Esmeralda

By

Publisher: Montena

4.1
(1924)

Language: Español | Number of Pages: 496 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) German , Catalan , Italian , French , English

Isbn-10: 8484417530 | Isbn-13: 9788484417538 | Publish date: 

Also available as: Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Esmeralda ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Gwen está destrozada. Acaba de descubrir que todas las atenciones de Gideon eran solo una estratagema para distraer al oscuro conde de Saint Germain y cumplir él solo la misión. Pero la jugada no le ha salido bien y ahora se encuentra en manos de un nuevo enemigo: una Sociedad Secreta infiltrada en casa de los De Villiers dispuesta a acabar con los viajeros en el tiempo.
Sorting by
  • 3

    Bella conclusione

    della trilogia delle Gemme. Anche se un po' confusionario e confuso conclude bene la trilogia lasciando però spazio per un po' di immaginazione.

    said on 

  • 2

    Se ripeti ancora una volta la parola meraviglioso, giuro che ti vomito in quella maledetta quiche di asparagi.

    Questa è una di quelle serie che mi fa domandare se io in realtà non abbia letto dei li ...continue

    Se ripeti ancora una volta la parola meraviglioso, giuro che ti vomito in quella maledetta quiche di asparagi.

    Questa è una di quelle serie che mi fa domandare se io in realtà non abbia letto dei libri diversi dal resto del mondo.

    Andiamo con ordine; la Gier ha scritto tre libri di cui due praticamente inutili nei quali non succede nulla, avrebbe potuto benissimo unirli in un unico libro e la lentezza avrebbe avuto senso. In quel modo avrebbe potuto salvare questa serie e meritarsi tre stelle (enfasi sul 'meritarsele') e magari rendere il tutto una lettura veramente leggera e piacevole. La mia fortuna è stata l'avere gia tutti i libri e quindi mascherare la lettura come fosse stato un libro unico leggendone un terzo al giorno. Anche così però è stato tutto troppo semplicistico e veloce e sebbene sapessi di star leggendo uno YA i personaggi, la storia, gli intrighi mi sono risultati estremamente infantili e scontati. Vorrei dire alle autrici che si cimentano in questo genere che non è che se i protagonisti sono adolescenti allora devono automaticamente essere degli idioti senza cervello, senza maturità, in piena crisi ormonale, che pensano solo a pomiciare con il ragazzo o la ragazza di turno, che ragionano con le parti basse invece che col cervello. Non è che una 17enne non ha capacità di giudizio e quindi fa sempre scelte stupide e sbagliate e la si giustifica dicendo che è giovane e inesperta. A 17 anni una persona deve avere già una certa maturità per pensare alle conseguenze di ciò che fa e dice. Quello che non fa Gwendolyn per tutta la serie. Invece di impegnarsi per imparare il più possibile come comportarsi nel passato lei passa il suo tempo a struggersi per Gideon, a dire quanto è sexy, quanto i suoi occhi/i suoi capelli siano belli e perfetti, quanto stà bene con i vestiti di Madame Rossini, quanto è bravo, è gelosa di Charlotte e prova a fare l'arrabbiata ma basta che lui la guarda e lei arrossisce e si fa baciare. Crisi ormonali, crisi ormonali everywhere. Lui è un altro da prendere a sberle, non ha alcuna personalità se escludiamo il disturbo per cui ora è gentile e coccoloso e nel giro di 5 minuti tiene il muso ed è arrabbiato. Nei primi due libri non sono riuscita a credere nemmeno per un istante che lui fosse veramente innamorato di Gwen sopratutto perché lei stessa era sicura che lui e Charlotte si fossero frequentati o comunque avessero avuto una specie di rapporto, però nulla di questo viene considerato, lui non ne parla e lei non chiede. In fondo era solo sua cugina.

    Vogliamo parlare del villain sconfitto nel giro di quante? 5 pagine al massimo? Rivelazione inclusa? Mr Bernhard che si scopre essere il nipote(???) di Gwen? Perchè? Era necessario? E sorvoliamo sul loro essere immortali così da poter stare sempre insieme dopo che si conoscono da appena 3 settimane (la maggior parte delle quali trascorse a tenersi il muso o pomiciare) e hanno solo 17 e 19 anni. Ma si sa, il vero amore fa fare questo e altro. Spiegazioni? Non pervenute. Chi era a fare le profezie? Non spiegato. Perchè Gwen riusciva a vedere i fantasmi? Era davvero quello il potere del corvo? Mistero. Se davvero il suo potere era quello a che serve? Qual'è la sua utilità? Nulla. Perchè solo Gwen e il Conte avevano dei poteri? O li avevano anche gli altri però chissenefrega di spiegarlo? Niente. Che senso ha viaggiare nel tempo se i viaggi possono durare solo pochi minuti, massimo un ora? Boh.

    Ah, però devo dire che trovavo divertente come Gwen si sentisse sempre offesa dai commenti sessisti del Conte o degli altri uomini su come le donne sono più emotive e si lasciano guidare dalle emozioni quando è esattamente quello che fa lei per tutti e tre i libri.

    Una stella è tutta per Xemerius e per Leslie che si è accaparrata il fratello decente.

    said on 

  • 3

    Intrigante e romantica

    Una trilogia ben scritta che tiene alto il ritmo fino alla fine!

    Per leggere la recensione completa:
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/06/recensione-trilogia-delle-gemme-di.html ...continue

    Una trilogia ben scritta che tiene alto il ritmo fino alla fine!

    Per leggere la recensione completa:
    http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/06/recensione-trilogia-delle-gemme-di.html

    said on 

  • 3

    Il finale non è assolutamente all'altezza degli altri libri. Veloce e raffazzonato. Tre stelle perchè si intuisce che la saga è stata pensata nella sua totalità dall'inizio (aspetto non scontato in qu ...continue

    Il finale non è assolutamente all'altezza degli altri libri. Veloce e raffazzonato. Tre stelle perchè si intuisce che la saga è stata pensata nella sua totalità dall'inizio (aspetto non scontato in questo genere) purtroppo, come ho già detto in precedenza servivano un maggior numero di pagine e personaggi per fare un vero e proprio fantasy

    said on 

  • 3

    Alla fine del terzo libro non posso far altro che confermare quanto scritto per il primo romanzo della serie: molto gradevole. Onestamente secondo e terzo capitolo non mi hanno entusiasmato come il p ...continue

    Alla fine del terzo libro non posso far altro che confermare quanto scritto per il primo romanzo della serie: molto gradevole. Onestamente secondo e terzo capitolo non mi hanno entusiasmato come il primo ma non posso dire di esser stato deluso. Consigliato a chi vuole una lettura leggera; peccato per il finale troppo scontato (avevo previsto tutto o quasi...). In ogni caso l'autrice mi incuriosisce.

    said on 

  • 2

    Finitoooooooo!!!!!!! Grazie al cielo è finitoooo!!! Non mi è piaciuto proprio, la trama è banale, i protagonisti idioti, e quindi l'ho letto controvoglia facendo il conto alla rovescia delle pagine ma ...continue

    Finitoooooooo!!!!!!! Grazie al cielo è finitoooo!!! Non mi è piaciuto proprio, la trama è banale, i protagonisti idioti, e quindi l'ho letto controvoglia facendo il conto alla rovescia delle pagine mancanti... I miei pensieri sono i medesimi dei due precedenti libri, purtroppo è una trilogia che mi ha deluso e non mi ha dato modo di rivalutarla in positivo. La Gier con me ha chiuso. Bye bye viaggiatori nel tempo, a mai più rivederciiii!!!

    said on 

  • 3

    La Trilogia

    In realtà due stelline e mezzo. Ho iniziato questa trilogia dopo avere letto quella di Silver. Non mi aspettavo chissà cosa, infatti sono libri godibilissimi, destinati ad un pubblico giovane e come ...continue

    In realtà due stelline e mezzo. Ho iniziato questa trilogia dopo avere letto quella di Silver. Non mi aspettavo chissà cosa, infatti sono libri godibilissimi, destinati ad un pubblico giovane e come tali vanno presi.
    Nell'insieme mi è anche piaciuta a parte il finale, che, come nel caso ella trilogia di Silver, ho trovato troppo frettoloso. Ultima nota sul terzo libro della serie...un po' troppo confusionario.
    Simpaticissimo il personaggio di Xemerius.

    said on 

  • 4

    Green

    Ho letto tutto d'un fiato questa trilogia che mi ha veramente catturata. Personaggi ben descritti, trama abbastanza avvincente, dialoghi piacevoli e libro scorrevole. Dimenticavo, non può mancare l'ha ...continue

    Ho letto tutto d'un fiato questa trilogia che mi ha veramente catturata. Personaggi ben descritti, trama abbastanza avvincente, dialoghi piacevoli e libro scorrevole. Dimenticavo, non può mancare l'happy ending.
    Fortemente consigliata tutta la trilogia a chi piace un fantasy leggero, con un pò di romanticismo.

    said on 

  • 4

    Incipit: La punta della spada era rivolta proprio verso il mio cuore e gli occhi del mio assassino erano due buchi neri che minacciavano di inghiottire tutto ciò che si avvicinava a loro. Sapevo di n ...continue

    Incipit: La punta della spada era rivolta proprio verso il mio cuore e gli occhi del mio assassino erano due buchi neri che minacciavano di inghiottire tutto ciò che si avvicinava a loro. Sapevo di non avere scampo. Barcollai faticosamente all'indietro di qualche passo.
    L'uomo mi seguì. «Cancellerò dalla faccia della terra ciò che non è voluto da Dio. Il tuo sangue imbeverà la terra!»
    Ultimo episodio della trilogia delle gemme (peccato!!)
    In questo ultimo incontro con i nostri viaggiatori nel tempo abbiamo a che fare con gelosie e tormenti d’amore, sebbene vissuti con la giusta dose di autoironia da parte della povera Gwendolyn.
    Xemerius dà il meglio di se con continue battute all’acido solforico, mentre appare, in questa ultima battuta, il fratello di Gideon, Raphael che frequenterà la stessa scuola di Gwen e aiuterà il gruppetto ad elaborare un piano per scoprire quali siano le reali intenzioni del Conte di Saint Gemain e il motivo per il quale Lucy e Paul hanno rubato il cronografo.
    Grazie ad un certo “ritrovamento” che farà Gwendolyn e alle istruzioni del giovane nonno Lucas, sarà lei stessa impegnata in prima linea ed in gran segreto nella ricerca della verità.
    Non posso scrivere molto circa la trama perché svelerei troppi colpi di scena che dovrete vivere in prima persona leggendo il romanzo, per cui aggiungo soltanto che rispetto agli altri due capitoli della saga questo appare forse il meno frizzante e un po’ più ripetitivo, ma non delude ugualmente.
    Sono bellissime le scene che riguardano la scelta dei costumi per i vari viaggi nel tempo, così come quelli alla ricerca di porte segrete e passaggi nascosti.
    Molto divertente la festa di Cinthya, durante la quale ogni partecipante ha cercato di dare un contributo alla riuscita aggiungendo clandestinamente dell'alcol ai cocktail analcolici...
    Forse avrei speso qualcosa in più nel finale e nell’epilogo se fossi stata nei panni della nostra autrice, ma niente da dire, nel complesso si tratta di una trilogia davvero avvincente (non mi stanco di ripeterlo) con tanti bei personaggi del presente e del passato.

    said on 

Sorting by
Sorting by