Il karma del gorilla

Di

Editore: Mondadori

3.8
(662)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 293 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8804561661 | Isbn-13: 9788804561668 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Mistero & Gialli

Ti piace Il karma del gorilla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ora che sbarca il lunario come addetto "free lance" alla sicurezza, il Gorilla non ha rinunciato alle brutte abitudini, e passa il tempo a sbronzarsi e a fare a pugni con focosi supporter della guerra in Irak. A rendergli le cose più complicate riappare Sammy, un vecchio amico che ha un incarico per lui: rintracciare la sua ex fidanzata, scomparsa da anni, e probabilmente finita nei guai. Un incarico che al Gorilla non piace, ma che è costretto ad accettare perché Sammy conosce il suo segreto: l'esistenza del Socio, la seconda personalità schizofrenica che agisce nel corpo del Gorilla quando questi si addormenta. Un segreto che se fosse rivelato metterebbe fine al delicato equilibrio della sua vita, fatto di continue menzogne e sotterfugi. Mentre qualcuno si dimostra disposto ad uccidere pur di fermarlo, il Gorilla sarà così costretto a cominciare una rischiosa indagine senza quartiere, tra ambigui poliziotti, servizi segreti deviati, manager e modelle, alla ricerca di una verità che si nasconde nel suo passato.
Ordina per
  • 0

    Il personaggio del Gorilla continua ad entusiasmare con le sue rocambolesche avventure. Qui - forse - esagera un pochino, ma qualche iperbole la concediamo volentieri per il risultato finale.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho letto la serie del Gorilla in ordine sparso, e questo libro mi mancava.
    L'ho trovato meno avvincente dei precedenti, ma comunque una lettura avvincente che mi ha tenuto inchiodata fino alla fine! ...continua

    Ho letto la serie del Gorilla in ordine sparso, e questo libro mi mancava.
    L'ho trovato meno avvincente dei precedenti, ma comunque una lettura avvincente che mi ha tenuto inchiodata fino alla fine!

    ha scritto il 

  • 0

    A questo giro il Gorilla, perseguitato dai suoi fantasmi che vengono dritti dritti dal suo passato gruppettaro di sinistra, finisce addirittura in Argentina accusato di omicidio. Al suo ritorno in Ita ...continua

    A questo giro il Gorilla, perseguitato dai suoi fantasmi che vengono dritti dritti dal suo passato gruppettaro di sinistra, finisce addirittura in Argentina accusato di omicidio. Al suo ritorno in Italia, dopo una rocambolesca fuga via mare, trova invece i fantasmi del suo passato recente. E quindi non stupisce se alla fine del giallo Sandrone distrugge la sua casa per la rabbia.Unico dato positivo è che si ritrova una nuova compagna. Ritmo e situazioni sono le solite del Dazieri con una scrittura forse un pelo più smaliziata

    ha scritto il 

  • 4

    Ho tappato un buco della mia ignoranza, ché finora mai avevo letto un noir di Dazieri. Mi è piaciuto tantissimo, avvincente, va d'un fiato, lo finisci e pensi a leggere anche gli altri della serie. Be ...continua

    Ho tappato un buco della mia ignoranza, ché finora mai avevo letto un noir di Dazieri. Mi è piaciuto tantissimo, avvincente, va d'un fiato, lo finisci e pensi a leggere anche gli altri della serie. Bellissimo l'uso della lingua, dà velocità alla narrazione in modo incredibile.

    ha scritto il 

  • 3

    Rocambole all'italiana

    Tra Milano e Buenos Aires, le indagini del Gorilla, personaggio strampalato tra comprimari e personaggi di secondo piano non meno strampalati, scorrono agevolmente.
    Tra pestaggi e qualche ubriacatura, ...continua

    Tra Milano e Buenos Aires, le indagini del Gorilla, personaggio strampalato tra comprimari e personaggi di secondo piano non meno strampalati, scorrono agevolmente.
    Tra pestaggi e qualche ubriacatura, anche di nostalgia, il caso viene risolto, con buona pace di Sandrone, che si ritrova con qualche cicatrice in più, ma con una gran bonazza appena appena scalfita accanto a sè.
    Una lettura che mi ha intrattenuto piacevolmente, non escludo in futuro di passare ancora un po' di tempo con questo nuovo eroe metropolitano.

    ha scritto il 

  • 3

    Il Gorilla è diverso dai detective di tutti gli altri romanzi noir per molti aspetti, primo fra tutti la schizofrenia. Dentro al corpo di un investigatore solo, infatti, ne vivono due, assai different ...continua

    Il Gorilla è diverso dai detective di tutti gli altri romanzi noir per molti aspetti, primo fra tutti la schizofrenia. Dentro al corpo di un investigatore solo, infatti, ne vivono due, assai differenti fra loro. Questo disturbo, anziché influire negativamente sulle indagini, le agevola. Quando Sandrone, il detective furbo ma poco audace, dorme, entra in azione il suo Socio, privo di scrupoli, violento e impavido fino all’incoscienza. Quando uno dei due investigatori è stanco, lascia scritto all’altro a che punto è arrivato con le indagini, in modo che possa procedere. Se una donna va a letto col Gorilla, non può mai sapere con quale dei due è stata e spesso, senza saperlo, fa l’amore con entrambi. Il Gorilla è no global ma sa essere molto violento, vegetariano ma mangia sregolato e si ubriaca spesso, oltre che fumare. Dice di essere bruttino ma finisce a letto con donne molto attraenti, sembra un detective scalcinato ma risolve i casi più intricati. In questo romanzo è chiamato a indagare dal suo vecchio amico Sammy che, avendo subito un’operazione al cervello, ricorda solo a tratti il suo passato e vuole scoprire dove sia finita una sua ex, scomparsa misteriosamente anni prima, mentre stava per partire per l’Argentina.
    L’autore gioca con l’identità già complessa dell’investigatore, dandogli il suo nome e attribuendogli parte del suo passato. Il Gorilla ha militato nei Centri Sociali milanesi, è stato buttafuori in un locale notturno giapponese, agente antitaccheggio al Virgin Megastore e infine detective. L’autore, dopo essere stato a lungo militante del Centro Sociale Leoncavallo, è passato a direttore editoriale dei Gialli Mondadori e, dal 2004, dei libri per ragazzi, sempre Mondadori. Nel frattempo ha pubblicato, prima di questo, altri tre romanzi della serie del Gorilla: Attenti al Gorilla, La cura del Gorilla e Gorilla Blues.

    ha scritto il 

  • 4

    Una piacevole sorpresa.
    Buona sceneggiatura, e ben caratterizzati i personaggi.
    Anche ben scritta: si legge velocemente e piacevolmente sin dalle prime pagine.
    E' il primo libro che ho letto dell'auto ...continua

    Una piacevole sorpresa.
    Buona sceneggiatura, e ben caratterizzati i personaggi.
    Anche ben scritta: si legge velocemente e piacevolmente sin dalle prime pagine.
    E' il primo libro che ho letto dell'autore, e mi ha fatto venire voglia di leggere gli altri.

    ha scritto il 

  • 3

    Il passato ritorna

    Noir basato sul topos inveterato del passato che ritorna quando meno te lo aspetti. Nelle cose di Dazieri trovi tutto quello che ti aspetti: impegno, disincanto, ironia, colpi di scena, una visione lu ...continua

    Noir basato sul topos inveterato del passato che ritorna quando meno te lo aspetti. Nelle cose di Dazieri trovi tutto quello che ti aspetti: impegno, disincanto, ironia, colpi di scena, una visione lucida e non ideologica dell'Italia, oltre, ovviamente, alla grande cuore romantico che alla fine batte sempre anche nel petto dei più duri (come il nostro amato Gorilla). C'è sempre la smodatezza creativa di un piccolo genio con la tendenza ad esagerare, ma bisogna riconoscere che, quando prendi un suo libro in mano, per staccartici ci vuole la fiamma ossidrica.

    ha scritto il