Il giro più pazzo del mondo

Di

Editore: Newton Compton (Nuova narrativa Newton)

3.5
(235)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854131989 | Isbn-13: 9788854131989 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il giro più pazzo del mondo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Luke ha 25 anni, grandi idee e tanta voglia di fare, ma è allergico alla luce del sole, ed è costretto a trascorrere le sue giornaterinchiuso in casa. Le sue uniche finestre sul mondo sono la tv, internet e le visite serali di July, una vicina di casa che fa la cameriera e per hobby risolve astrusi teoremi matematici. Ma stavolta Luke ha deciso che è ora di guarire: entro la finedell’anno troverà una cura per la sua malattia. E così quando un guru con cui è entrato in contatto via internet gli assicura che può risolvere il suo problema e lo invita a raggiungerlo in Galles, Luke non ha più nessuna scusa per tirarsi indietro. Si procura un furgoncino e, in compagnia di July e di quattro amici – Charlotte, David, Leanne e Chantal – si mette in viaggio nella fitta pioggia di ottobre, imbacuccato in un’improvvisata tuta spaziale. Lasciata Londra, il furgoncino si inerpica per le stradine della campagna inglese, verso quella che si prospetta un’incredibile avventura…
Ordina per
  • 3

    Luke non può uscire di casa per un'allergia al sole, conosce la vita solo attraverso la televisione, internet e i racconti della sua amica Julie, che va a trovarlo ogni notte dopo il lavoro. Quando un ...continua

    Luke non può uscire di casa per un'allergia al sole, conosce la vita solo attraverso la televisione, internet e i racconti della sua amica Julie, che va a trovarlo ogni notte dopo il lavoro. Quando un guru lo convince di poterlo curare, ma solo se va in Galles, Luke decide di partire. Con lui ci sono Julie e altri amici, che troveranno la sicurezza necessaria per volare nel mondo.

    Il libro che mi è piaciuto meno di Scarlett Thomas. Gli altri sono challenging, ti spingono a riflettere, questo è un bel romanzo su come superare i propri limiti, ma ha scritto di meglio!

    * Magari una piccola parte di lei pensa che, credendoci davvero, si può curare qualsiasi cosa.
    * Forse le falene non pensano che una lampadina sia la luna. Forse scoprono semplicemente quanto sia lontana la luna e scelgono il suicidio, piuttosto che sopportare il fallimento. Voi non fareste lo stesso?
    * Sei stata tu a insegnarmi che non importa quale sia il tuo lavoro o quanti soldi tu abbia o quanta gente assumi e su quante persone puoi esercitare un potere; e non è importante nemmeno quante volte ti lavi i capelli o quali vestiti indossi… Ciò che importa sono i libri che leggi, i tuoi pensieri e l’essere onesta con te stessa, chiunque tu sia.
    * Potrei anche cambiare il mondo, ma senza darlo a vedere
    * Credi davvero che la morte sia anche la fine per te? Certo che no. E anche se lo fosse, cosa che dubito, e non ci fosse alcun paradiso, nessuno luogo dello spirito o aldilà, non sarebbe comunque una fine vera e propria, perché lasceresti sulla Terra delle cose fantastiche: forse dei bambini o delle idee. Magari un bel giardino, o un bel quadro, una canzone che hai inventato. Sono queste le cose importanti. Ma non puoi crearle o vivere la tua vita se hai paura.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel libro di formazione per ragazzi e per chi ancora non ha superato le sue paure.
    Julie, la protagonista del romanzo, è un personaggio strutturato come fuori dalla massa ma è proprio tale personag ...continua

    Un bel libro di formazione per ragazzi e per chi ancora non ha superato le sue paure.
    Julie, la protagonista del romanzo, è un personaggio strutturato come fuori dalla massa ma è proprio tale personaggio che raccoglie l'immedesimazione con le persone normali, che hanno tutte le stessa grande paura...la Morte. Scorrevole e leggero, può dare tanto, ma dipende molto dalla persona, alcuni potrebbero trovarlo banale, essendo che ha certi concetti già ci sono arrivati, altri potrebbero non trovare i concetti e concedere più spazio alla storia del romanzo in sè, altri...insomma, come sempre, la cosa è soggettiva, ma come romanzo per ragazzi direi che è uno di quelli validi

    In effetti, leggendo i commenti ne ho notato uno in particolare di Miss Hyde che ha fatto notare una cosa saggia che io, assurdo, non avevo preso in considerazione, per tutte le paure che ha Julie di morire, fuma! E' una contraddizione che il lettore credo proprio dovrebbe notare, peccato che l'autrice non ne abbia fatto cenno nella storia, perchè così non si capisce se sia una "disattenzione" della Scarlett oppure sia proprio stato inserito per creare il controsenso.

    ha scritto il 

  • 4

    Non lasciatevi ingannare dal titolo

    Questo romanzo è stata l’ennesima conferma di una scrittrice che personalmente adoro.

    La storia di Luke, ragazzo allergico alla luce del sole, e per questo da sempre costretto a vivere da recluso nel ...continua

    Questo romanzo è stata l’ennesima conferma di una scrittrice che personalmente adoro.

    La storia di Luke, ragazzo allergico alla luce del sole, e per questo da sempre costretto a vivere da recluso nella sua casa, è solo il pretesto per raccontare altre mille storie: in primis, quella di Julie, schiacciata dalle sue paure e fobie che le impediscono di vivere appieno la sua vita; quella di Leanne, che si riscopre improvvisamente strega; Chantal, che passa dalla povertà più nera alla ricchezza sfrenata; David, studente squattrinato colpito da un brutto male. Oltre alle loro storie personali – allo stesso tempo così normali ed eccezionali – c’è spazio per teorie sulla vita, aneddoti tristi e divertenti, calcoli matematici (solo la Thomas è in grado di rendere la matematica così interessante) e tanto tanto altro ancora, in un libro in cui il vero tema è il Going Out (titolo originale del romanzo, molto migliore della traduzione scelta, come sempre), ovvero l’uscir fuori non solo dalla casa, ma dal proprio guscio, “liberando” il vero “io” di ogni personaggio rappresentato.

    ha scritto il 

  • 4

    Come mi capita di fare molto spesso ho scelto di acquistare questo libro per la sua copertina e per il titolo (solo dopo ho scoperto che il titolo originale del romanzo è Going Out, molto meno esubera ...continua

    Come mi capita di fare molto spesso ho scelto di acquistare questo libro per la sua copertina e per il titolo (solo dopo ho scoperto che il titolo originale del romanzo è Going Out, molto meno esuberante della versione italiana). Mi sono goduta il libro dalla prima all'ultima pagina, è una lettura poco impegnativa, ma stimolante. Credo che possa piacere ai lettori di Nick Hornby o Ammaniti.

    ha scritto il 

  • 4

    Non il mio libro preferito della Thomas.
    Pensavo che un libro che si chiama "il giro più pazzo del mondo" fosse incentrato per lo più sul viaggio, invece si inizia a parlare di viaggiare solo a più di ...continua

    Non il mio libro preferito della Thomas.
    Pensavo che un libro che si chiama "il giro più pazzo del mondo" fosse incentrato per lo più sul viaggio, invece si inizia a parlare di viaggiare solo a più di metà del libro, prima mi è sembrato di leggere una interminabile introduzione....Questa cosa mi ha leggermente innervosito.
    L'autrice fa continue digressioni su fatti accaduti precedentemente e ragionamenti che partono per la tangenziale e sembrano non tornare mai al punto di partenza...Certo, molte volte ti ci rispecchi dentro, sembrano avere un senso, ma sembra voler parlare di troppe cose insieme e fa un gran minestrone!!
    I finali della Thomas poi ti lasciano sempre insoddisfatti, non so perché mi aspettassi qualcosa di diverso stavolta...e invece, tutto come sempre!

    ha scritto il 

  • 4

    E' una versione, un remake (se si può usare questo termire per i libri) di Il Mago di Oz e il perchè lo si capirà solo alla fine! Ve lo consiglio!
    Una storia di vite non vissute a pieno, strane magi ...continua

    E' una versione, un remake (se si può usare questo termire per i libri) di Il Mago di Oz e il perchè lo si capirà solo alla fine! Ve lo consiglio!
    Una storia di vite non vissute a pieno, strane magie e parole non dette!!
    Bello!

    ha scritto il 

  • 2

    i personaggi mi sono piaciuti, la trama mi è piaciuta ed anche il modo in cui il tutto è raccontato mi è piaciuto...però il finale mi è sembrato sbrigativo e poco accurato.

    ha scritto il 

Ordina per