Il caso con nove soluzioni

Di

Editore: Polillo

3.5
(68)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 266 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 888154315X | Isbn-13: 9788881543151 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Francesca Stignani

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il caso con nove soluzioni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Una compiaciuta lezione universitaria

    Il romanzo sembra quasi una lezione tenuta da un professore che si compiace della sua erudita esposizione: ha un ritmo lento ed è narrato in tono accademico, con un investigatore supponente (capo dell ...continua

    Il romanzo sembra quasi una lezione tenuta da un professore che si compiace della sua erudita esposizione: ha un ritmo lento ed è narrato in tono accademico, con un investigatore supponente (capo della polizia della contea) che quasi si diverte a mettere alla prova l’ispettore a cui ha assegnato il caso; lascia al suo sottoposto le indagini di routine, mentre è lui ad occuparsi di persona dei principali indiziati e della identificazione del colpevole, grazie al tipico interrogatorio finale.
    Una storia abbastanza complessa, ma secondo me non avvincente, che serve all’autore anche per dispensare alcune nozioni di chimica e dove l’investigatore pare sappia già tutto dall’inizio, non mostrando mai di essere sorpreso dai fatti e dando l’impressione che ogni cosa si svolga come lui aveva previsto.

    ha scritto il 

  • 1

    Orribile

    Scritto in maniera scevra e priva di pathos, piatto. Oltre alla noia c'è la tortuosità di far capire al lettore chi sia il colpevole nonostante si capisca da subito. Per cui, mi chiedo: perché tutte q ...continua

    Scritto in maniera scevra e priva di pathos, piatto. Oltre alla noia c'è la tortuosità di far capire al lettore chi sia il colpevole nonostante si capisca da subito. Per cui, mi chiedo: perché tutte quelle pagine superflue? Orribile.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Parte benissimo con grande atmosfera (Connington ne sa creare) nebbiosa e fatti misteriosi ma il resto che resta per carità è un giallo che si segue senza problemi anche se a mio avviso appesantito d ...continua

    Parte benissimo con grande atmosfera (Connington ne sa creare) nebbiosa e fatti misteriosi ma il resto che resta per carità è un giallo che si segue senza problemi anche se a mio avviso appesantito da troppa chimica o anche l'intero capito riguardanti le possibili soluzioni tra Sir Clinton (capo della polizia che anche in questo romanzo come nell'altro unico fino ad ora di Connington che ho letto "le tre meduse" non mi è simpaticissimo anche se molto preparato di diversi suoi colleghi bisogna
    riconoscerlo e più che altro è il suo subalterno che fa un po tenerezza paragonato a lui) non mi ha preso molto. Il problema è che è tutt'altro che avvincente (anche se la lettura l'ho portata in porto senza nessun problema) come la Polillo scrive nel retro copertina visto che l'assassino è molto facile da individuare visto i troppi indizi lasciati dietro ed a un certo punto (nonostante un piccolo tentativo riguardante il sosia di Sir Clinton che può sviare poi è quasi impossibile sbagliare l'indiziato). Peccato che anche qui il personaggio iniziale poi scompaia dalla storia

    ha scritto il 

  • 5

    Giallo classicissimo, che merita il massimo della votazione. Per l'ambientazione (il clima nebbioso dell'Inghilterra), per la possibilità di indovinare il nome dell'omicida (è vero che non ci sono tan ...continua

    Giallo classicissimo, che merita il massimo della votazione. Per l'ambientazione (il clima nebbioso dell'Inghilterra), per la possibilità di indovinare il nome dell'omicida (è vero che non ci sono tantissimi personaggi, ma io ci sono riuscito per tempo) e, personalmente, per la vera chicca del capitolo finale, in cui sir Clinton ripercorre nel suo taccuino le tappe che lo conducono alla verità.

    ha scritto il 

  • 3

    E' un giallo ben scritto dove il capo della polizia, Sir Clinton Driffield, dovra' affrontare un caso intricato, ma tutto sommato dalla soluzione abbastanza semplice, in cui gia' alle prime pagine ci ...continua

    E' un giallo ben scritto dove il capo della polizia, Sir Clinton Driffield, dovra' affrontare un caso intricato, ma tutto sommato dalla soluzione abbastanza semplice, in cui gia' alle prime pagine ci sono tre morti, e il quarto verrà scoperto più tardi. L'autore fornisce al lettore,in maniera estremamente chiara, tutti gli indizi necessari per la risoluzione del caso tramite un quaderno degli appunti. Si capisce facilmente chi e' il colpevole ma l'abilita' e' capire il ragionamento logico che l'investigatore applica per chiudere il cerchio attorno al presunto sospettato. Un giallo ricco di elementi chimici e matematici non propriamente il mio genere.

    ha scritto il 

  • 4

    Atmosfera gradevole, sempre misurata, di quelle che apprezzo. Pochi inutili ghirigori, poche descrizioni pulp, poche questioni dementi da libro di terz'ordine sugli psicopatici.
    Le "nove soluzioni" le ...continua

    Atmosfera gradevole, sempre misurata, di quelle che apprezzo. Pochi inutili ghirigori, poche descrizioni pulp, poche questioni dementi da libro di terz'ordine sugli psicopatici.
    Le "nove soluzioni" le avevo immaginate un po' diverse, ma interessante.
    Sarà che io mastico un sacco di gialli, ma la persona colpevole non era così difficile da intuire. Mi mancava il movente...

    ha scritto il 

  • 4

    Quando inizialmente avevo letto il titolo, pensavo a qualcosa di diverso per le "nove soluzioni". Comunque la trama è intricatissima e i duetti Sir Clinton-ispettore Flamborough gustosissimi.

    RILETTUR ...continua

    Quando inizialmente avevo letto il titolo, pensavo a qualcosa di diverso per le "nove soluzioni". Comunque la trama è intricatissima e i duetti Sir Clinton-ispettore Flamborough gustosissimi.

    RILETTURA: confermo le prime impressioni e aggiungo un ulteriore apprezzamento per il capitolo finale che chiarisce i processi mentali di Sir Clifford.

    ha scritto il 

  • 3

    Pensavo meglio

    Insomma, pensavo meglio. Il titolo mi allettava parecchio. Giallo classico con il detective che indaga, intuisce e ti fornisce anche abbastanza indizi per tentare di indovinare l'assassino. Peccato ch ...continua

    Insomma, pensavo meglio. Il titolo mi allettava parecchio. Giallo classico con il detective che indaga, intuisce e ti fornisce anche abbastanza indizi per tentare di indovinare l'assassino. Peccato che Sir Clinton Driffield come detective non mi sia affatto simpatico.
    Bel finale!
    Come voto sarebbero ero indecisa tra due e tre stelle :)

    ha scritto il