Il mistero del sacro Graal

Di

Editore: Piemme

3.6
(409)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 587 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838482829 | Isbn-13: 9788838482823 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: M. Massarotti

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace Il mistero del sacro Graal?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Per gli israeliti l'Arca dell'Alleanza, conservata nel Tempio di Salomone, erala presenza di Dio sulla Terra. Un giorno scomparve. Per i primi cristiani ilSacro Graal era il calice dai poteri miracolosi usato da Gesù durante l'UltimaCena. Ma se ne persero le tracce. Cosa lega le due reliquie più famose dellatradizione occidentale? E dove si trovano adesso? Un'avventura archeologicaper ricostruire la vera storia dell'arca perduta e del Sacro Graal. Unaricerca documentata e rigorosa e allo stesso tempo affascinante come unromanzo giallo.
Ordina per
  • 2

    Congetture, supposizioni, coincidenze, ipotesi, soggettive sicurezze, insinuazioni, illusioni... insomma questo libro è come una puntata di Voyager...
    Lo comprai durante i primi anni di superiori... p ...continua

    Congetture, supposizioni, coincidenze, ipotesi, soggettive sicurezze, insinuazioni, illusioni... insomma questo libro è come una puntata di Voyager...
    Lo comprai durante i primi anni di superiori... perché all'epoca questo genere di misteri mi intrigava, complice il bellissimo videogame "Gabriel Knight 3", in cui la trama era incentrata sul Graal, i Templari, Gesù, la Maddalena etc etc...
    Oggi posso dire che, fortunatamente, pagai pochissimo questo tomo di Graham Hancock, che come (pseudo)saggio non vale molto, nonostante lui ci metta l'anima nel tentare di far quadrare il suo ragionamento.
    Vale forse un po' di più come diario di viaggio e dà comunque interessanti nozioni sulla storia e la geografia dell'Etiopia e sulle usanze di alcune popolazioni.
    Ma sostanzialmente, benché scorrevole, il tempo si può impiegare meglio.

    Comunque non parla del Graal. In realtà il libro parla dell'Arca dell'Allenza.
    Il titolo dell'edizione italiana è quanto di più fuorviante ci sia. Ci sarebbe da ritirare la licenza ai traduttori e agli editor di questa casa editrice. In 519 pagine del Graal si fa menzione solo per dire che, secondo Graham, esso è in realtà l'Arca dell'Allenza.
    Almeno questo c'è da riconoscerlo allo scrittore scozzese, il titolo originale è: The sign and the Seal. The Quest for the Lost Ark of the Covenant.

    In sostanza, se lo si prende per quello che è (una puntata di "Mistero" o di "Voyager"), si può anche non essere troppo severi col signor Hancock.

    ha scritto il 

  • 0

    In realtà argomento del libro è se sia possibile che l'Arca dell'alleanza sia custodita ad Axum, Etiopia. Il Sacro Graal occupa più o meno un quarantina di pagine su più di 500.

    ha scritto il 

  • 4

    Finalmente ho terminato questo corposo saggio. Tanto di cappello ad Hancock che è riuscito a seguire le tracce dell'Arca dell'Alleanza, incurante dei rischi e contro ogni buon senso. Ci vuole una ment ...continua

    Finalmente ho terminato questo corposo saggio. Tanto di cappello ad Hancock che è riuscito a seguire le tracce dell'Arca dell'Alleanza, incurante dei rischi e contro ogni buon senso. Ci vuole una mente da sognatore per inseguire la propria idea, ci vuole anche una grande disponibilità di denaro per andare in giro per più di due anni tra vari stati africani, alcuni in conflitto tra loro, per svolgere una ricerca storica.
    Va a suo merito il fatto di non dare mai le notizie come certe ma di presentarle come alternative possibili supportate da alcune prove documentarie.
    Noi, al giorno d'oggi, abbiamo perso lo spirito d'avventura, la smania della ricerca del tesoro o della prova che certifichi come reale ciò che tutti considerano una leggenda, quindi uomini come questo giornalista inglese, animato da una immensa passione per gli enigmi della storia, servono a darci un'altra visione della vita che viviamo e che potremmo vivere se riuscissimo a guardare al di là del conosciuto, così rassicurante e a volte così noioso.

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo questo libro non si può non fare un viaggio in Etiopia. Scoperta di un mondo antichissimo e non così lontano da noi come può sembrare.
    Si impara sempre molto. E con questo libro tanto che normalm ...continua

    Dopo questo libro non si può non fare un viaggio in Etiopia. Scoperta di un mondo antichissimo e non così lontano da noi come può sembrare.
    Si impara sempre molto. E con questo libro tanto che normalmente non si conosce.

    ha scritto il 

  • 3

    Non male e bravo Hancock!Il suo diario sulla ricerca del Santo Graal è molto avvincente ed è piuttosto fondato e realistico.L'aspetto positivo è che non dà soluzioni ma si pone domande sul mistero del ...continua

    Non male e bravo Hancock!Il suo diario sulla ricerca del Santo Graal è molto avvincente ed è piuttosto fondato e realistico.L'aspetto positivo è che non dà soluzioni ma si pone domande sul mistero dell'arca dell'alleanza.E' un diario di viaggio e come tale non è niente di trascendentale ma fà passare qualche ora spensierata,ve lo consiglio!

    ha scritto il 

  • 3

    Ennesima, pessima, traduzione di un titolo originale per vendere qualche copia in più...nel perseguire con ammirevole tigna una teoria eufemisticamente 'pellegrina' GH riesce comunque in un excursus d ...continua

    Ennesima, pessima, traduzione di un titolo originale per vendere qualche copia in più...nel perseguire con ammirevole tigna una teoria eufemisticamente 'pellegrina' GH riesce comunque in un excursus di storia e cronaca abissine non privo di fascino.

    ha scritto il 

  • 3

    dalla fantasia ai fatti e ritorno

    crociati, massoni, templari, storia sacra e dottrine varie. molto interessante anche se decisamente poco scorrevole e in alcune parti pesantissimo.

    ha scritto il