Ghiaccio nero

Di

Editore: Piemme

3.8
(1232)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 366 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Chi semplificata , Spagnolo , Svedese , Olandese , Tedesco

Isbn-10: 8838482748 | Isbn-13: 9788838482748 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Montanari

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Ghiaccio nero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In un motel di periferia viene rinvenuto il cadavere di un poliziotto. Si èsparato alla testa con un fucile a canna doppia e ha lasciato un bigliettod'addio. Sembra un caso semplice, ma Harry Bosch, detective della divisioneHollywood a Los Angeles, non è convinto. Calexico Moore, il presunto suicida,stava indagando sul traffico di una nuova droga, il "ghiaccio nero", e Boschsapeva che non aveva alcun motivo di togliersi la vita. Deciso ad andare finoin fondo, Bosch si fa mandare in Messico per continuare l'indagine iniziata daMoore.
Ordina per
  • 4

    Promosso

    Primo libro che leggo di questo autore, devo dire che è stata davvero una piacevole sorpresa, un bel poliziesco con un ritmo incalzante, sicuramente da leggere. Se qualcuno vuole consigliarmi altri li ...continua

    Primo libro che leggo di questo autore, devo dire che è stata davvero una piacevole sorpresa, un bel poliziesco con un ritmo incalzante, sicuramente da leggere. Se qualcuno vuole consigliarmi altri libri di Connelly si faccia avanti!!

    ha scritto il 

  • 3

    Interlocutorio

    Mi avvicino a Connelly con colpevole ritardo, e mi entusiasmo per La memoria del topo. Lascio passare del tempo e leggo Ghiaccio nero: la magia non si ripete, c'è un clima spento, con una buona ripres ...continua

    Mi avvicino a Connelly con colpevole ritardo, e mi entusiasmo per La memoria del topo. Lascio passare del tempo e leggo Ghiaccio nero: la magia non si ripete, c'è un clima spento, con una buona ripresa nel finale ma forse troppo tardi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Il "lungo addio" di Harry Bosch

    Davvero carino, anche se gronda citazioni da Chandler..senza voler rovinare nulla so può dire che il colpo di scena non è esattamente originale. A parte questo é un buon poliziesco d'atmosfera, dolent ...continua

    Davvero carino, anche se gronda citazioni da Chandler..senza voler rovinare nulla so può dire che il colpo di scena non è esattamente originale. A parte questo é un buon poliziesco d'atmosfera, dolente e "sporco" come piacciono a me...sembra quasi di sentire le note dolenti di un vecchio disco jazz mentre le parole scorrono. Connelly per me è una conferma..scrive bene, indubbiamente..e non ha bisogno di lungaggini sulle procedure scientifica per raccontare, cosa ché apprezzo sempre! Unico neo, la prima parte é forse un po' troppo lenta, ma si è ripagati da uno splendido crescendo..

    ha scritto il 

  • 4

    Era da tanto che non leggevo niente di Connelly, ma non ha tradito le aspettative. Ho apprezzato la scrittura, la definizione dei personaggi e la trama, avvincente, con un buon ritmo e con alcuni colp ...continua

    Era da tanto che non leggevo niente di Connelly, ma non ha tradito le aspettative. Ho apprezzato la scrittura, la definizione dei personaggi e la trama, avvincente, con un buon ritmo e con alcuni colpi di scena, non sempre prevedibili.

    ha scritto il 

  • 3

    Un romanzo leggermente sottotono rispetto ad altri di Connnelly. La trama è ben sviluppata e come sempre ogni tassello alla fine va al suo posto, ma i pochi colpi di scena e un Bosch un po' fiacco re ...continua

    Un romanzo leggermente sottotono rispetto ad altri di Connnelly. La trama è ben sviluppata e come sempre ogni tassello alla fine va al suo posto, ma i pochi colpi di scena e un Bosch un po' fiacco rendono la storia più monotona e tranquilla.
    In questo romanzo Connnelly affronta il tema della droga legata alla malavita messicana. Nonostante i pochi chilometri che lo dividono dagli Usa, la vita con le sue regole e leggi è molto diversa in Messico. Bosch si ritrova suo malgrado coinvolto in una vicenda che vede poliziotti assassinati, burocrati spietati e corrotti e boss della droga che vivono come dei re. E facendo la spola tra Los Angeles e il confine messicano Bosch dovrà sbrogliare un mistero in cui i lati in ombra sembrano soffocare del tutto quelli di luce.

    ha scritto il 

  • 4

    La vicenda prende spunto dal ritrovamento del cadavere di un poliziotto dell’antidroga, Calexico “Cal” Moore, nella stanza di uno squallido motel il giorno di Natale.
    Tutto fa pensare ad un suicidio, ...continua

    La vicenda prende spunto dal ritrovamento del cadavere di un poliziotto dell’antidroga, Calexico “Cal” Moore, nella stanza di uno squallido motel il giorno di Natale.
    Tutto fa pensare ad un suicidio, compreso l’enigmatico biglietto lasciato dalla vittima che dice semplicemente “Ho scoperto chi ero”, ma, come sempre, Harry Bosch non si accontenta della spiegazione più semplice e ovvia proprio perché troppo semplice e troppo ovvia.(..)
    http://contornidinoir.it/2014/09/michael-connelly-ghiaccio-nero/

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per