I have a dream

L'autobiografia del profeta dell'uguaglianza

Di

Editore: Mondadori (Oscar Storia)

4.2
(148)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 400 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804498935 | Isbn-13: 9788804498933 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Biografia

Ti piace I have a dream?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"I have a dream" è un'ideale autobiografia del più importante e carismatico sostenitore della lotta al razzismo negli Stati Uniti. Nelle sua pagine Martin Luther Kig rivive attraverso i suoi più importanti scritti pubblici e privati, raccolti qui per la prima volta, che ne tracciano un ritratto fondamentale e finora inedito
Ordina per
  • 0

    la via della non violenza

    In tanti conoscono Martin Luter King per la famosa frase "I have a dream" in pochi, però, sanno quanto egli abbia sofferto e combattuto perché il "sogno" dell'uguaglianza tra i bianchi ed i neri diven ...continua

    In tanti conoscono Martin Luter King per la famosa frase "I have a dream" in pochi, però, sanno quanto egli abbia sofferto e combattuto perché il "sogno" dell'uguaglianza tra i bianchi ed i neri divenisse realtà negli Stati Uniti d'America. Questa autobiografia ha il merito di mettere in luce la grande arretratezza di una realtà esistita nel più moderno degli stati occidentali, da sempre considerato un modello di democrazia mondiale. Battendosi contro una normalità che propugnava il principio dell'uguaglianza all'interno della diversità e tollerava il segregazionismo dei neri, in ogni sua forma. Il reverendo King con il suo carico di fede e la sua profonda cultura, è divenuto il più importante attivista per i diritti civili in America e nel mondo intero. Sulle orme del Mahatma Gandhi e fedele sino alla fine al principio della non violenza, Martin Luter King ha sostenuto le più importanti campagne di riconoscimento dei diritti civili del popolo nero, scavando sul suolo americano un profondo solco per il futuro della democrazia ed eguaglianza mondiale. Il libro da un lato, permette al lettore di avvicinarsi all'aspetto più umano della vita di uno dei più importanti attivisti neri del ventesimo secolo, dall'altro tende ad offrire solo un'assaggio degli eventi occorsi nel periodo storico di riferimento. Di fatti, si tratta pur sempre di un'autobiografia che oggettivamente, non ha lo stesso spessore storico di una biografia e che pur ricca profonde riflessioni, risulta storicamente limitata. Ciò non toglie che l'autobiografia di Martin Luter King, nella sua semplicità e profondità, può considerarsi un'opera imperdibile per coloro che amano ed ammirano questo grande uomo e risultare nel contempo un punto di partenza per approfondire gli avvenimenti che hanno scosso l'America, in uno dei periodi più rilevanti della storia moderna.

    ha scritto il 

  • 5

    Una lettura che emoziona ed apre la mente

    "I have a dream" è un libro che, se potessi, regalerei a tutte le persone che stanno cercando un senso da dare alla propria vita; è una lettura che emoziona ed apre la mente ad una nuova interpretazio ...continua

    "I have a dream" è un libro che, se potessi, regalerei a tutte le persone che stanno cercando un senso da dare alla propria vita; è una lettura che emoziona ed apre la mente ad una nuova interpretazione dell'esistenza di ogni singolo individuo che, come insegna Martin Luther King con la sua vita, può fare davvero la differenza se sceglie di schierarsi sempre dalla parte della giustizia, senza riserve, senza paura.

    http://www.mr-loto.it/recensioni/i-have-a-dream.html

    ha scritto il 

  • 5

    Da leggere assolutamente.

    A scuola - sorpresa delle sorprese - Martin Luther King viene dolorosamente ignorato. Liquidato in due righe con un accenno a Rosa Park.

    Leggere questa autobiografia è essenziale non solo per capire l ...continua

    A scuola - sorpresa delle sorprese - Martin Luther King viene dolorosamente ignorato. Liquidato in due righe con un accenno a Rosa Park.

    Leggere questa autobiografia è essenziale non solo per capire l'uomo e il suo operato, ma sopratutto per sapere cosa< ha fatto. Per leggere tutte le tappe del boicotaggio degli autobus, le sue preoccupazioni, i problemi della comunità nera, la sua visione del mondo e il perchè delle cose che sono successe. Per rendersi conto di cosa sia stata - è - la lotta per i diritti civili in America.

    Molto interessante anche le sue considerazioni sul sistema economico americano come qualcosa da combattere a favore della popolazione.

    ha scritto il 

  • 0

    Martin Luther King Jr. è stato un uomo eccezionale. Ha saputo rendere il mondo un posto migliore. Ha sempre combattuto per i più nobili ideali, animato da una fede magnifica. Ha sacrificato tutto per ...continua

    Martin Luther King Jr. è stato un uomo eccezionale. Ha saputo rendere il mondo un posto migliore. Ha sempre combattuto per i più nobili ideali, animato da una fede magnifica. Ha sacrificato tutto per il bene della gente oppressa, senza mai odiare gli oppressori. Ha donato la sua esistenza all'umanità, senza chiedere niente in cambio. E se gli insegnamenti evangelici possono avere un senso anche per chi non crede, io vedo nel Dottor King un uomo che con la vita e con le opere ha saputo seguirli pienamente.

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro che ha plasmato lo scheletro dei miei valori morali e mi ha fatto ripensare al sistema Chiesa e a come alcuni suoi rappresentanti si meritino di essere ricordati...per qualcosa in più!

    ha scritto il 

  • 5

    Un uomo, un sogno, una vita dedicata alla lotta (mai violenta) per sancire i diritti della propria gente, sempre in prima persona. La figura di Martin Luther King mi ha sempre affascinato, la sua forz ...continua

    Un uomo, un sogno, una vita dedicata alla lotta (mai violenta) per sancire i diritti della propria gente, sempre in prima persona. La figura di Martin Luther King mi ha sempre affascinato, la sua forza, il suo credo indistruttibile, anche e soprattutto in anni difficilissimi, in un paese contraddittorio, razzista, dove i diritti umani erano, appunto, un sogno. Comunque, il suo sogno, in un certo qual modo, è oggi diventato realtà, impossibile non pensare a lui durante l'insediamento del neo presidente Obama.

    ha scritto il 

  • 4

    La storia e il libro meritano 4 stelle. Le mie esigenze e attese ne danno 3. La storia è bellissima. Il libro è stato prodotto in forma magistrale ed ha richiesto all'autore un lavoro molto impegnativ ...continua

    La storia e il libro meritano 4 stelle. Le mie esigenze e attese ne danno 3. La storia è bellissima. Il libro è stato prodotto in forma magistrale ed ha richiesto all'autore un lavoro molto impegnativo. Ma non è solo una biografia. Direi che è anche un libro storico, perchè passa in rassegna tutta la storia di Martin Luther King Jr attraverso gli infiniti episodi e le molte vicissitudini che l'hanno accompagnata, tanto da risultare stancante nella sua seconda parte per un lettore che cerca meno dettagli.
    E' così che ho saltato gli ultimissimi capitoli per portarlo a termine. Capolavoro l'ultimo capitolo che non si può saltare. Un po' l'eredità di questo grande uomo.
    "I have a dream". "Io ho un sogno!". E' questo il sottile filo conduttore della storia di un uomo che sperimenta la sua realizzazione nel monento in cui comprende che il suo sogno è in sintonia con quello che Dio voleva da lui, con quella vocazione per la quale era venuto al mondo.
    Martin Luther King non solo avrà un grande sogno, ma lo realizzerà credendo nella "forza della non violenza".
    Nobel per la pace, King Jr sarà capace di rialzare i poveri negri dalla polvere della sopraffazione razziale alle vette della giustizia umana. E lo farà mettendo se stesso in prima fila; esponendosi in prima persona assieme alla propria storia personale e alla propria vita, per amore della giustizia. Lo farà usando un'arma difficile ma evangelicamente vera che "la forza della non violenza". E ci crederà fino alla fine convertendo i cuori dei potenti e dei cattivi.
    "Il vero pacifismo - affermerà - non è un'irrealistica sottomissione a un potere malvagio, come afferma Niebuhr, piuttosto una coraggiosa sfida lanciata contro il male dal potere dell'amore, nella fede che è meglio essere oggetto di violenza piuttosto che infliggerla, poichè la prima scelte serve soltanto a moltiplicare la violenza e i rancore presenti nell'universo, mentre la seconda può far nascere nell'oppositore un seme di vergogna e quindi produrre una trasformazione e un mutamento nel cuore".
    Un libro che invita ogni uomo a cercare un sogno alto per il quale vivere e spendere la propria esistenza. "Se riesco ad aiutare qualcuno mentre passo, se riesco a rallegrare qualcuno con una parola o un canto, se riesco a mostrare a qualcuno che sta andando nella direzione sbagliata, allora non avrò vissuto invano".

    ha scritto il