Gli animali simbolici

e la loro origine musicale nella mitologia e nella scultura antiche

Di

Editore: Rusconi

4.9
(7)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 501 | Formato: Altri

Isbn-10: 8818210068 | Isbn-13: 9788818210064 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Gli animali simbolici?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Gli animali simbolici

    Pressoché incomprensibile, quindi tra i miei preferiti in assoluto.

    Divagandum per bibliofili: Schneider, in omonimia, un libro sul Portogallo, meravigliose pasteis de nata vicino Belem, marinai che g ...continua

    Pressoché incomprensibile, quindi tra i miei preferiti in assoluto.

    Divagandum per bibliofili: Schneider, in omonimia, un libro sul Portogallo, meravigliose pasteis de nata vicino Belem, marinai che guardano ad occidente, ma è senza oriente che ci si sente disorientati (e farebbe comodo anche Orienti di Guadalupi nelle Impronte), e altri orienti magari con Manganelli (con fez e struzzi in un'altra pubblicazione) che è sulla mensola con Carmelo Bene ed Helene Bessette, venti minuti di Silenzio per Rusconi e Paolazzi, rima con stazzi, arazzi, imbarazzi talora suscitati in qualche libraio quando si chiede la disponibilità dei due Diario di viaggio di un filosofo...di Keyserling o delle Bronte per Frassinelli o di qualche oscuro Sellerio che non sia Camilleri (beninteso quello pubblicato da Lalli non è facile affatto...rima con Matto, la via del Matto dello splendido Iniziato di Hedsel) o dei Synergon e vecchi Basaia o dell'Ottava e alcuni Theoria e basta, mamma mia (mamma di Parente? Neanche...)
    Belli quei libri di viaggio ma "Non bisogna confondere i libri che si leggono in viaggio con quelli che fanno viaggiare " (Andre Breton), mi manca un Thubron, non capii un tubo e non lo comprai quella volta.
    Come in una Wunderkammer (vedi la Lugli, ma luglio non era e c'era la cera dei racconti di Meyrink), feci parte del mobilio, Senza senso (Ciro monti, edizioni Novalis) e Belmoro (Alvaro). E poi l'amato Coccioli (Il cielo e la terra, provare per...credere), Carlo Coccioli, Carlino e la storia curiosa del resto, ma "Il resto è semplicemente l'umanità. Si deve essere superiori all'umanità per forza, per altezza d'animo - Per disprezzo..." Nietzsche

    Grazie a tutti

    ha scritto il 

  • 0

    Ammetto di aver letto questo libro solo in parte, ma di averlo proficuamente consultato più volte.
    E' comunque chiaramente un testo dalle caratteristiche straordinarie, che approfondisce la tematica d ...continua

    Ammetto di aver letto questo libro solo in parte, ma di averlo proficuamente consultato più volte.
    E' comunque chiaramente un testo dalle caratteristiche straordinarie, che approfondisce la tematica degli animali simbolici in un modo che non si ritrova altrove.
    Penso possa essere pienamente gustato da chi, a differenza del sottoscritto, alla passione per i simboli unisce compentenze specifiche in fatto di musica.

    ha scritto il