Il giorno in più

Di

Editore: Mondadori

3.7
(8563)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 287 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Portoghese , Francese , Tedesco

Isbn-10: A000106955 | Isbn-13: 9788804572459 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Il giorno in più?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    E' un romanzo d'amore, quindi ovviamente non può piacere a chi non è predisposto per il genere. Ciononostante, la mediocrità della scrittura, e soprattutto la pretesa di Fabio Volo di credere di scriv ...continua

    E' un romanzo d'amore, quindi ovviamente non può piacere a chi non è predisposto per il genere. Ciononostante, la mediocrità della scrittura, e soprattutto la pretesa di Fabio Volo di credere di scrivere cose interessanti, e non un purè annoiante di luoghi comuni misto a baci perugina, misto a "faccio quello trasandato che scopa però è romantico e non è colpa sua e lui non è come gli altri", rende a tratti quasi fastidiosa la lettura.

    TL;DR. Se il libro non recasse in calce la firma di uno famoso, temo avrebbe venduto considerevolmente di meno.

    ha scritto il 

  • 1

    Ho una sola parola: ORRIBILE!
    Prendete una manciata abbondante di luoghi comuni, aggiungeteci una massiccia dose di volgarità e condite il tutto con tanti (ma davvero tanti) dialoghi a dir poco invero ...continua

    Ho una sola parola: ORRIBILE!
    Prendete una manciata abbondante di luoghi comuni, aggiungeteci una massiccia dose di volgarità e condite il tutto con tanti (ma davvero tanti) dialoghi a dir poco inverosimili ed ecco a voi questo ammasso di pagine.
    La storia non regge, davvero. Un ammasso di cose viste e riviste, parolacce buttate così quasi ad ogni rigo con la speranza (assolutamente vana) di far sorridere. Esattamente come i racconti dei ricordi dell'infanzia/adolescenza che, sarà un caso, riconducono ad un unico fattore: il SESSO. E non il sesso visto come quell'atto di amore, ma proprio visto, vissuto e descritto come la cosa più becera e insulsa del mondo. Ho sperato in un finale diverso da quello che si prospettava e così, almeno, avrebbe acquistato qualche centesimo di punto sollevandosi così da tutta quell'ovvietà. E invece no! Buttiamo tutto a taralucci e vino!
    Insomma, è un NO su tutti i fronti e grande come una casa. Sapevo di non potermi aspettare chissà quale massa di contenuti, che si trattava di 'lettura di intrattenimento' ma vi assicuro che ci sono altri autori italiani, veri autori (vedi la Bosco o la Premoli), che fatto letteratura di intrattenimento a livelli di gran lunga superiori! Prima e ultima esperienza con Volo.

    ha scritto il 

  • 3

    Primo e per ora unico libro di Fabio Volo che ho letto. Sono stata spinta alla lettura da una mia amica che ha cominciato a leggerci ad alta voce, a me e alle altre 4 nella stanza, le prime pagine. E' ...continua

    Primo e per ora unico libro di Fabio Volo che ho letto. Sono stata spinta alla lettura da una mia amica che ha cominciato a leggerci ad alta voce, a me e alle altre 4 nella stanza, le prime pagine. E' un libro semplice, che si legge senza impegno ma che, nel suo piccolo, ha una trama geniale. Certo lo consiglio a chi piace il genere romantico, il genere italico, non a tutti. Successivamente ho visto anche il film ma come al solito è stata una mezza delusione, il libro ti lascia molto di più. Rimane il fatto che mi piace come scrive Fabio Volo, come esprime le emozioni e i pensieri.

    ha scritto il 

  • 2

    6,5

    Il libro ha degli spunti interessanti nei primi capitoli, ma questo non basta a considerarlo un libro da consigliare. Forse troppe pagine e un poco troppe frasi "filosofiche", alternate ad altre molto ...continua

    Il libro ha degli spunti interessanti nei primi capitoli, ma questo non basta a considerarlo un libro da consigliare. Forse troppe pagine e un poco troppe frasi "filosofiche", alternate ad altre molto infantili. Da segnalare, comunque, il capitolo numero 20.
    Mi piacerebbe chiedere all'autore dei ragguagli sul minestrone di Pasolini e soprattutto a che scopo abbia voluto inserirlo.

    ha scritto il 

  • 1

    Anche no!

    Dopo 4 pagine in cui racconta a tutti che non riesce ad andare di corpo e la conclusiva in cui ci racconta che finalmente riesce a "liberarsi" ho capito che sarei arriva alla fine del libro solo per n ...continua

    Dopo 4 pagine in cui racconta a tutti che non riesce ad andare di corpo e la conclusiva in cui ci racconta che finalmente riesce a "liberarsi" ho capito che sarei arriva alla fine del libro solo per non lasciarlo a metà. Mi dispiace perchè adoro Fabio Volo alla radio ma nei libri proprio no!

    ha scritto il 

Ordina per