Il maestro di nodi

Di

Editore: e/o (Tascabili)

3.7
(1190)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Isbn-10: 8876415858 | Isbn-13: 9788876415852 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il maestro di nodi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il marito di una donna scomparsa, non osando confessare alla polizia il vergognoso segreto della partecipazione a un giro di orge sadomaso, si rivolge all'Alligatore, l'investigatore che della conoscenza degli ambienti dell'illegalità ha fatto il suo mestiere. Inizia una spaventosa discesa in un mondo di gente sola e ricattata dove predatori feroci si aggirano e colpiscono in modi efferati. A fianco dell'Alligatore ci sono i due fedeli soci: Max la Memoria e Beniamino Rossini.
Ordina per
  • 3

    e io che credevo insegnasse a far bene i nodi alle cravatte…

    E’ bello questo romanzo? sì.. forse... mah... sì…
    Carlotto scrive bene, questo sì, e l'abitudine che ha di riallacciarsi nei suoi libri a molti avvenimenti italiani del recente passato è indubbiament ...continua

    E’ bello questo romanzo? sì.. forse... mah... sì…
    Carlotto scrive bene, questo sì, e l'abitudine che ha di riallacciarsi nei suoi libri a molti avvenimenti italiani del recente passato è indubbiamente interessante. Qui tratta un tema assai scabroso perché l’ambiente è quello del sadomaso estremo, con master e schiave, dominatori e dominate, corde e manette, violenza e dolore, stanze dipinte di nero e buie cantine.
    Triste cronaca di questi ultimi anni, tra l’altro.

    Ma, e non me ne vogliano gli eventuali estimatori anobiani di questi ameni divertimenti, ( magari tra i miei vicini ed amici ce n’è un plotone, non si sa mai ) leggere di donne che vogliono essere legate, abusate, quasi strozzate, trattate da cani al guinzaglio... mi fa pensare più che altro ad ambienti tinteggiati di bianco, urla immotivate, sbarre alle finestre, porte chiuse a chiave e ben imbottite.
    Non mi ci vedo proprio, legata e appesa al soffitto come un salame o uno spack da stagionare da un tizio che si fa chiamare padrone. O vestita di latex a frustare chiappe altrui.
    Al maestro di nodi, oscura figura centrale del racconto e specializzato in una pratica particolare e davvero terribile, farei volentieri un omaggio simpatico, simile a quelli che riserva alle sue adepte. Gli taglierei i gingilli e glieli servirei alla sua ultima cena, conditi con sale olio e aceto, s'intende.
    Poi c’è la vicenda di contorno, ossia i tragici giorni del G8 a Genova. Ecco, ho avuto l’impressione che sia stata infilata nel romanzo un po’ a forza e che c’azzecchi poco, in questo particolare contesto. Forse Carlotto ci teneva ad esporre il suo punto di vista su quella brutta e vergognosa vicenda, ma qui sembra proprio fuori posto.

    E’ come se mettessero Wilma De Angelis a presentare un programma Tv dedicato al sado-maso, vestita solo di guepiere, calze a rete nere, tacchi a spillo, frusta in mano. Stonerebbe, vero??
    La si immaginerebbe comunque in cucina, col grembiulino da cuoca, intenta ad usare la frusta per far montare la panna, mentre canticchia tutta giuliva ♪ ♫ patatina .. ♪ ♫

    ☆☆☆ che guardano perplesse le cravatte comprate per seguire bene la lezione

    ha scritto il 

  • 3

    Non ho letto tutti i racconti de L'Alligatore, ma le storie di questi tre "reduci" mi risultano sempre piacevoli e appassionanti quando le incontro, infarcite come sono di buona musica, buone bevute, ...continua

    Non ho letto tutti i racconti de L'Alligatore, ma le storie di questi tre "reduci" mi risultano sempre piacevoli e appassionanti quando le incontro, infarcite come sono di buona musica, buone bevute, aneddoti di un passato recente e per me molto interessante.
    E poi c'è la sempre gustosa scrittura di Carlotto a far guadagnare punti.

    ha scritto il 

  • 3

    Consigliato

    Della saga dell'Alligatore, questo libro diventa un po' pesante e repetitivo (soprattutto nello spiegare chi è ognuno, per chi ne ha letti tutti).
    La storia, mah, un po' troppo scontata e anche se ha ...continua

    Della saga dell'Alligatore, questo libro diventa un po' pesante e repetitivo (soprattutto nello spiegare chi è ognuno, per chi ne ha letti tutti).
    La storia, mah, un po' troppo scontata e anche se ha dei tocchi speciali, delle volte diventa un po' noiosa.
    Ma per il resto, non è male e il finale è non è per niente male.

    ha scritto il 

  • 3

    Vecchio libro di Massimo Carlotto, ambientato ai temp del famigerato G8 di Genova, con i soliti protagonisti della serie, tre ex galeotti diventati investigatori privati ufficiosi, e dai modi molto sp ...continua

    Vecchio libro di Massimo Carlotto, ambientato ai temp del famigerato G8 di Genova, con i soliti protagonisti della serie, tre ex galeotti diventati investigatori privati ufficiosi, e dai modi molto spicci.
    A loro si rivolge un uomo perché lo aiutino a ritrovare la moglie e allo stesso celare il vergognoso segreto di un giro di orge sadomaso.
    Già da questa vergogna il libro denuncia un po' l'età, dato che oggi l'orgia sadomaso pare essere più sdoganata del normale sesso, ma a parte questo, alcuni dei personaggi sono un po' troppo caricaturali perché il libro possa essere qualcosa di più di una lettura da domenica pomeriggio.

    ha scritto il 

  • 0

    Lettura davvero piacevole (prosa scorrevolissima!) sebbene il tema non proprio tra i più delicati.
    Il punto di forza più che il giallo in sé, sono proprio i tre personaggi ben caratterizzati e che- se ...continua

    Lettura davvero piacevole (prosa scorrevolissima!) sebbene il tema non proprio tra i più delicati.
    Il punto di forza più che il giallo in sé, sono proprio i tre personaggi ben caratterizzati e che- sebbene i dubbi mezzi e le dubbie convinzioni- non si possono non prendere in simpatia.

    ha scritto il 

  • 5

    Carlotto.. "Il maestro...di no-ir"..

    Carlotto ha scritto un noir che si legge in un fiato, l'Alligatore (Marco) e il suo gruppo di amici/soci si avventurano in un mondo estremo...
    Sparisce la moglie di un riccastro, lui non denuncia.. ha ...continua

    Carlotto ha scritto un noir che si legge in un fiato, l'Alligatore (Marco) e il suo gruppo di amici/soci si avventurano in un mondo estremo...
    Sparisce la moglie di un riccastro, lui non denuncia.. ha paura, si vergogna...
    Lei sparisce in un incontro "sado-maso"..
    Viene alla luce un mondo di "approfittatori" , di "stupratori", di "assassini"...
    Il fragile equilibrio su cui si reggono le "perversioni" dell'individuo è spezzato, le "regole" del mondo BDSM sono violate...
    Da li si può solo scivolare verso il "marcio", il "crimine"...
    L'Alligatore e i suoi amici...rispondono... a crimine con crimine!!!
    Sullo sfondo il G8 di Genova e "tutti i casini" che ne seguirono..

    ha scritto il 

Ordina per