Il gabbiano Jonathan Livingston

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

4.0
(15255)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 103 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Russo , Chi semplificata , Olandese , Danese , Sloveno , Catalano , Finlandese , Ceco , Coreano , Giapponese , Turco , Greco

Isbn-10: 8817013382 | Isbn-13: 9788817013383 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. F. Paolini

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Educazione & Insegnamento , Narrativa & Letteratura , Filosofia

Ti piace Il gabbiano Jonathan Livingston?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Un po' scettica leggendo la prima parte, non tanto per il libro in sé, quanto per la traduzione datata, devo dire che nella seconda e terza parte si riprende. Molto new age, come c'è da aspettarsi, ri ...continua

    Un po' scettica leggendo la prima parte, non tanto per il libro in sé, quanto per la traduzione datata, devo dire che nella seconda e terza parte si riprende. Molto new age, come c'è da aspettarsi, richiama un po' il buddismo, un po' il cristianesimo...ma alla fine le idee di base sono quelle un po' per tutti. Molto carino e molto veloce da leggere, meglio di quanto credessi :)

    ha scritto il 

  • 3

    Un pò delusa, mi aspettavo di più.

    Mi pare di averlo letto in gioventù,forse.
    Nel libro si parla di libertà, di perseverare nel raggiungere i propri obbiettivi. Il libro è carino ma me lo aspettavo più filosofico e illuminante visto il ...continua

    Mi pare di averlo letto in gioventù,forse.
    Nel libro si parla di libertà, di perseverare nel raggiungere i propri obbiettivi. Il libro è carino ma me lo aspettavo più filosofico e illuminante visto il grandissimo amore che hanno dimostrato i lettori.
    Ad essere sincera sono rimasta un pò delusa.

    ha scritto il 

  • 3

    Dobbiamo vivere da uomini liberi, senza farci condizionare da pregiudizi o insicurezze. Dobbiamo vivere seguendo i nostri interessi, amando ciò che facciamo e rispettando gli altri. Dobbiamo imparare, ...continua

    Dobbiamo vivere da uomini liberi, senza farci condizionare da pregiudizi o insicurezze. Dobbiamo vivere seguendo i nostri interessi, amando ciò che facciamo e rispettando gli altri. Dobbiamo imparare, sempre; perchè non si smette mai di farlo. Solo così ci illumineremo.

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelline e mezzo

    Da < a href="https://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2016/09/recensione--jonathan-livingston.html">La Bella e il Cavaliere< /a>

    Trovo che sia un po' strano parlare di un classico celebre come Il gabbi ...continua

    Da < a href="https://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2016/09/recensione--jonathan-livingston.html">La Bella e il Cavaliere< /a>

    Trovo che sia un po' strano parlare di un classico celebre come Il gabbiano Jonathan Livingston. Penso che tutti lo abbiano letto, probabilmente a scuola. Io faccio eccezione e, in realtà, non è da molto che ho preso coscienza dell'esistenza di questo romanzo.< br/>
    E solo questa estate, ascoltando una canzone di Rocco Hunt (che probabilmente non vi fa alcun riferimento), ho deciso che lo avrei letto.< br/>
    Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare. Ma non per Jonathan che, per dedicarsi a quell'assurda passione del volo, spesso dimentica di mangiare destando la preoccupazione dei genitori. < br/>< br/>

    «Ma perché, Jon, perché?» gli domandò sua madre. «Perché non devi essere un gabbiano come gli altri, Jon? Ci vuole tanto poco! Ma perché non lo lasci ai pellicani il volo radente? Agli albatri? E perché non mangi niente? Figlio mio, sei ridotto penne e ossa!» < br/>
    «Non m'importa se sono penne e ossa, mamma. A me importa soltanto imparare che cosa si può fare su per aria, e cosa no: ecco tutto. A me preme soltanto di sapere.» < br/>< br/>

    Anche se tutti i gabbiani sanno volare, a Jonathan non basta: vuole conoscere ogni aspetto del volo, conoscere la bellezza e l'armonia, raggiungere la perfezione. Questo, però, non fa che renderlo un gabbiano diverso, troppo perché lo Stormo Buonappetito lo possa accettare.< br/>< br/>
    Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare. Ma non per Jonathan che, per dedicarsi a quell'assurda passione del volo, spesso dimentica di mangiare destando la preoccupazione dei genitori. < br/>< br/>

    «Ma perché, Jon, perché?» gli domandò sua madre. «Perché non devi essere un gabbiano come gli altri, Jon? Ci vuole tanto poco! Ma perché non lo lasci ai pellicani il volo radente? Agli albatri? E perché non mangi niente? Figlio mio, sei ridotto penne e ossa!» < br/>
    «Non m'importa se sono penne e ossa, mamma. A me importa soltanto imparare che cosa si può fare su per aria, e cosa no: ecco tutto. A me preme soltanto di sapere.»
    < br/>< br/>

    Anche se tutti i gabbiani sanno volare, a Jonathan non basta: vuole conoscere ogni aspetto del volo, conoscere la bellezza e l'armonia, raggiungere la perfezione. Questo, però, non fa che renderlo un gabbiano diverso, troppo perché lo Stormo Buonappetito lo possa accettare.< br/>< br/>

    Leggere una trama così semplice e poi, magari, tenere tra le mani il libricino che, in effetti, è Il gabbiano Jonathan Livingston può far pensare a una storiella un po' banale, adatta forse a un pubblico molto giovane.< br/>
    Non voglio dire che non sia adatta a dei lettori giovani, anzi. Penso, però, che sia uno di quei libri che fanno bene a qualunque età. A me ha fatto bene leggere le avventure del caparbio Jonathan, che prova a comportarsi come un gabbiano normale, ma semplicemente non ci riesce.< br/>
    < a href="https://2.bp.blogspot.com/-7kJtbxIw2wo/V-l7lrsbrGI/AAAAAAAAFSI/kpm-8UmQ2m0Zj8oiIYCTzTcLORhHEV2swCLcB/s1600/seagull%2Bgabbiano%2BJonathan%2BLivingston.jpg" imageanchor="1" >< img border="0" src="https://2.bp.blogspot.com/-7kJtbxIw2wo/V-l7lrsbrGI/AAAAAAAAFSI/kpm-8UmQ2m0Zj8oiIYCTzTcLORhHEV2swCLcB/s320/seagull%2Bgabbiano%2BJonathan%2BLivingston.jpg" width="320" height="213" style="float:right; margin:1em; text-align:left;"/>< /a>
    Mi ha allargato il cuore leggere tutta la passione di Jonathan per il volo. Mi sono emozionata molto non solo perché conosco bene quell'amore sconfinato, fatto di sacrifici che portano gioia, ma anche perché lo riconosco negli altri e quando succede, di solito mi commuovo. < br/>
    Il romanzo è breve e, nello stile dialogico di Bach, la lettura è molto scorrevole e agevole. Non credo, soprattutto nel caso di un lettore maturo, che richieda molti sforzi nella comprensione: del resto, se le prove che Jonathan deve affrontare nella sua ricerca di perfezione hanno un tono favolistico, già dalla trama e dalle prime pagine il messaggio è chiaro.< br/>
    Essere se stessi, ricercare la perfezione e la bellezza in quello che facciamo, in quello che ci appassiona sono valori che Bach cerca di trasmettere senza giri di parole. < br/>
    Indubbio è il significato allegorico del romanzo e Il gabbiano Jonathan Livingston, infatti, è stato interpretato attraverso più chiavi di lettura, ma nel mio piccolo ho preferito spogliarlo di ogni ideologia. < br/>
    Il gabbiano Jonathan Livingston è uno di quei libri che spero ispirino la mia vita. Probabilmente peccherò di superficialità, tradirò un intento dell'autore, ma per me questo romanzo rimane un piccolo ed efficace inno alla libertà di essere se stessi, cercando di migliorarsi e dando valore alla propria diversità.< br/>

    ha scritto il 

  • 1

    Questo libro mi ha lasciato la stessa sensazione di una mattonata sul piede. Non mi è piaciuto per nulla, a parte il fatto di essere prolisso ( pagine e pagine di descrizioni di volo), capisco che sia ...continua

    Questo libro mi ha lasciato la stessa sensazione di una mattonata sul piede. Non mi è piaciuto per nulla, a parte il fatto di essere prolisso ( pagine e pagine di descrizioni di volo), capisco che sia una metafora della vita, ma a un certo punto mi sono chiesta ma davvero noi uomini siamo così senza attributi? Il gabbiano in questione decide di voler essere diverso dagli altri, di non volersi conformare alle regole e per questo viene emarginato e bandito e fino qui mi pare tutto in ordine, ma nel momento in cui lui viene esiliato e trova altri come lui per quale motivo vuole tornare al suo stormo di origine? E soprattutto basta davvero che un altro gabbiano gli dica di non andare e lui tranquillamente accetta? Scritta in questo modo l’unico messaggio che io ne ho percepito è che questo a questo gabbiano basti poco ad essere convinto e che sotto sotto non vuole essere poi così particolare anzi alla fine passa da uno stormo ad un altro e sia da una parte che dall’altra ci sono delle regole… per cui tutta la libertà che va cercando dove sta?

    ha scritto il 

  • 5

    IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON

    "Il gabbiano Jonathan Livingstone" è un romanzo che narra la storia di un gabbiano che, a differenza del suo stormo e degli altri gabbiani, non ha come unico obbiettivo procurarsi del cibo, ma miglior ...continua

    "Il gabbiano Jonathan Livingstone" è un romanzo che narra la storia di un gabbiano che, a differenza del suo stormo e degli altri gabbiani, non ha come unico obbiettivo procurarsi del cibo, ma migliorarsi sempre di più nel volo, fino al raggiungimento della perfezione. Con il tempo, però, questo suo modo di vivere diverso dagli "altri" viene guardato con sospetto e non viene accettato: per questo Jonathan diventa un gabbiano reietto e si vede costretto ad abbandonare lo stormo Buonappetito. Il nostro gabbiano però non si arrende e continua per tutta la vita a migliorare e velocizzare il volo, finchè ormai anziano incontra due gabbiani ancora più veloci e splendenti di lui che lo portano in un paradiso dei gabbiani, dove imparerà dal suo maestro il volo alla velocità del pensiero, oltrepassando le barriere del "qui ed ora". Jonathan, in seguito, decide di tornare dallo stormo per insegnare ai suoi amici gabbiani tutto ciò che ha imparato e dopo una serie di difficoltà verrà accolto come una divinità. In questo libro l' autore ci fa riflettere sulle passioni della vita, che anche se possono essere diverse e non comprese dalla maggior parte delle persone, non vanno mai abbandonate e dobbiamo raggiungere i nostri obbiettivi anche se si dimostrano difficili: solo cosi' si diventa liberi. Consiglio questo libro a ogni tipo di lettore, perchè di facile lettura, ma di significato profondo.

    ha scritto il 

  • 0

    è stato un pilastro della mia infanzia.
    è un libro indescrivibile. Penso che tutti dovrebbero leggerlo almeno una volta.
    Come Jonathan, anche io ho fatto le mie prove di volo, sono caduta ma mi sono s ...continua

    è stato un pilastro della mia infanzia.
    è un libro indescrivibile. Penso che tutti dovrebbero leggerlo almeno una volta.
    Come Jonathan, anche io ho fatto le mie prove di volo, sono caduta ma mi sono sembre rialzata.
    L arte del volo è qualcosa che và oltre lo sbattere delle ali..
    Ognuno di noi h dentro un piccolo Jonathan che non spetta altro che spiccare il volo...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Semplice ma non banale

    Il gabbiano vola, vola oltre le sue possibilità e si ritrova in un mondo meraviglioso. Lo sfondo ideologico di lotta al conformismo è supportato da una continua ricerca della perfezione, un continuo m ...continua

    Il gabbiano vola, vola oltre le sue possibilità e si ritrova in un mondo meraviglioso. Lo sfondo ideologico di lotta al conformismo è supportato da una continua ricerca della perfezione, un continuo migliorarsi fino a dissolversi. Non è forse questo ciò che dobbiamo fare nella vita? Cercare di rafforzare noi stessi e di migliorarci sempre di più per giungere, non a un riconoscimento esterno, ma alla consapevolezza della sicurezza interiore e della compiutezza dell'essere.
    Ciò che va apprezzato in questo libro è la semplicità con cui tutto questo viene spiegato e per questo è un ottimo libro.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per