ce li revisioniamo da soli o con l’aiuto di pochi amici volenterosi, noi che ci cerchiamo da soli un editore, che spesso si limita a stampare quel che gli offriamo, noi che ci promuoviamo da soli, noi partiamo sempre parecchi giri indietro ai vari Paolini del mercato editoriale che vende e la corsa a volte pare quasi impossibile.
    Il marketing ci insegna, però, che per vendere la prima cosa è avere un buon prodotto. “Eragon” non avrebbe avuto il successo che ha avuto se non fosse tale. Perché lo è? Perché tocca le corde che la letteratura per ragazzi dovrebbe toccare: un protagonista giovane che si scopre dotato di inaspettati poteri (un po’ come Harry Potter), che ha un alleato magico potente, il drago, la cui forza va crescendo progressivamente, dato che Eragon lo trova che è ancora nell’uovo. Il drago è una sorta di cucciolo che cresce in fretta, un cucciolo parlante e intelligente, dotato di conoscenze che non è chiaro da dove gli vengano. Eragon ha anche un maestro e degli amici: si ricrea un contesto in cui i ragazzi si riconoscono, ma trasposto in un ambiente magico (di nuovo la ricetta di Harry Potter). Ci sono nemici pericolosi e potenti, dunque pericoli, rischi e, quindi, avventura, che il nostro eroe, in cui il giovane lettore s’immedesima, riesce ad affrontare se non a sconfiggere. Ci sono le difficoltà e i tradimenti che si accompagnano a molte amicizie. Ci sono le difficoltà e i momenti che caratterizzano un processo di crescita e di passaggio all’età adulta. Tutti elementi non nuovi e che, come abbiamo visto, il fantasy sa ben utilizzare e su cui la Rowling ha saputo costruire un impero.

    NOTA: da questo volume segnalerò all'inizio della recensione non più i volumi letti in ebook, ma quelli letti su carta, dato che ormai sono questi quelli che leggo più raramente, mentre, già da un po' non sto riportando tale annotazione per quelli letti in versione digitale.

    gezegd op 

  • 5

    Da poco ho riletto questo libro, è stato come quando l'ho letto per la prima volta. Amore!! Ho assaporato ogni piccola sfumatura della storia! Per alcune cose non è paragonabile ai grandi classici del ...doorgaan

    Da poco ho riletto questo libro, è stato come quando l'ho letto per la prima volta. Amore!! Ho assaporato ogni piccola sfumatura della storia! Per alcune cose non è paragonabile ai grandi classici del high fantasy, ma anche se questo libro ha delle limitazioni dobbiamo pensare che è stato scritto da un quindicenne!

    gezegd op 

  • 5

    Scritto da un ragazzo, forse questo libro ha qualche limite, ma io quando l'ho letto avevo più o meno l'età dell'autore e l'ho trovato magnifico. Credo che i migliori della saga siano il primo e l'ult ...doorgaan

    Scritto da un ragazzo, forse questo libro ha qualche limite, ma io quando l'ho letto avevo più o meno l'età dell'autore e l'ho trovato magnifico. Credo che i migliori della saga siano il primo e l'ultimo capitolo.

    gezegd op 

  • 3

    Scritto da un ragazzino, e si vede

    La cosa curiosa è che il suo primo libro risulta migliore del resto del ciclo, come se la maturazione avesse tolto qualità anziché aggiungerne. Idee originali nessuna, sono tutte attinte a destra e a ...doorgaan

    La cosa curiosa è che il suo primo libro risulta migliore del resto del ciclo, come se la maturazione avesse tolto qualità anziché aggiungerne. Idee originali nessuna, sono tutte attinte a destra e a manca da altri autori del genere, Tolkien in primis. La storia nel primo volume è godibile ma nulla di più, poi scade ulteriormente. Evitabile.

    gezegd op 

  • 2

    Mi aspettavo di meglio. Lo stile narrativo a tratti sembra un "pomposo esercizio letterario" e in alcuni passaggi la storia manca di credibilità: se un intero villaggio viene massacrato, la prima cosa ...doorgaan

    Mi aspettavo di meglio. Lo stile narrativo a tratti sembra un "pomposo esercizio letterario" e in alcuni passaggi la storia manca di credibilità: se un intero villaggio viene massacrato, la prima cosa che ti colpisce dovrebbe essere l'odore del sangue, della putrefazione... invece NO! Finchè non si trova davanti la pila di cadaveri Eragon non si accorge di nulla! Assurdo. Assurdo anche che per cambiare scenario, ogni volta Eragon debba perdere i sensi. Dopo la terza volta diventa fastidioso.
    I personaggi non sono caratterizzati, aggiungi poi certi orrori di traduzione, come ad esempio "girellò per la radura"....
    per mia sfortuna li ho comprati in blocco e quindi leggerò anche il resto.

    gezegd op 

  • 4

    Sencillo pero engancha. A pesar de que me lo leí hace mucho tiempo, con la relectura volvió a gustarme. Para saber más mira: http://elhogarpalabras.blogspot.com.es/2014/03/resena-23-eragon-de-christop ...doorgaan

    Sencillo pero engancha. A pesar de que me lo leí hace mucho tiempo, con la relectura volvió a gustarme. Para saber más mira: http://elhogarpalabras.blogspot.com.es/2014/03/resena-23-eragon-de-christopher-paolini.html

    gezegd op 

Sorting by