Il codice Rebecca

Di

Editore: Mondadori

3.7
(2721)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 358 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Norvegese , Portoghese , Olandese , Danese , Polacco , Ungherese

Isbn-10: 8804518383 | Isbn-13: 9788804518389 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. Bonomi

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace Il codice Rebecca?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Nord Africa, estate 1942. Il generale Rommel, la "volpe del deserto", ha accerchiato le truppe britanniche e sembra a un passo dalla vittoria finale. Ha un'arma segreta: una spia assolutamente fuori dal comune, Alex Wolff, che gli comunica direttamente i piani segreti dell'esercito di Sua Maestà servendosi di un invincibile sistema cifrato, il codice Rebecca. La Germania nazista avrà dunque il sopravvento? Così sembra, a meno che non si riesca a bloccare Wolff e a carpirgli la chiave del codice. L'unico che può farlo è un ufficiale inglese, il maggiore Vendam, nelle cui mani sono le sorti dell'umanità...
Ordina per
  • 4

    alla fine l'abbiamo fatta un po' troppo lunga però. un altro sai da quanto avrebbe fatto una brutta fine?

    però tutto il percorso di giochi e doppi giochi non è stato male davvero, con qualche spunto s ...continua

    alla fine l'abbiamo fatta un po' troppo lunga però. un altro sai da quanto avrebbe fatto una brutta fine?

    però tutto il percorso di giochi e doppi giochi non è stato male davvero, con qualche spunto storico inserito nel giusto contesto. un po' troppo banale dipingere l'Inglese buono e in cerca d'amore, e il Nazista spietato e senza scrupoli. non è che gli Inglesi avevano un impero coloniale per coccolare gli invasi.

    ha scritto il 

  • 3

    Spionaggio durante la guerra Mondiale, una spia tedesca al Cairo inseguita da un Maggiore Inglese...il romanzo è scorrevole e piacevole, sicuramente non uno dei migliori di Follet...manca un colpo di ...continua

    Spionaggio durante la guerra Mondiale, una spia tedesca al Cairo inseguita da un Maggiore Inglese...il romanzo è scorrevole e piacevole, sicuramente non uno dei migliori di Follet...manca un colpo di scena, finale scontato...non male comunque nel complesso

    ha scritto il 

  • 3

    Spie nel deserto

    Spionaggio in Egitto durante la seconda guerra mondiale. Calore, sabbia, erotismo, ma la storia stenta a decollare, i momenti di tensione sono pochi. Apprezzabili i (pochi) cenni storici. Non il migl ...continua

    Spionaggio in Egitto durante la seconda guerra mondiale. Calore, sabbia, erotismo, ma la storia stenta a decollare, i momenti di tensione sono pochi. Apprezzabili i (pochi) cenni storici. Non il miglior libro del grande Follett.

    ha scritto il 

  • 2

    Follett cade sul finale

    Se mi fossi fermato a pagina 300 avrei potuto dare almeno due stelle in più a questo romanzo di Follett, ma sono sostanzialmente d'accordo con gli altri recensori che non perdonano all'autore un final ...continua

    Se mi fossi fermato a pagina 300 avrei potuto dare almeno due stelle in più a questo romanzo di Follett, ma sono sostanzialmente d'accordo con gli altri recensori che non perdonano all'autore un finale così banale.
    Estate del 1942, seconda guerra mondiale, fronte nordafricano: il generale Rommel riportando vittorie decisive a Tobruk ed a Mersa Matruh minaccia la possibile cacciata degli inglesi dall'Egitto.
    Ma non è tutto frutto del suo genio militare.
    Una spia ha trovato il modo di curiosare i segreti militari avversari, sbirciando la valigetta di un ufficiale adescato da un'affascinante danzatrice professionista.
    Ebbene sì, Follett attribuisce un ruolo decisivo alle pulsioni sessuali, ma in qualche frangente finisce per esagerare.
    Più di un personaggio sembra maggiormente ispirato da ciò che ha nelle mutande piuttosto che dal cervello.
    Ma decisamente imperdonabile è un finale che banalizza tutto il romanzo lasciando l'amaro in bocca.
    Ho apprezzato Follett in altre occasioni, ma non questa volta.
    Peccato perché gli ingredienti per un ottimo titolo c'erano tutti.

    ha scritto il 

  • 3

    Per i miei canoni...

    ... è il massimo che posso dare ad un gialletto.
    Certo la pretesa di una spy story ambientata nel pieno della seconda guerra mondiale è ambiziosa. Il deserto, gli arabi, il colonialismo ecc... sono in ...continua

    ... è il massimo che posso dare ad un gialletto.
    Certo la pretesa di una spy story ambientata nel pieno della seconda guerra mondiale è ambiziosa. Il deserto, gli arabi, il colonialismo ecc... sono ingredienti base per un opera maestosa, ma pur scivolando con un buon pathos, veloce, snella, la storia non avvolge, non incanta; molte premesse e promesse del racconto non evolvono e tutto si riduce in un duello tra due egoisti, ed alla loro personale ambizione, a volte distante da un contesto storico dall' immaginario monumentale come sarebbe dovuta essere la guerra d'Africa, relegata invece a margine e a sfondo.
    Comunque una lettura piacevole, senza fatica, che ogni tanto ci vuole.

    ha scritto il 

  • 4

    Bel viaggio negli anni 40.

    Ciò che più mi è piaciuto di questo romanzo è la parte storica, le truppe inglesi in Egitto di cui lo ammetto vagavo nella più totale ignoranza. L'Egitto è già affascinante di suo poi negli anni quara ...continua

    Ciò che più mi è piaciuto di questo romanzo è la parte storica, le truppe inglesi in Egitto di cui lo ammetto vagavo nella più totale ignoranza. L'Egitto è già affascinante di suo poi negli anni quaranta in cui il racconto si svolge è ancora più affascinante. Poi per il resto è Ken Follet, quindi personaggi un poco simili tra loro (improbabili infatti tutti parlano un inglese fluente) dove sembrano tutti avere una cultura universitaria.

    ha scritto il 

  • 4

    Spionaggio realistico e allo stesso tempo cinematografico, fatto di carte ma non privo d'azione, rigoroso eppure un pò melodrammatico. Bello, bello anche questo, eccellente la scrittura di Follett, ch ...continua

    Spionaggio realistico e allo stesso tempo cinematografico, fatto di carte ma non privo d'azione, rigoroso eppure un pò melodrammatico. Bello, bello anche questo, eccellente la scrittura di Follett, che sazia sia la fame di storia che la sete d'avventura.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    [SPOILER]
    -----
    -----
    -----
    -----
    -----
    Pessimo finale, troppo simile a "La cruna dell'ago"

    ha scritto il 

  • 5

    Avvincente

    Molto bello. Romanzo ambientato nella seconda guerra mondiale, veloce, piacevole, ben scritto e strutturato. I personaggi sono davvero interessanti e la storia tiene con il fiato sospeso soprattutto n ...continua

    Molto bello. Romanzo ambientato nella seconda guerra mondiale, veloce, piacevole, ben scritto e strutturato. I personaggi sono davvero interessanti e la storia tiene con il fiato sospeso soprattutto nell'ultimi parte. Inoltre parla della guerra vista dall'Egitto, prospettiva che non avevo mai "visto".
    Consigliatissimo!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per