Il libro degli errori

Di

Editore: Einaudi

4.4
(727)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 157 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: A000011905 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Bruno Munari

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Copertina morbida e spillati

Genere: Bambini , Educazione & Insegnamento , Narrativa & Letteratura

Ti piace Il libro degli errori?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Gianni Rodari ci conduce in una paradossale giostra attraverso il mondo delle correzioni a matita rossa e blu. Poesie e raccontini si intrecciano in un dialogo tutto ammicchi con gli scolari intelligenti (e con i genitori, ai quali l'autore dedica una arguta presentazione del libro).
Ordina per
  • 4

    E’ un libro molto divertente, può aiutare le persone che fanno molti errori grammaticali.
    Fa vedere che nella quotidianità, anche se non ce ne accorgiamo, si fanno tanti errori grammaticali.
    Angelica ...continua

    E’ un libro molto divertente, può aiutare le persone che fanno molti errori grammaticali.
    Fa vedere che nella quotidianità, anche se non ce ne accorgiamo, si fanno tanti errori grammaticali.
    Angelica - Prima media

    ha scritto il 

  • 5

    Comprato per essere regalato a Natale, non ho resistito alla tentazione di leggerlo!
    Libro molto carino e divertente, di sicuro effetto...sugli errori rossi e blu!

    ha scritto il 

  • 4

    Per i bambini: non fate più errori con questo libro.

    Questo libro, fa capire ai bambini come evitare gli errori d'ortografia. Poi ci sono alcune storie che nel titolo fanno già un po' capire quale è l'errore che troverai in quel racconto.
    questo libro m ...continua

    Questo libro, fa capire ai bambini come evitare gli errori d'ortografia. Poi ci sono alcune storie che nel titolo fanno già un po' capire quale è l'errore che troverai in quel racconto.
    questo libro mi è piaciuto quindi gli do 4 stelline.

    ha scritto il 

  • 4

    L'insalata sbagliata

    Il professor Grammaticus
    entrò nel ristorante
    e ordinò al cameriere
    un'insalata abbondante:

    - Metteteci l'indivia,
    la lattuga, la riccetta,
    il sedano, la cicoria,
    due foglie di ru ...continua

    L'insalata sbagliata

    Il professor Grammaticus
    entrò nel ristorante
    e ordinò al cameriere
    un'insalata abbondante:

    - Metteteci l'indivia,
    la lattuga, la riccetta,
    il sedano, la cicoria,
    due foglie di rughetta,

    un mezzo pomodoro,
    cipolla se ce n'è:
    portate l'olio e il sale,
    la condirò da me.

    E il bravo professore,
    con la forchetta in mano,
    si accingeva a gustare
    il pranzo vegetariano.

    Ma tutta la sua delizia
    fin dal primo boccone
    si mutò in una smorfia
    di disperazione.

    Guardò meglio nell'ampolla
    dell'olio e inorridì;
    gli avevano servito
    un «OGLIO» con la «g»!

    Offeso e disgustato
    fuggì dalla trattoria:
    sono un pessimo condimento
    gli errori d'ortografia.

    ***

    Il monumento

    Ho saputo che a Tokio in un vecchio monastero
    hanno messo un monumento, ma strano per davvero.

    È dedicato, dicono, a tre bravi signori
    che del fin-riki-sha furono gli inventori.

    Questo fin-riki-sha sarebbe poi il riksciò.
    Ne sapete come prima? Ve lo descriverò:

    È una specie di carrozzino che porta a spasso la gente,
    per andare va svelto, è comodo, solamente...

    c'è tra le stanghe, al posto del cavallo o del somarello,
    un uomo, un uomo vero, e questo non è bello.

    Era il caso di fare un monumento agli scaltri
    che hanno inventato la fatica degli altri?

    In conclusione io trovo, dopo averci ben pensato,
    che certi monumenti sono marmo sprecato.

    ***

    Rivoluzione

    Ho visto una formica,
    in un giorno freddo e triste
    donare alla cicala
    metà delle sue provviste.

    Tutto cambia: le nuvole,
    le favole, le persone...
    la formica si fa generosa...
    È una rivoluzione.

    ha scritto il 

  • 3

    Mea culpa... nel retro c'è scritto da 9 anni... ma pensavo fosse più simile a "Favole al telefono" che alla mia piccola era piaciuto da matti anche se alcune favole non le aveva ben capite ;)
    Questo l ...continua

    Mea culpa... nel retro c'è scritto da 9 anni... ma pensavo fosse più simile a "Favole al telefono" che alla mia piccola era piaciuto da matti anche se alcune favole non le aveva ben capite ;)
    Questo libro però è incentrato prettamente sugli errori grammaticali degli italiani e sui vari modi di storpiare le parole nelle varie regioni d'Italia (romani, veneti, sardi...) quindi anche se continua a chiedermi di leggerle una favola o filastrocca penso che apprezzerà questo libro più in là.

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo.

    Gianni Rodari non si smentisce mai, un bellissimo e divertente libro che ci fa capire che anche gli errori possono avere la loro valenza comica e molti altri divertenti utilizzi. Consiglio vivamente. ...continua

    Gianni Rodari non si smentisce mai, un bellissimo e divertente libro che ci fa capire che anche gli errori possono avere la loro valenza comica e molti altri divertenti utilizzi. Consiglio vivamente.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per
Ordina per