Guerriero delle Highlands

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (I Romanzi, n.8339

3.4
(51)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 248 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000147771 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Rosa

Ti piace Guerriero delle Highlands?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
trilogia Cameron n.1

Sigimor Cameron, guerriero delle Highlands, si reca al castello di Drumwich per soccorrere lord Gerard, l’inglese al quale deve la vita. Giunto troppo tardi, si trova invece a salvare sua sorella, lady Jolene. Affascinato dal coraggio della fanciulla, Sigimor la porta con sé in Scozia. Ma nel momento in cui la morsa del pericolo torna a stringersi attorno a loro, l’unica possibilità che Sigimor ha per non perdere Jolene sarà convincerla a diventare sua moglie.
Ordina per
  • 3

    TITOLO: Guerriero delle Highlands
    AUTRICE: Hannah Howell
    TITOLO ORIGINALE: Highland Conqueror
    USCITA ITALIANA: RM 833, ottobre 2008
    GIUDIZIO PERSONALE: Discreto.
    “UNA NUOVA ROMANTICA AVVENTURA DI HANN ...continua

    TITOLO: Guerriero delle Highlands
    AUTRICE: Hannah Howell
    TITOLO ORIGINALE: Highland Conqueror
    USCITA ITALIANA: RM 833, ottobre 2008
    GIUDIZIO PERSONALE: Discreto.
    “UNA NUOVA ROMANTICA AVVENTURA DI HANNAH HOWELL!” Romantic Times
    Sigimor Cameron, guerriero delle Highlands, si reca al castello di Drumwich per soccorrere lord Gerard, l’inglese al quale deve la vita. Giunto troppo tardi, si trova invece a salvare sua sorella, Lady Jolene. Affascinato dal coraggio della fanciulla, Sigimor la porta con sé in Scozia. Ma nel momento in cui la morsa del pericolo torna a stringersi intorno a loro, l’unica possibilità che Sigimor ha per non perdere Jolene sarà convincerla a diventare sua moglie.
    Primo libro della serie sui Cameron, un clan scozzese, di ambientazione medievale.
    TRAMA
    Il capoclan, Sigimor Cameron, si è recato in Inghilterra per aiutare il suo amico Peter, ma una volta giunto al suo castello trova l’amara sorpresa dell’amico ucciso, del suo castello occupato e lui stesso viene preso prigioniero. Grazie alla sorella di Peter, Jolene Gerard, lui e i suoi riescono a fuggire ma devono portare con loro la ragazza e il piccolo erede Reynard. Inizia così un lungo viaggio verso la Scozia allo scopo di mettere in salvo i due inglesi. I due giovani avvertono immediatamente una grande attrazione, inoltre il matrimonio sembra l’unico modo per proteggere la ragazza dalle mire di Harold.
    PERSONAGGI
    Entrambi i protagonisti sono piuttosto piacevoli, ma è indubbio che nessuno dei due abbia un grande sviluppo psicologico. L’azione prevale sulla introspezione psicologica, ma siamo comunque in grado di dire qualcosa su entrambi.
    Sigimor è un giovane capo di un clan. Ha sulle sue spalle la responsabilità di un clan, responsabilità che si è dovuto assumere molto presto. Indubbiamente deve gestire un gruppo piuttosto vivace, tra cugini e fratelli il gruppo dei parenti maschi è numeroso e discolo. Si mostra un uomo aperto, disposto ad avere un rapporto di amicizia con un inglese e, addirittura, a sposare un inglese. Certo è facile all’ira, ma ha trovato pane per i suoi denti.
    Jolene è una ragazza dedita alla famiglia, il suo principale obiettivo è salvare il nipote e difendere, quindi, gli interessi del clan. Per ottenere ciò si imbarca in un’avventura pericolosa e faticosissima. Si ritrova innamorata dello Scozzese, ma continua ad essere soprattutto fedele alla sua missione. Sa tenere abbastanza testa al suo compagno e poi marito e, per fortuna, non è una di quelle eroine capace solo di mettersi nei guai.
    STILE
    Nella trama, come ho già detto, prevale l’azione, per questo il ritmo è sempre piuttosto elevato. Poche sono le digressioni riflessive e descrittive.
    Il tono è sapientemente bilanciato tra drammatico, avventuroso ma anche ironico e divertente.
    La scrittura è, secondo me, molto valida, di ampio respiro, ma anche agile.
    SERIE CAMERON
    1. GUERRIERO DELLE HIGHLANDS
    2. HIGHLAND CHAMPION
    3. HIGHLAND LOVER

    ha scritto il 

  • 4

    Ovviamente adoro gli highlanders...

    per cui qualunque libro parli di loro a me piace, lo dico sinceramente senza molto spirito critico :)
    In questo caso la storia è carina, i protagonisti ben delineati e sinceramente a me non dispiace q ...continua

    per cui qualunque libro parli di loro a me piace, lo dico sinceramente senza molto spirito critico :)
    In questo caso la storia è carina, i protagonisti ben delineati e sinceramente a me non dispiace quando la storia è incentrata prevalentemente sull'evoluzione della storia d'amore, senza molto altro di contorno. I riferimenti storici fanno piacere, ma tanto non si sa mai se siano veri o inventati a meno di essere esperti storici, per cui tanto vale leggere un libro di storia, se è quella che interessa.
    In questo caso entrambi i personaggi mi sono piaciuti molto, ho trovato Sigimor davvero affascinante, un vero duro dal cuore tenero. Peccato per il solito colpo di fulmine istantaneo, nemmeno due pagine di libro e già erano persi l'uno dell'altra, ma è stato comunque divertente leggere lo sviluppo del loro amore e a modo suo Sigimor possiede un notevole senso dell'umorismo. Non un capolavoro quindi, ma una lettura piacevole a cui mi sarebbe spiaciuto dare solo tre stelline.

    ha scritto il 

  • 3

    Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più da questo libro. I personaggi sono ben caratterizzati ma la trama è un pò scontata e ci sono solo vaghi accenni storici.

    ha scritto il 

  • 3

    Se non fosse stato per alcuni elementi poteva anche non sembrare un romance ambientato nel Medioevo.
    L’autrice non racconta nulla di quelle che sono le vicende storiche del periodo.
    La trama è scorrev ...continua

    Se non fosse stato per alcuni elementi poteva anche non sembrare un romance ambientato nel Medioevo.
    L’autrice non racconta nulla di quelle che sono le vicende storiche del periodo.
    La trama è scorrevole, semplice ed è priva di colpi di scena(il “cattivo” è palese sin dalle prime pagine del romanzo). Non mi sono annoiata nel leggerlo ma non mi sono nemmeno troppo entusiasmata.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Primo libro,primo Highlander:Sigimor

    Ho fatto fatica a trovare tutti i volumi,il primo promette bene,la trama è la classica:damigella in pericolo,scozzese fascinoso,castelli,il tutto descritto con uno stile scorrevole,ironico,riesce davv ...continua

    Ho fatto fatica a trovare tutti i volumi,il primo promette bene,la trama è la classica:damigella in pericolo,scozzese fascinoso,castelli,il tutto descritto con uno stile scorrevole,ironico,riesce davvero a regalre ore di relax e divertimento e ci prepara al secondo volume,in attesa di Liam.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi potete regalare un Highlander ... grazie??? ^_^

    aaahhh!! ( sospiro ) adoro tutto ciò che è dannatamente "" Scozzese "".

    Questo primo capitolo,mi è piaciuto molto di più,rispetto al terzo ... lo so!!Di solito si dovrebbe leggere dal primo all'ultimo ...continua

    aaahhh!! ( sospiro ) adoro tutto ciò che è dannatamente "" Scozzese "".

    Questo primo capitolo,mi è piaciuto molto di più,rispetto al terzo ... lo so!!Di solito si dovrebbe leggere dal primo all'ultimo,ma che ci volete fare? ^_^
    Come sarà il secondo?? ...

    ha scritto il 

  • 3

    Un romanzo carino e piacevole, ma niente di trascendentale. La storia è semplice e lineare, i personaggi piacevoli e non troppo 'fastidiosi'. Lo stile è ironico quanto basta per strappare un sorriso e ...continua

    Un romanzo carino e piacevole, ma niente di trascendentale. La storia è semplice e lineare, i personaggi piacevoli e non troppo 'fastidiosi'. Lo stile è ironico quanto basta per strappare un sorriso e diretto nella giusta quantità quando serve. Sigimor è il classico scozzese 'simpatico' che, pur essendo un laird tutto d'un pezzo e un guerriero super bravo, ha il senso dello humor, si prende in giro ed è 'innocente' quanto basta per poter fare 'lo gnorri' per certe questioni. Jolene è un'eroina abbastanza insipida, d'altronde non c'è abbastanza spazio per lei in tutto il libro: troppi personaggi secondari e una trama che è così ingombrante da mettere in ombra quella che dovrebbe essere la protagonista. Tutta la questione del cugino usurpatore/assassino/maniaco l'avrei anche saltata...ma così facendo avrei saltato praticamente tutto il libro. Una noia i pezzi dal POV del maniaco, come del resto tutti quelli legati al risolvimento della questione. Sembra quasi che l'autrice abbia voluto far rientrare a forza tutta la famiglia Cameron per iniziare la serie...insomma, avrei anche fatto volentieri a meno di conoscerli tutti (sono mille milioni) e magari così facendo la storia avrebbe potuto essere sviluppata in maniera diversa...ma pace!

    ha scritto il 

  • 3

    Perché il tizio descritto in questo libro, per quanto figo, me lo immagino come un cesso terrificante?

    I due protagonisti sono ben assortiti e sembrano anche stare bene assieme, ma purtroppo, come fin troppo spesso accade nei romanzi di questa collana (tagli e sforbiciate, of course) questo libro è tro ...continua

    I due protagonisti sono ben assortiti e sembrano anche stare bene assieme, ma purtroppo, come fin troppo spesso accade nei romanzi di questa collana (tagli e sforbiciate, of course) questo libro è troppo corto, gli avvenimenti si susseguono uno dopo l'altro con la stessa velocità di uno schioccare di dita, tanto che, quando chiudi il libro, ti meravigli che sia tutto concluso in duecento pagine o poco più. La storia è carina, per carità, ma è stringata. Sul serio, non riesco a capire come possano aver costruito Sigimor e Jolene un qualsiasi tipo di rapporto in così poco tempo, e okay l'attrazione fisica, ma sembra esserci solo quello, che diavolo.

    E poi, perché per quanto venga descritto come un quarto di manzo da paura, Sigimor mi sembra un vero cesso?
    Bah, avrò le cataratte sballate...

    ha scritto il