Gone Girl

A Novel

By

Publisher: Crown

3.8
(1966)

Language: English | Number of Pages: 432 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , Greek , French , Portuguese , Catalan , Chi traditional , German , Chi simplified

Isbn-10: 030758836X | Isbn-13: 9780307588364 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: eBook , Paperback , Audio CD , Softcover and Stapled , Others , Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Gone Girl ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Marriage can be a real killer.
One of the most critically acclaimed suspense writers of our time, New York Times bestseller Gillian Flynn takes that statement to its darkest place in this unputdownable masterpiece about a marriage gone terribly, terribly wrong. The Chicago Tribune proclaimed that her work “draws you in and keeps you reading with the force of a pure but nasty addiction.” Gone Girl’s toxic mix of sharp-edged wit and deliciously chilling prose creates a nerve-fraying thriller that confounds you at every turn.
On a warm summer morning in North Carthage, Missouri, it is Nick and Amy Dunne’s fifth wedding anniversary. Presents are being wrapped and reservations are being made when Nick’s clever and beautiful wife disappears from their rented McMansion on the Mississippi River. Husband-of-the-Year Nick isn’t doing himself any favors with cringe-worthy daydreams about the slope and shape of his wife’s head, but passages from Amy's diary reveal the alpha-girl perfectionist could have put anyone dangerously on edge. Under mounting pressure from the police and the media—as well as Amy’s fiercely doting parents—the town golden boy parades an endless series of lies, deceits, and inappropriate behavior. Nick is oddly evasive, and he’s definitely bitter—but is he really a killer?
As the cops close in, every couple in town is soon wondering how well they know the one that they love. With his twin sister, Margo, at his side, Nick stands by his innocence. Trouble is, if Nick didn’t do it, where is that beautiful wife? And what was in that silvery gift box hidden in the back of her bedroom closet?
With her razor-sharp writing and trademark psychological insight, Gillian Flynn delivers a fast-paced, devilishly dark, and ingeniously plotted thriller that confirms her status as one of the hottest writers around.
Sorting by
  • 4

    Anatomia di una storia d'amore, o di quella che un tempo si presume lo sia stata. Cosa succede nelle fasi inziali, cosa succede quando è tutto rose e fiori, cosa succede quando iniziano i veri problem ...continue

    Anatomia di una storia d'amore, o di quella che un tempo si presume lo sia stata. Cosa succede nelle fasi inziali, cosa succede quando è tutto rose e fiori, cosa succede quando iniziano i veri problemi. Il punto di vista di lui, il punto di vista di lei. Nel mezzo svariati colpi di scena. All'inizio avrei voluto parteggiare per lei, poi per lui, poi per nessuno dei due. Si sta col fiato sospeso fino alla fine. Scritto magnificamente bene.

    said on 

  • 3

    Consiglio spassionato: se avete già visto il film con protagonisti Ben Affleck e Rosamunde Pike potreste rimanere molto delusi dal libro in quanto, a mio giudizio, siamo davanti a uno dei rari casi in ...continue

    Consiglio spassionato: se avete già visto il film con protagonisti Ben Affleck e Rosamunde Pike potreste rimanere molto delusi dal libro in quanto, a mio giudizio, siamo davanti a uno dei rari casi in cui il prodotto cinematografico supera nettamente l’originale cartaceo. Quando penso a una storia malata, quelle che ogni tanto ci troviamo ad ascoltare nei telegiornali e che si concludono con un sonoro “mah”, mi viene in mente “L’amore bugiardo”.
    Il romanzo narra la storia di Amy e Nick: due giovani scrittori che si conoscono a New York e si innamorano in una nuvola di zucchero. I primi anni della loro relazione sono la classica fiaba d’amore ma la recessione e la malattia della madre di Nick spezzano l’idillio e portano i due innamorati a doversi trasferire dalla City alla piccola cittadina di North Carthage. I due rimpiangono presto la vita metropolitana e si ritrovano travolti da un turbinio di insoddisfazioni e frustrazioni: la mitica Amy non sopporta la vita da casalinga e si allontana sempre più dal marito che si ritrova a lavorare presso “Il bar” con la sorella Margo e a cedere continuamente al vizio dell’alcool. La vita della coppia, già messa a dura prova, cambia completamente la mattina del 5 luglio quando Nick, tornando a casa, trova l’abitazione sottosopra e capisce che la moglie è stata aggredita e probabilmente rapita. Hanno così inizio le indagini che seguono il filone della caccia al tesoro organizzata da Amy in occasione del quinto anniversario di matrimonio. Tra colpi di scena, inattesi sviluppi e cambi di rotta Nick passerà di continuo dall’essere considerato eroe a uxoricida. Un libro ben scritto, anche se leggermente prolisso, che a un certo punto vi farà dire: “Coooosa?!?” e che appartiene a un genere che io collocherei a metà strada tra il romanzo rosa e il thriller. Vi consiglio, terminata la lettura, di dedicarvi alla visione dell’omonimo film che vi terrà compagnia per un paio di ore grazie alla magnifica interpretazione dei due attori prescelti per i ruoli di Nick e Amy.

    said on 

  • 3

    Una strana storia.

    Sì, non saprei come altro definirla, a parte con il classico "storia malata" che rientra in quasi tutti i libri thriller che parlano anche di amore.
    Passiamo al punto principale. Questa storia l'ho de ...continue

    Sì, non saprei come altro definirla, a parte con il classico "storia malata" che rientra in quasi tutti i libri thriller che parlano anche di amore.
    Passiamo al punto principale. Questa storia l'ho definita strana perchè "non sa ne di carne ne di pesce", per intenderci la parte thriller comprende solo la parte di Amy scomparsa, tutto il resto è piuttosto dispersivo.
    Non è del tutto un thriller e non è un romanzo d'amore. Quindi che cos'è? Non me lo so spiegare.
    Per farla breve, mi aspettavo un altro tipo di romanzo che conosco bene e che apprezzo sempre di più: le storie d'amore malate, folli che rendono gli umani capaci di ogni azione inimmaginabile. L'amore teso al proprio limite.
    Ecco, L'amore bugiardo rientra in quel genere ma non si sa far apprezzare per la sua dispersività.
    Come ho già letto in altre recensioni e che io mi trovo ad approvare e ribadire: la prima parte del libro risulta lenta ma a suo modo è essenziale per la sua successiva.
    E fin qui, la lentezza e la dispersività le ho giustificate ma con l'approdo della seconda parte mi aspettavo più azione e meno monologhi dei protagonisti. E ne sono rimasta delusa. Delusa perchè alla fine della storia ci ritroviamo con un pugno di mosche in mano (evito di fare spoiler) e la delusione si è affermata e ingigantita. Per la serie: "tutto 'sto casino per niente", Ecco.
    L'idea e la storia che la Flynn ci ha dipanato per tutto il libro non è proprio una novità sul mercato, peccato che ultimamente non ho potuto trovare altre trame simili fra le ultime uscite. Ma, soprattutto, la vicenda di Nick ed Amy poteva essere scritta e descritta in maniera totalmente diversa per poter essere apprezzata di più: il classico caso del "buona idea della trama ma scarsa l'esecuzione".
    Infine, passo alla psicologia dei personaggi. I lettori di gialli, thriller e noir con sfondo d'amore si ritrovano spesso a stare dalla parte di uno o dell'altro finchè il mistero non viene risolto un po' per volta e ci si ritrova a cambiare opinione sui protagonisti. In questo caso, posso dire di non aver capito questa strana psicologia intrisa in Nick ed Amy. Non sono riuscita a "schierarmi" dalla parte di nessuno perchè non sono riuscita ad entrare nel vivo della storia.
    Probabilmente questa recensione sarà di poco aiuto perchè parla più del mio riscontro emotivo che dell'aspetto puramente oggettivo dell'intero libro. Per cui esco dalla modalità soggettiva e giudico la storia poco scorrevole: tende ad allungarsi e perdersi per la troppa introspettività, le descrizioni sono minuziose anche se rade.
    Finale non-sense, situazioni dove i personaggi non sanno neanche loro cosa devono o non devono fare, elementi scarsi per quanto riguarda il genere thriller.
    Mettiamoci anche le mie alte aspettative e possiamo concludere questa recensione per niente entusiasta sul romanzo più famoso di Gillian Flynn.

    said on 

  • 4

    Un amore malato

    Prima parte un po' lenta ma necessaria al successivo sviluppo. Ottimo thriller, quasi senza sbirri, una rarità...Uno dei romanzi di genere più interessanti degli ultimi anni.

    said on 

Sorting by
Sorting by