Ik dood

By

Uitgever: House of Books B.V.

3.8
(14672)

Language: Nederlands | Number of Pages: 544 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , Chi traditional , German , French , English , Portuguese , Swedish , Danish , Czech

Isbn-10: 9044311344 | Isbn-13: 9789044311341 | Publish date: 

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Ik dood ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Tijdens zijn nachtprogramma krijgt een diskjockey van Radio Monte Carlo plotseling een waanzinnig telefoontje. Een vreemde met een vervormde stem onthult dat hij een moordenaar is. Aanvankelijk wordt het afgedaan als een van slechte smaak getuigende grap. Maar de dag daarna worden een Formule 1-coureur en zijn vriendin, de dochter van een Amerikaanse generaal, dood en gruwelijk verminkt op hun boot aangetroffen. Het is het startsein van een
Sorting by
  • 5

    Incredibile!

    Sono rimasta sorpresa dalla scrittura di Faletti. Non immaginavo che potesse descrivere le scene in un modo così pittoresco, così preciso e così intenso. Ho sottolineato tantissime frasi, tante descri ...doorgaan

    Sono rimasta sorpresa dalla scrittura di Faletti. Non immaginavo che potesse descrivere le scene in un modo così pittoresco, così preciso e così intenso. Ho sottolineato tantissime frasi, tante descrizioni... A livello linguistico assolutamente 5/5. A livello di trama beh, un libRo STRAORDINARIO. La fine si poteva migliorare, troppo da romanzo d'amore poco giallo. Ma per il resto perfetto. Do poche volte 5 su 5, ma questo libro se lo merita proprio! Assolutamente consigliato!!

    gezegd op 

  • 4

    Un libro nel complesso avvincente dalla trama non scontata. Solo a tratti un po' stucchevole e tedioso ma decisamente scorrevole e interessante. Felicissima di averlo acquistato su suggerimento di una ...doorgaan

    Un libro nel complesso avvincente dalla trama non scontata. Solo a tratti un po' stucchevole e tedioso ma decisamente scorrevole e interessante. Felicissima di averlo acquistato su suggerimento di una grande lettrice di ottimi libri.

    gezegd op 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Grande delusione (con qualche piccolo spoilers)

    Prima di recensire questo libro, una premessa è d'obbligo: nonostante io sia una vera a e propria divoratrice di gialli, il thriller non è una delle mie letture preferite. Per intenderci, preferisco m ...doorgaan

    Prima di recensire questo libro, una premessa è d'obbligo: nonostante io sia una vera a e propria divoratrice di gialli, il thriller non è una delle mie letture preferite. Per intenderci, preferisco mille volte un buon "vecchio" giallo alla Agatha Christie che un thriller più o meno noir alla Deaver o alla Lee Child, per cui chiedo preventivamente scusa agli appassionati e agli estimatori del genere se da questa recensione trasuderà ignoranza.
    Detto questo, passiamo alla recensione vera e propria e togliamoci subito il dente, per così dire. Via il dente, via il dolore, no? Questo libro non mi è piaciuto. Per niente.
    L'ho comprato in un impeto di curiosità (anche attirata dal prezzo super conveniente, 3 euro per quasi 700 pagine è un affare) ed ero anche piena di buone speranza, perché mi era stato caldamente consigliato in passato da persone che reputo abbastanza affidabili. Ma ahimè, devo confessare che arrivare quasi alla fine è stata una fatica immane; sì, quasi alla fine perché ho mollato il colpo a meno di 100 pagine dalla fine, irritata e delusa.
    Cosa mi ha deluso? Bhè, una delle principali fonti di delusione, ma non la più cocente, sta nella resa dei personaggi: li ho trovati, al meglio, finti e in alcuni casi persino irritanti. Il protagonista, il fantomatico G-man in vacanza-recupero a Montecarlo, questo Frank Ottobre è uno stereotipo vivente, un americano preso da tante scadenti serie tv, il classico duro (?) dal cuore tenero e il passato tormentato. Mi è stato sulle scatole nel giro di poche pagine, lui e la sua inesistente quanto millantata ironia (insomma, per essere scritto da un ex-comico, mi sarei aspettata un filo di ironia sana e mordace in più, no quelle battute un po' squalliducce degne dei peggiori bar di Caracas).
    Lo stesso cattivo non ne esce meglio: ovviamente è un genio, ovviamente è imprendibile, ovviamente è super folle ma lucido. Insomma, una catasta di luoghi comuni sui serial killer alta così.
    Sul "rain man" di turno e della stucchevolezza con cui viene reso poi stendo un velo pietoso. Imbarazzante.
    Altra nota dolente: la lunghezza. Non sono una che si intimorisce davanti a dei bei tomi corposi, ma qui più di un centinaio di pagine potevamo pure evitarcele. Prima di tutto la storia d'amore tra il protagonista ed una bellona, che ovviamente ha una triste e drammatica storia tragica alle spalle, che nulla aggiunge e nulla toglie all'economia del romanzo. E anche alcune descrizioni, che si ripetono quasi ossessivamente qua e là, appesantimenti retorici che male fanno alla trama e a chi legge. Cioè, credo che anche il lettore più tardo la terza-quarta volta che legge (e rilegge) di quanto sia bella e brava la polizia monegasca lo afferri, perché ripeterlo fino allo spasimo. Per un momento ho creduto che il buon Faletti (pace all'anima sua) all'epoca fosse stato sponsorizzato dai poliziotti del principato...
    E' palese inoltre la prosa dilettantistica, barocca e troppo ricca in alcuni parti per colpire e ammaliare il lettore, che si vorrebbe conquistare con tante, troppe parole ad effetto, ma che finiscono per sfiancare, per lo meno "questa" lettrice. In alcuni punti ho sbadigliato vistosamente e non credo che questo sia un buon segno per un romanzo che ha le aspirazioni di un thriller.
    Altra nota dolente, forse quella che mi ha procurato più delusione: la scontatezza. Credo che molti lettori più smaliziati di me abbiano individuato il colpevole prima di quanto l'abbia fatto io e in ogni caso molto, molto, ma molto prima del buon Ottobre. Sigh.
    Aspetti positivi ne ho trovati pochi, al momento me ne sovviene uno solo: l'ambientazione. La patinata e vippeggiante Montecarlo che viene macchiata da crimini orrendi e sanguinolenti è un bello sfondo, o meglio, lo sarebbe stato in mani meno inesperte.
    Insomma, un libro che avrei potuto evitarmi alla grande e che non consiglio a nessuno, soprattutto agli amanti del thriller e dei gialli. Li attenderebbe una grossa delusione

    gezegd op 

  • 2

    Ci ho messo 10 giorni per terminarlo in quanto riuscivo a leggere solo poche decine di pagine al giorno perchè non riusciva a prendermi per niente. A mio parere la prima metà del libro è di una noia m ...doorgaan

    Ci ho messo 10 giorni per terminarlo in quanto riuscivo a leggere solo poche decine di pagine al giorno perchè non riusciva a prendermi per niente. A mio parere la prima metà del libro è di una noia mortale solo verso la fine si risolleva ma risulta sempre troppo portato per le lunghe per i miei gusti. Storia carina ma niente di nuovo per amanti dei thriller che ne divorano in grandi quantità come me. Non mi sento di dargli piu di due stelline. Avevo grandi aspettative per questo libro ma purtroppo non sono state soddisfatte.

    gezegd op 

  • 4

    La acción transcurre en Mónaco, ciudad apacible y ociosa hasta que aparece un asesino en serie que firma sus crímenes, deja pistas-trampa y mantiene en jaque a los investigadores encargados del caso. ...doorgaan

    La acción transcurre en Mónaco, ciudad apacible y ociosa hasta que aparece un asesino en serie que firma sus crímenes, deja pistas-trampa y mantiene en jaque a los investigadores encargados del caso. Su ritmo trepidante, su inteligente trama y su excelente ambientación hacen de esta opera prima todo un acontecimiento.

    gezegd op 

  • 5

    Faletti riesce a scrivere oltre 500 pagine senza mai perdere la verve. La prosa è piacevole e ricca di dettagli estremamente tecnici (a tratti cyber) nella descrizione degli omicidi; l'ambientazione i ...doorgaan

    Faletti riesce a scrivere oltre 500 pagine senza mai perdere la verve. La prosa è piacevole e ricca di dettagli estremamente tecnici (a tratti cyber) nella descrizione degli omicidi; l'ambientazione in Costa Azzurra è intrigante e meravigliosa; pregevole anche l'attitudine dell'autore a plasmare il dialogo dei personaggi (prevalentemente francesi e americani) in modo perfettamente caratterizzato dalla nazionalità.
    Assolutamente da leggere

    gezegd op 

  • 2

    • IO UCCIDO di Giorgio Faletti
    Montecarlo. Un serial killer che agisce con estrema lucidità, premeditando e preparando i vari omicidi nei minimi dettagli (segno caratteristico: asporta completamente l ...doorgaan

    • IO UCCIDO di Giorgio Faletti
    Montecarlo. Un serial killer che agisce con estrema lucidità, premeditando e preparando i vari omicidi nei minimi dettagli (segno caratteristico: asporta completamente la pelle della testa delle sue vittime), che chiama una trasmissione radiofonica dando indizi musicali sulle sue prossime prede, che firma ogni suo delitto con una particolare scritta, "Io uccido..."
    Ad occuparsene sono un agente speciale dell'FBI, Frank Ottobre, in congedo temporaneo e rifugiatosi a Montecarlo dopo il suicidio della moglie, tormetato dai sensi di colpa, e il commissario Nicolas Hulot.

    Ho avuto la sensazione di leggere qualcosa di già letto, la trama non è per nulla originale (soprattutto per una come me che legge prevalentemente gialli/thriller), ed è proprio per questo che ho proseguito nella lettura abbastanza a rilento.
    La storia segue un andamento di alti e bassi, la tensione narrativa è piuttosto altalenante, infatti dopo un inizio molto interessante, nel quale si inizia ad avere familiarità con l'assassino e coloro che gli danno la caccia, segue una situazione di calma, un punto morto che prepara il lettore al prossimo "colpo di scena".
    A questo punto avrei preferito meno pagine (si tratta di un libro di 700 pagine), e dunque evitato dilungamenti inutili ed eccessivi, descrizioni infinite, che fanno perdere decisamente ritmo alle vicende, e avrei optato per una maggiore concentrazione dei fatti.
    I personaggi sono tutti ben delineati e caratterizzati. Lo stile è comunque scorrevole e avvincente, cattura l'attenzione del lettore e suscita una discreta curiosità.
    Nonostante qualche nota negativa, è un libro che consiglio.

    gezegd op 

Sorting by
Sorting by
Sorting by