Fuga nel futuro

Fantascienza Sovietica 1

Di ,

Editore: FER

3.6
(10)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 205 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000024885 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Renata Derossi ; Illustrazione di copertina: Giulio Italiani

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Fuga nel futuro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Contiene anche:
La mummia purpurea // Anatolij DNEPROV
Ordina per
  • 2

    null

    Credevo di averne intuito la trama fin dalle prime pagine per poi ravvedermi a due terzi del libro, pensando a come fossero stati bravi ad ingannarmi. Ahimè però alla fine, ultime pagine, mi son reso ...continua

    Credevo di averne intuito la trama fin dalle prime pagine per poi ravvedermi a due terzi del libro, pensando a come fossero stati bravi ad ingannarmi. Ahimè però alla fine, ultime pagine, mi son reso conto di non averci capito nulla. Boh.

    ha scritto il 

  • 3

    Già l'appellativo "fantascienza sovietica" aggiunge un fascino mistico al libro. Mi è piaciuto molto il modo di narrare, anche se ho trovato molte incertezze nella traduzione (e nella mia edizione anc ...continua

    Già l'appellativo "fantascienza sovietica" aggiunge un fascino mistico al libro. Mi è piaciuto molto il modo di narrare, anche se ho trovato molte incertezze nella traduzione (e nella mia edizione anche qualche stupido refuso).
    La trama è sostanziosa e il dilemma filosofico intrigante, eppure non ci ho capito una mazza. O meglio, proprio non ho capito la figura di Saul, come è arrivato nel tempo di Vadim e Anton, cosa voleva, il perché delle sue decisioni.
    Per il resto mi è piaciuta molto l'ambientazione sia fisica che "psicologica" di questa lontana epoca.

    ha scritto il 

  • 4

    Un romanzo breve ben strutturato e avvincente, anche se le premesse sci-fi perché il tutto si realizzi, rivelate nel finale, sono praticamente assenti.

    La cosa davvero divertente di questo romanzo pe ...continua

    Un romanzo breve ben strutturato e avvincente, anche se le premesse sci-fi perché il tutto si realizzi, rivelate nel finale, sono praticamente assenti.

    La cosa davvero divertente di questo romanzo pessimista e a tratti angosciante è uno degli eroi: non è un militare, né un reietto, né uno scienziato né un poliziotto col trauma, figure tanto care ai topoi narrativi a cui ci hanno abituati gli statunitensi. No, qui siamo in un romanzo sovietico, per cui la parte del leone la fa il mitico LINGUISTA STRUTTURALE. lol!

    In coda al volume è incluso (anche se non segnalato) il racconto "La mummia rossa", piuttosto confusionario ma godibile.

    ha scritto il