Eureka Street

Di

Editore: Fazi Editore

4.2
(2150)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 400 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Isbn-10: 8864113010 | Isbn-13: 9788864113012 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Politica

Ti piace Eureka Street?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Uno Tutte le storie sono storie d'amore. Venerdì sera. Sei mesi fa (Sarah se n' era andata da sei mesi). In un pub. Stavo facendo la corte a una cameriera di nome Mary: capelli corti, culo a mandolino e due occhioni da bambino infelice.
Ordina per
  • 2

    L'ho trovato piuttosto noioso, qualcosa di buono c'era ma mai nulla di così eclatante che mi spingesse a divorarlo.
    Guy Ritchie ha preso spunto senz'altro da questo libro per una battuta di Lock & Sto ...continua

    L'ho trovato piuttosto noioso, qualcosa di buono c'era ma mai nulla di così eclatante che mi spingesse a divorarlo.
    Guy Ritchie ha preso spunto senz'altro da questo libro per una battuta di Lock & Stock.

    ha scritto il 

  • 5

    'la dignità ha questo di sorprendente: la trovi sempre dove meno te l'aspetti!'
    ecco questo frase rispecchia questo libro! In certe pagine sboccia una dolcezza così pura che sembra contrastare con i m ...continua

    'la dignità ha questo di sorprendente: la trovi sempre dove meno te l'aspetti!'
    ecco questo frase rispecchia questo libro! In certe pagine sboccia una dolcezza così pura che sembra contrastare con i morti e le bombe e il turpiloquio dei personaggi! Viene voglio di percorrere Belfast e capirla! ma poi ci pensi e capisci che tanto ti ha già detto tutto Mcliam Wilson

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro originale sulla Belfast degli anni novanta, ricco di pacifismo e con il ritratto di due personaggi assai particolari, la cui amicizia va oltre le differenze caratteriali e di pensiero. Perde ...continua

    Un libro originale sulla Belfast degli anni novanta, ricco di pacifismo e con il ritratto di due personaggi assai particolari, la cui amicizia va oltre le differenze caratteriali e di pensiero. Perde un po' il ritmo sul finire

    ha scritto il 

  • 5

    IRISH SCANDAL

    Trovo riprovevole il fatto che non mi sia mai imbattuto in una recensione (positiva, ca va sans dire) di questo libro.
    Di più, trovo immorale e inaccettabile che non ne abbia mai sentito parlare prima ...continua

    Trovo riprovevole il fatto che non mi sia mai imbattuto in una recensione (positiva, ca va sans dire) di questo libro.
    Di più, trovo immorale e inaccettabile che non ne abbia mai sentito parlare prima.
    O tempora, o mores...

    ha scritto il 

  • 3

    "Una convinzione che rimane immutata fa presto a trasformarsi in pregiudizio"

    Una bella storia di amicizia e amore in Irlanda del Nord.

    (Tre stelline piene e luminose)

    ha scritto il 

  • 4

    Tanta birra, risse e..

    Bel libro, che scorre bene e che racconta tante storie. Due protagonisti che vivono situazioni assurde in una Belfast divisa tra cattolici e protestanti al tempo degli attentati terroristici dell'IRA. ...continua

    Bel libro, che scorre bene e che racconta tante storie. Due protagonisti che vivono situazioni assurde in una Belfast divisa tra cattolici e protestanti al tempo degli attentati terroristici dell'IRA.
    A tratti molto cupo a tratti divertente, è una lettura piacevole che consiglio.

    ha scritto il 

  • 3

    La vera protagonista è Belfast

    Bel ritratto della città durante l'epoca dei "Troubles" dell'IRA. Un po' melanconico ma molto realistico, a tratti scanzonato, a tratti crudo e spietato. Tutta la prima parte l'ho trovata però un po' ...continua

    Bel ritratto della città durante l'epoca dei "Troubles" dell'IRA. Un po' melanconico ma molto realistico, a tratti scanzonato, a tratti crudo e spietato. Tutta la prima parte l'ho trovata però un po' troppo sconclusionata, se non nell'ottica di dipingere appunto un affresco efficace nel descrivere l' atmosfera del luogo. Finale sicuramente in crescendo, anche se molto prevedibile. In ogni caso la logica morale è... Chi disprezza compra.

    ha scritto il 

  • 2

    Come su un'altalena

    Leggendo questo libro si fa su e giù. Come su un'altalena. Ci sono pagine molto belle, toccanti, divertenti. Altre decisamente pesanti da leggere. Un libro particolare, questo sì. A paritre dalla sua ...continua

    Leggendo questo libro si fa su e giù. Come su un'altalena. Ci sono pagine molto belle, toccanti, divertenti. Altre decisamente pesanti da leggere. Un libro particolare, questo sì. A paritre dalla sua particolare ambientazione (la Belfast ante armistizio). Per passare alla particolare scelta stilistica dell'autore che alterna il pdv del cattolico Jack, narrando in prima persona, al pdv del protestante Chuackie, narrando invece in terza persona. Per finire con la continua altalena di sentimenti odio/amore che spesso si rincorrono nel giro di poche frasi. Alla fine, comunque, vale la pena di leggerlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro strano

    Libro strano e d'altra parte se ci si prende il disturbo di leggere la breve biografia dell'autore si capiscono molte cose. Drammatici gli alti e bassi: stupende certe pagine, quasi ridicole per ingen ...continua

    Libro strano e d'altra parte se ci si prende il disturbo di leggere la breve biografia dell'autore si capiscono molte cose. Drammatici gli alti e bassi: stupende certe pagine, quasi ridicole per ingenuità certe altre. Pur avendolo letto un bel po' di tempo fa ricordo ancora la descrizione vivida di un alba su Belfast che mi fece venir voglia di prendere il primo volo e andar lì a vedere con i miei propri occhi... Peccato per i "down", comunque certamente vale una lettura.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per