Lingua: Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Altri

Isbn-10: 8860441951 | Isbn-13: 9788860441959 | Data di pubblicazione: 

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace Famiglie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Bella lingua, buon taglio, essere regista di cinema aiuta.

    È uno stile veloce quello della Comencini, scattante. Un bel taglio moderno che all'inizio aiuta la storia a decollare e prendere forma. Poi però, boh, non saprei spiegare bene che cosa succede. Certo ...continua

    È uno stile veloce quello della Comencini, scattante. Un bel taglio moderno che all'inizio aiuta la storia a decollare e prendere forma. Poi però, boh, non saprei spiegare bene che cosa succede. Certo è che il racconto si incaglia. Non ho chiaro se la cose dipenda dallo stile che perde velocità, agilità, o dalla storia, in fondo poco interessante. Chiaro, ci sono dei passaggi molto interessanti, in genere legati all'attività di Ada, e alla vicenda fra Taos e Daniele. Funziona molto meno tutta la parte di Vera. Forse perché il fondamentalismo cattolico in cui cade ha poco mal si lega con il resto della vicenda. Capisco la voglia di mettere insieme delle realtà così diverse, ma allora o le fai interagire in modo più profondo in modo che ciascuna diventi la cartina tornasole dell'altra, oppure gli dai altre vissute.
    La tradizionale incapacità della nostra letteratura, poi, di rendere conto da ormai oltre 50 anni di tutto quello che esce dalla tranquilla routine di nuclei della borghesia di sinistra fa il resto.
    Però bel tentativo. Merita la lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro assolutamente consigliato. Ben scritto esplora i disagi ed i sentimenti di due famiglie: una "allargata", l'altra che si è "aperta" all'adozione. Da leggere! Brava la Comencini!

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro sa di vita vissuta..di famiglia intesa in modo diverso rispetto al consueto.. due famiglie non proprio convenzionali..anzi..una donna in una relazione complicata...un figlio che cerca una ...continua

    Questo libro sa di vita vissuta..di famiglia intesa in modo diverso rispetto al consueto.. due famiglie non proprio convenzionali..anzi..una donna in una relazione complicata...un figlio che cerca una figurappaterna..una ragazza cresciuta sola.. una ragazza troppo abbandonata a se stessa che si lascia affascinare dal fervore religioso ...una madre che non ha partorito ma si scopre ad amare come se lo avesse fatto...un bel libro....serio

    ha scritto il 

  • 2

    Il voto giusto sarebbe un 2,5.... Ho fatto tanta, tanta fatica a far decollare la lettura. Il libro è un mosaico di personaggi, alcuni ben costruiti e realistici, altri veramente surreali... La storia ...continua

    Il voto giusto sarebbe un 2,5.... Ho fatto tanta, tanta fatica a far decollare la lettura. Il libro è un mosaico di personaggi, alcuni ben costruiti e realistici, altri veramente surreali... La storia della setta religiosa, poi, è assurda.... Il finale è affrettato e banalissimo: sullo stile "e tutti vissero felici e contenti"....

    ha scritto il 

  • 3

    ...continua

    <Storia di famiglie moderne , dove per famiglia si intende un legame affettivo che però non corrisponde al mio modo di vivere e pensare la famiglia. E' un concentrato di problemi e personali e di relazione, per cui tutti soffrono, ma sono troppo egocentrici per salvarsi nella relazione autentica di amore quale dovrebbe essere quella famigliare. La storia si conclude con l'apparenza (a mio modo di vedere) di salvezza di tutti, ma il tutto mi pare una forzatura. E poi...quel modo di pensare e rappresentare la religiosità ... mi lascia perplessa.

    ha scritto il 

  • 4

    I ragazzi senza padri piangono, sanno come si fa, anzi sanno fare solo quello. Gliel'hanno insegnato le loro mamme.

    Sta nelle tue virtù il mio privilegio, perchè quando ti vedo non è notte e quindi pe ...continua

    I ragazzi senza padri piangono, sanno come si fa, anzi sanno fare solo quello. Gliel'hanno insegnato le loro mamme.

    Sta nelle tue virtù il mio privilegio, perchè quando ti vedo non è notte e quindi penso che ora non sia notte. Nè questo bosco un luogo solitario, perchè ai miei occhi tu sei il mondo intero (cfr. Sogno di una notte di mezz'estate W.S.)

    ha scritto il 

  • 2

    Mah...non basta scrivere (neanche troppo bene) di personaggi e situazioni strane per realizzare un romanzo che approfondisca davvero le relazioni e le difficoltà all'interno della famiglia...personagg ...continua

    Mah...non basta scrivere (neanche troppo bene) di personaggi e situazioni strane per realizzare un romanzo che approfondisca davvero le relazioni e le difficoltà all'interno della famiglia...personaggi stereotipati, troppi temi diversi messi insieme, e nel complesso poca intimità, poca empatia. Non vedevo l'ora che finisse!

    ha scritto il