Gut gegen Nordwind

By

Verleger: Zsolnay

3.7
(4277)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 224 | Format: Others | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) Chi traditional , Italian , Spanish , Catalan , English , French , Portuguese , Chi simplified

Isbn-10: 3552060413 | Isbn-13: 9783552060418 | Publish date:  | Edition 1

Auch verfügbar als: Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Gut gegen Nordwind ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 4

    non mi piacciono molto i romanzi epistolari, ma questo è veramente ben scritto, spesso divertente. non credo che sia facile mantenere l'interesse del lettore visto che spesso i dialoghi si ripetono. M ...weiter

    non mi piacciono molto i romanzi epistolari, ma questo è veramente ben scritto, spesso divertente. non credo che sia facile mantenere l'interesse del lettore visto che spesso i dialoghi si ripetono. Mi ha incuriosita quindi sto leggendo il seguito

    gesagt am 

  • 3

    Questo libro volevo leggerlo da un bel pò, non so cosa mi aspettassi ma non mi è piaciuto come speravo. Ho trovato Emmi insopportabile, noiosa, petulante e mi chiedo come Leo, che ho sicuramente appre ...weiter

    Questo libro volevo leggerlo da un bel pò, non so cosa mi aspettassi ma non mi è piaciuto come speravo. Ho trovato Emmi insopportabile, noiosa, petulante e mi chiedo come Leo, che ho sicuramente apprezzato di più come personaggio, non l'abbia mandata al suo paese dopo N e-mail... Mi è piaciuta l'idea dello scambio di email come tentativo di evasione dalla routine quotidiana dalla famiglia, come sfogo per gli avvenimenti negativi che la vita ci presenta, ma 3/4 di libro l'ho trovato davvero noioso, mentre il finale mi è piaciuto. Speravo meglio.....

    gesagt am 

  • 2

    Challenge lgs 2016 libro bonus

    Ho letto questo libro due volte. Anni fa quando è uscito e adesso per la challenge.
    La prima volta è andato tutto bene, letto in un guiorno alla velocità della luce mi era piaciuto parecchio. La secon ...weiter

    Ho letto questo libro due volte. Anni fa quando è uscito e adesso per la challenge.
    La prima volta è andato tutto bene, letto in un guiorno alla velocità della luce mi era piaciuto parecchio. La secondavolta lasciato e ripreso due volte: mi conciliava il sonno.
    emmi e Leo li ho trovati pesanti, assurdi. romanzo epistolare frutto di e mail, nato per errore, con due personaggi che vivono un per l'altra e che sembrano innamorati seza essersi mai visti, con l'intrusione del marito di lei che supplica l'uomo di incontrare una buona volta la moglie per porre fine a tutta questa storia fatta di messaggi al limite del ridicolo. insomma, mi sono chiesta parecchie volte come fossi riuscita a leggerlo la prima volta. Certo i gusti possono anche cambiare, ma è stata dura arrivare alla fine.
    Un fidanzamento finito male per lui, un martrimonio per lei che dice di amare il marito e tutto finisce in numerosic messaggi, ad un intenso scambio di mail.
    Non posso dire che sia scritto male come libro, anzi, ma non mi ha entusiasmato molto.
    emmi e Leo sono anche simpatici, ma nel librov traspare tanta solitudine e tanta difficoltà nei rapporti umani da far accapponare la pelle, come se le persone che ci stanno a fianco non ci bastassero più e questa insofferenza ci spingesse sempre oltre.
    Se la prima volta che l'ho letto ho visto nel libro una strampalata storia d'amore, con la seconda il desiderio di scappare da tanta solitudine, è non è una bella cosa.

    gesagt am 

  • 4

    un romanzo web-epistolare

    molto interessante il modo in cui i due protagonisti immaginano/deducono/intuiscono e infine arrivano a conoscere bene un perfetto sconosciuto/a incrociato per sbaglio su internet.
    Rende bene il benes ...weiter

    molto interessante il modo in cui i due protagonisti immaginano/deducono/intuiscono e infine arrivano a conoscere bene un perfetto sconosciuto/a incrociato per sbaglio su internet.
    Rende bene il benessere che sembra arrivare da una relazione così parziale, ben più facile da idealizzare rispetto alle relazioni reali.
    Dopo un po' diventa "stiracchiato".

    gesagt am 

  • 2

    Sì…vabbè…boh!

    No, ecco, questo “libro” non è male…ma non è neanche niente di che… insomma…. Non è che poi mi sia piaciuto tanto…ecco, l’ho detto.
    Per chi non sa di cosa si tratta: due sconosciuti, causa una email i ...weiter

    No, ecco, questo “libro” non è male…ma non è neanche niente di che… insomma…. Non è che poi mi sia piaciuto tanto…ecco, l’ho detto.
    Per chi non sa di cosa si tratta: due sconosciuti, causa una email inviata ad un indirizzo sbagliato, si innamorano e vivono una storia d’amore virtuale. Altra cosa da sapere: questo “libro” ha un seguito.
    Scrivo “libro” perché questo “libro” ha ben poco del romanzo… è uno scambio di email che ci portano a conoscere, piano piano, la vita e le emozioni di questi due sconosciuti. Ognuno di loro, pino piano, si scopre all’altro, tra gli inevitabili equivoci dovuti ad una conversazione attraverso internet. Ognuno continua la sua vita ma si rifugia in questa storia virtuale per sfuggire alla propria realtà o, forse, per crearsene un’altra.
    Fatto sta che noi leggiamo delle email…. Nient’altro. È vero, alcune sono molto carine, altre sono anche profonde…però, ecco…. Non è che ci sia poi tutta questa poesia. Lei ha paura, lui ha paura, lei vuole fare sesso con lui ma non ha il coraggio né di ammetterlo né di farlo…. Lui la provoca, lei lo provoca….
    Realistico, ma anche un po’ scontato…
    Ecco, se ne può fare tranquillamente a meno.
    Di sicuro, non leggerò il seguito perché queste emozioni sopite e irrisolte non fanno proprio per me, non nei libri, almeno….
    2 stelle su 5

    gesagt am 

  • 3

    Ben scritto ma inconcludente

    Un romanzo epistolare a due voci. Lei, 34 anni, sposata e madre esemplare dei due figli di lui, sbaglia indirizzo 3 volte e il gioco è fatto. Ecco iniziare una corrispondenza fittissima e sfibrante co ...weiter

    Un romanzo epistolare a due voci. Lei, 34 anni, sposata e madre esemplare dei due figli di lui, sbaglia indirizzo 3 volte e il gioco è fatto. Ecco iniziare una corrispondenza fittissima e sfibrante con uno psicolinguista misterioso.
    Diciamo pure che i due per tutto il libro argomentano intorno al nulla. Non si conoscono e si arrovellano sulla possibilità di conoscersi; discutono della sedicente felicità coniugale, si ingelosiscono l'uno dell'altra, si raccontano frammenti di vita. Vite un po' grigie, diciamoci la verità, che fanno da pretestuoso sfondo a dei dialoghi che assomigliano molto a monologhi. Gli argomenti sono solo uno sprone per entrambi a delle riflessioni su se stessi e le loro situazioni affettive. Senz'altro l'originalità del libro sta nel voler esplorare come i rapporti virtuali possano creare intimità e dipendenza. Sembra che Emi e Leo non possano fare a meno l'uno dell'altra, rivelando così tutta la fragilità delle loro relazioni reali. Ne viene fuori un quadro di precarietà affettiva e di solitudine reale, di una esagerata emotività, cui non basta la quotidianità per essere appagata, ma che cerca nuove sensazioni, che si compiace della curiosità del virtuale, ma che ovviamente non ne può essere appagata. Finale sorprendente e non scontato.

    gesagt am 

  • 5

    Parole, parole, parole...soltanto parole

    Mi è piaciuto davvero tanto. Ho adorato il modo in cui si è sviluppata la trama ed il linguaggio con cui i protagonisti hanno prolungato la loro corrispondenza. Tutto ciò mi crea dei dubbi : sarebbe ...weiter

    Mi è piaciuto davvero tanto. Ho adorato il modo in cui si è sviluppata la trama ed il linguaggio con cui i protagonisti hanno prolungato la loro corrispondenza. Tutto ciò mi crea dei dubbi : sarebbe mai possibile una storia d'amore che inizia virtualmente? Si può vivere di sole parole ,per quanto sofisticate e brillanti possano essere? Se non altro i personaggi del film "C'è posta per te" con Meg Ryan e Tom Hanks si conoscevano già nella realtà...Emmi ed il suo interlocutore vivono in un sogno creato per sfuggire ad una realtà un po' scomoda. In questo caso preferisco l'autenticità del quotidiano, anche se in tutta sincerità non è sempre "rose e fiori".

    gesagt am 

  • 2

    Fatevi curare

    In questa era super tecnologica ci sta che ti "incontri" virtualmente, sui social o via mail per lavoro, chat, oppure per un errore nello scrivere il destinatario come in questo caso. Ci sta che per c ...weiter

    In questa era super tecnologica ci sta che ti "incontri" virtualmente, sui social o via mail per lavoro, chat, oppure per un errore nello scrivere il destinatario come in questo caso. Ci sta che per curiosità magari si chiacchieri un pò e anche che ci si scambi informazioni, si cazzeggi e si giochi. E va bene. Ma..... discussioni, litigi, prese di posizione, commenti offensivi e scazzi MA ANCHE NO! ma sai quanti vaffa!!!!!!!
    Fatevi curare da uno bravo ma seriamente :P

    p.s. l'unica cosa che mi è piaciuta è stata la riflessione finale di lei e volendo anche il finale. Non immagino il seguito

    gesagt am 

  • 3

    Grrrrrrr.......

    I due personaggi sono per me a tratti insopportabili. Il libro per fortuna e'breve e si interrompe al momento giusto e nel modo giusto. Si legge velocemente se non si ha nulla da fare. Non rimpiango c ...weiter

    I due personaggi sono per me a tratti insopportabili. Il libro per fortuna e'breve e si interrompe al momento giusto e nel modo giusto. Si legge velocemente se non si ha nulla da fare. Non rimpiango comunque di averlo letto, ma non e'proprio il mio genere.

    gesagt am 

  • 2

    Mah...

    Protagonista femminile insopportabile e finale pessimo che conferma il senso di non appagamento dato dal libro sin dalle prime pagine. L'unica nota positiva è che si legge velocemente se non si ha nul ...weiter

    Protagonista femminile insopportabile e finale pessimo che conferma il senso di non appagamento dato dal libro sin dalle prime pagine. L'unica nota positiva è che si legge velocemente se non si ha nulla da fare. Col senno del poi avrei pottuto impiegare il tempo a risistemare l'armadio per il cambio di stagione.

    gesagt am 

Sorting by
Sorting by