Geisha

A Life

By ,

Publisher: Atria

3.8
(513)

Language: English | Number of Pages: 304 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Spanish , German , French , Slovenian , Swedish , Italian , Polish

Isbn-10: 0743444329 | Isbn-13: 9780743444323 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , eBook

Category: Biography , History , Non-fiction

Do you like Geisha ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

GEISHA, A LIFE

"No woman in the three-hundred-year history of the karyukai has ever come forward in public to tell her story. We have been constrained by unwritten rules not to do so, by the robes of tradition and by the sanctity of our exclusive calling...But I feel it is time to speak out."

Celebrated as the most successful geisha of her generation, Mineko Iwasaki was only five years old when she left her parents' home for the world of the geisha. For the next twenty-five years, she would live a life filled with extraordinary professional demands and rich rewards. She would learn the formal customs and language of the geisha, and study the ancient arts of Japanese dance and music. She would enchant kings and princes, captains of industry, and titans of the entertainment world, some of whom would become her dearest friends. Through great pride and determination, she would be hailed as one of the most prized geishas in Japan's history, and one of the last great practitioners of this now fading art form.

In Geisha, a Life, Mineko Iwasaki tells her story, from her warm early childhood, to her intense yet privileged upbringing in the Iwasaki okiya (household), to her years as a renowned geisha, and finally, to her decision at the age of twenty-nine to retire and marry, a move that would mirror the demise of geisha culture. Mineko brings to life the beauty and wonder of Gion Kobu, a place that "existed in a world apart, a special realm whose mission and identity depended on preserving the time-honored traditions of the past." She illustrates how it coexisted within post-World War II Japan at a time when the country was undergoing its radical transformation from a post-feudal society to a modern one.

"There is much mystery and misunderstanding about what it means to be a geisha. I hope this story will help explain what it is really like and also serve as a record of this unique component of Japan's cultural history," writes Mineko Iwasaki. Geisha, a Life is the first of its kind, as it delicately unfolds the fabric of a geisha's development. Told with great wisdom and sensitivity, it is a true story of beauty and heroism, and of a time and culture rarely revealed to the Western world.

Sorting by
  • 3

    SCHIAVA

    La biografia della signora Mineko Iwasaki è una storia di sfruttamento e tristezza.
    Mineko inizia il suo racconto spiegandoci come all'età di tre o cinque anni abbia COSCIENTEMENTE deciso di abbandona ...continue

    La biografia della signora Mineko Iwasaki è una storia di sfruttamento e tristezza.
    Mineko inizia il suo racconto spiegandoci come all'età di tre o cinque anni abbia COSCIENTEMENTE deciso di abbandonare la sua famiglia per diventare geiko e studiare danza!?!? Ora a me donna dell'altro mondo, riesce difficile credere che una bimbetta di cinque anni sia in grado di decidere qualcosa di diverso dal giocare con la corda o pettinare le bambole! Per non parlare della brillante conversazione di maiko e geiko, per poi scoprire che sono solo adolescenti i cui studi sono fermi alla (nostra) licenza media!
    Insomma una lettura che mi ha lasciato tanta tristezza e amarezza, per lo sfruttamento e la vita da schiave che molte ragazzine giapponesi sono costrette a vivere, poverine!!!
    Il senso di tutto ciò è riassunto bene da Mineko stessa quando dice:
    "Non importa quanto ti impegnerai, finirai là dove hai cominciato: con una licenza di scuola media. Non avrai i requisiti accademici né le qualifiche per avere un ruolo nel mondo esterno."

    said on 

  • 2

    Ideale per chi desidera avvicinarsi al mondo delle geishe e alla cultura e tradizione che lo caratterizzano. Se invece cercate una lettura più leggera e meno "enciclopedica", ripiegate su "Memorie di ...continue

    Ideale per chi desidera avvicinarsi al mondo delle geishe e alla cultura e tradizione che lo caratterizzano. Se invece cercate una lettura più leggera e meno "enciclopedica", ripiegate su "Memorie di una geisha"

    said on 

  • 4

    Meraviglioso scoprire dalla viva voce di una grande persona le tradizioni e la vita di un mestiere troppo spesso denigrato e maltrattato che giunge a noi con fascino e curiosità ancora intonse. Il Gia ...continue

    Meraviglioso scoprire dalla viva voce di una grande persona le tradizioni e la vita di un mestiere troppo spesso denigrato e maltrattato che giunge a noi con fascino e curiosità ancora intonse. Il Giappone mi affascina, come il mondo orientale in genere e ho avuto finora la fortuna di trovare sempre ottimi libri che spaziavano dalla storia passata alla letteratura moderna. Ho amato 'Memorie di una Geisha', questo libro che quella storia l'ha ispirata, regala l'intensità della vita di giovani donne che dedicano tutto anelando alla perfezione nella multiforme rappresentazione di ciò che banalmente viene definito Arte.

    said on 

  • 5

    Diciamolo, la copertina di questo libro e le riviste di gossip che si trovano in edicola sono parenti. Anche il titolo sfiora il clickbaiting ma, se si riesce ad andare oltre questi miseri dettagli (c ...continue

    Diciamolo, la copertina di questo libro e le riviste di gossip che si trovano in edicola sono parenti. Anche il titolo sfiora il clickbaiting ma, se si riesce ad andare oltre questi miseri dettagli (che, pensando a tutta l'estetica e le minuzie di particolari nel libro descritte, fanno quasi ridere) vi assicuro, verrete trascinati in una storia, una vita, che merita di essere letta.
    Essenziale e scorrevole nella narrazione, coinvolgente e a tratti emozionante. Contiene un ricco glossario (5 pagine) che obbligherà a riprendere in mano il libro più e più volte spinti dalla curiosità e la voglia di poter toccare con mano le meraviglie che vi sono contenute e descritte.
    Un libro che da senso ad una tradizione, un'arte ed un'estetica non facili da comprendere per noi occidentali e, come malgrado dichiara la stessa Mineko, ai nostri giorni, per i giapponesi stessi.

    said on 

  • 1

    E qui ho sbagliato clamorosamente libro, ma piano piano arriverò anche a quello che volevo, "Memorie di una geisha" ;-)
    Questo non vale niente.

    said on 

  • 3

    Avendo letto, riletto e straletto “Memorie di una geisha”, mi aspettavo di ritrovare lo stesso filo conduttore in questo libro, ma a parte alcune linee guida manca tutto. Personalmente mi è mancata tu ...continue

    Avendo letto, riletto e straletto “Memorie di una geisha”, mi aspettavo di ritrovare lo stesso filo conduttore in questo libro, ma a parte alcune linee guida manca tutto. Personalmente mi è mancata tutta la descrizione che catapultasse in Giappone, in un Giappone i cui odori e sapori sembrano essere dimenticati dal Giappone moderno, così fortemente attaccato alle sue tradizioni. È mancato il “romanzo” vero e proprio, la storia d’amore che ha spinto la ragazzina a diventare una geisha solo per poter conquistare quell’uomo che si era rivelato tanto gentile con lei, offrendole del ghiaccio dolce in una giornata di primavera. Nella sua narrazione Mineko è molto più diretta, molto più dialogica, molto più incisiva. Non si perde nella descrizione minuziosa di dettagli, che per certi versi aiutano a immergersi nel romanzo. Non aspettatevi delle memorie “importanti”, non lo sono, ma è comunque interessante immergersi nella lettura e in questo mondo così lontano dalla frenesia di tutti i giorni.

    Ed ecco il mio consueto estratto dal libro in questione:

    "Ecco come dovevamo aprire i fusuma ed entrare nella stanza. Bisognava sedersi di fronte alla porta poggiando le natiche sui talloni, portando la mano destra all’altezza del petto e mettere le dita con il palmo aperto sul telaio della porta o nell’incavo, se ce n’era uno. Si doveva spingere la porta di pochi centimetri, facendo attenzione a non portare la mano al di sotto del busto. Poi bisognava sollevare la mano sinistra dal grembo e portarla all’altezza della destra. Continuare poggiando, con gentilezza, la mano destra sulla parte inferiore del polso sinistro, discostare lievemente la porta con il corpo, creando un’apertura grande abbastanza per passare. Quindi alzarsi in piedi ed entrare nella stanza. Girarsi su se stesse e sedere di fronte alla porta aperta. Usare le dita della mano destra per chiudere la porta appena oltre la linea mediana, quindi usando la sinistra e aiutandosi anche con la destra, chiuderla completamente. Alzarsi, girarsi, e andarsi a sedere davanti all’insegnante. Infine tirare fuori il maiohgi dall’obi con la mano destra, posizionarlo orizzontalmente sul pavimento e inchinarsi. Poggiare il maiohgi fra una persona e l’insegnante è un gesto fortemente ritualizzato che significa che ci si sta lasciando alle spalle il proprio mondo e si è pronti a entrare in un territorio nel quale conta solo la competenza del maestro. Inchinandosi, si afferma che si è disposti a ricevere quello che l’insegnante sta per donarci."

    said on 

  • 2

    Scusate se vado contro corrente, ma ho trovato questo romanzo di una noia mortale. Si è vero che ci porta nel mondo segreto delle geishe, ma ci conduce solo con il tecnicismo e la complessa terminolog ...continue

    Scusate se vado contro corrente, ma ho trovato questo romanzo di una noia mortale. Si è vero che ci porta nel mondo segreto delle geishe, ma ci conduce solo con il tecnicismo e la complessa terminologia, senza trasporto e senza emozione; sarebbe stato più appropriato intitolarlo "Manuale della brava geisha". Ma dove sono il cuore e l'anima di questa donna? Anche quando ha parlato dei suoi due amori, Mineko è stata alquanto fredda e frettolosa, senza trasmettere un briciolo di emozione. Scusate per questo giudizio così negativo ma è quello che sento di dire.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Un mondo affascinante

    Non è stato facile da seguire all'inizio, quando i tempi e la cronologia temporale rendeva difficile la lettura e seguire la storia. Comunque è stato interessante avvicinarsi a questo mondo così lonta ...continue

    Non è stato facile da seguire all'inizio, quando i tempi e la cronologia temporale rendeva difficile la lettura e seguire la storia. Comunque è stato interessante avvicinarsi a questo mondo così lontano dalla cultura europea, familiarizzando con termini e concetti tanto diversi dai nostri. Alla fine il glossario è un'utile guida alla comprensione del testo. Tutto sommato è stata una piacevole lettura.

    said on 

Sorting by
Sorting by