Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach

Di

Editore: BUR

3.7
(397)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 304 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8817031860 | Isbn-13: 9788817031868 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Olivia Crosio

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Rosa

Ti piace Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Shell Beach, Stato del Mississippi, profondo Sud degli Stati Uniti: un luogo che quasi nessuno conosce ma che è popolato da quindici persone stravaganti, sognatrici, lunatiche, pazze e rissose. Papà William e il suo socio (hanno aperto un bar) Jimmy Snow, un pilota perennemente ubriaco che sparge disinfestante invariabilmente sui campi sbagliati; la signora Dot, proprietaria-direttrice-autrice dell'unico giornale locale; il signor Honywell e il suo esercito di segretarie addestrate alla guerriglia; Ula Sour, una misteriosa negra albina; un uomo affascinante che forse è un assassino...
Ordina per
  • 3

    Una lettura leggera

    Finora il libro meno entusiasmante della Flagg, pochi colpi di scena (direi nessuno), la modalità di scrittura "diario segreto" è meno avvincente di una narrazione. Tuttavia una lettura leggera. La Fl ...continua

    Finora il libro meno entusiasmante della Flagg, pochi colpi di scena (direi nessuno), la modalità di scrittura "diario segreto" è meno avvincente di una narrazione. Tuttavia una lettura leggera. La Flagg riesce comunque sempre a portarti indietro nel tempo anche in epoche che non hai vissuto per farti sentire il sapore di quegli anni.

    ha scritto il 

  • 4

    Per fortuna ho dato un'altra possibilità a Fannie Flag, perché non avevo apprezzato troppo "Pane, cose e cappuccino dal fornaio di Elmwood Springs". La freschezza, la genuinità e la gioia che mi hanno ...continua

    Per fortuna ho dato un'altra possibilità a Fannie Flag, perché non avevo apprezzato troppo "Pane, cose e cappuccino dal fornaio di Elmwood Springs". La freschezza, la genuinità e la gioia che mi hanno trasmesso questo libro sono innegabili.
    Impossibile non affezionarsi alla piccola Daisy Fay Harper e alla sua storia incredibile e a tratti comica, raccontata tramite il suo diario.

    ha scritto il 

  • 5

    Io amo Fannie Flagg, sempre di più

    Ogni volta che leggo un libro di Fannie Flagg, mi rendo conto anche leggendo cinque parole che il libro mi piacera...mi piacerà un sacco!
    Non lo so, forse è il suo modo di scrivere o di far porre i pe ...continua

    Ogni volta che leggo un libro di Fannie Flagg, mi rendo conto anche leggendo cinque parole che il libro mi piacera...mi piacerà un sacco!
    Non lo so, forse è il suo modo di scrivere o di far porre i personaggi nei confronti del lettore, so solamente che sono approcci unici nel loro genere e mi fanno sentire bene, mi fanno sentire a casa!
    La mia recensione qui: http://libriamocisu.blogspot.it/2014/11/hamburger-e-miracoli-sulle-rive-di.html

    ha scritto il 

  • 5

    Adorabile

    Se avete voglia di una lettura leggera e scorrevole, divertente e appassionante la Flagg fa al caso vostro!!!
    E' il suo primo libro che leggo e ne sono totalmente innamorata.
    il libro giusto per l'est ...continua

    Se avete voglia di una lettura leggera e scorrevole, divertente e appassionante la Flagg fa al caso vostro!!!
    E' il suo primo libro che leggo e ne sono totalmente innamorata.
    il libro giusto per l'estate.

    ha scritto il 

  • 2

    Addio pomodori fritti

    Immutato nei toni, riesce a far diventare uno standard anche le situazioni più strampalate. Si sorride, a volte.
    Mi resta la sensazione di non aver assistito alla crescita della protagonista che pure ...continua

    Immutato nei toni, riesce a far diventare uno standard anche le situazioni più strampalate. Si sorride, a volte.
    Mi resta la sensazione di non aver assistito alla crescita della protagonista che pure scrive queste sua vicende dalla sua infanzia alla prima maturità. Talmente statico nel modo di descrivere le vicende, solo a volte divertenti e quasi sempre fuori dalle righe, che stride.
    E non mi ha fatto piacere averlo letto.

    ha scritto il 

  • 2

    Caterina

    Sarò sincera, questo non l'ho terminato.
    Dopo Pane cose e cappuccino e In piedi sull'arcobaleno, questo è decisamente "too much".
    L'io narrante è la protagonista, una ragazzina decisamente strana con ...continua

    Sarò sincera, questo non l'ho terminato.
    Dopo Pane cose e cappuccino e In piedi sull'arcobaleno, questo è decisamente "too much".
    L'io narrante è la protagonista, una ragazzina decisamente strana con un padre decisamente strano, con una madre decisamente strana che vivono una serie di avventure che, alla lunga, tendono a tediare.
    Il libro si presente sotto forma di diario, il diario segreto della protagonista, appunto, che vive e cresce insieme a questo papà ubriacone e sfortunato, senza spina dorsale e con idee poco brillanti.
    Lei vede le cose con i suoi occhi di bambina prima e di ragazza poi, e il velo davanti agli occhi cade sempre più, tanto da farle vedere quella che è sempre stata la realtà delle cose.
    Come sempre la narrazione è buffa, i personaggi da seguire tantissimi e strappa più di un sorriso ma...decisamente troppo prolisso.

    ha scritto il 

Ordina per