Il pettirosso

Di

Editore: Piemme

3.9
(2291)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 493 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Catalano , Francese , Olandese , Portoghese , Norvegese , Svedese , Chi tradizionale , Danese , Polacco , Ceco

Isbn-10: 8838410925 | Isbn-13: 9788838410925 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , eBook , Paperback

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il pettirosso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Nel 1940, durante la Seconda Guerra Mondiale, un gruppo di giovani soldati norvegesi combatte a fianco dell'esercito tedesco alle porte di Leningrado. Sono gli "uomini del fronte". La battaglia li unisce, ma alla fine della guerra uno strano omicidio e una diserzione sfaldano il gruppo. Quando i sopravvissuti tornano in patria dopo mesi di freddo, di paura, di rabbia, trovano ad attenderli un'accusa di alto tradimento, la corte marziale e la prigione. Molti anni dopo, Harry Hole, poliziotto dell'antiterrorismo, un lupo solitario noto per il grilletto facile e un debole per l'alcol, nel corso di un'indagine su un possibile attentato terroristico ai danni dei reali di Norvegia ritrova sui monti attorno a Oslo i bossoli di un Marklin, un fucile di precisione tedesco di cui erano stati costruiti solo trecento esemplari. Insospettito dalla presenza di un'arma tanto insolita, Hole ne ripercorre le tracce, mentre, con l'avvicinarsi del Giorno dell'Indipendenza, la minaccia di un attentato diventa sempre più reale. Intanto, gli "uomini del fronte" cominciano a morire uno dopo l'altro, e Harry capisce che un passato di tradimenti e di vendette sta tornando a perseguitare i sopravvissuti.
Ordina per
  • 4

    A buona ragione considerato uno dei migliori gialli scandinavi; riesce, con una prosa che non porta mai ad un momento di noia, a condurti sino ad un finale che ti sorprende ed è all'altezza del corpo ...continua

    A buona ragione considerato uno dei migliori gialli scandinavi; riesce, con una prosa che non porta mai ad un momento di noia, a condurti sino ad un finale che ti sorprende ed è all'altezza del corpo del libro.

    ha scritto il 

  • 4

    È davvero interessante ed entusiasmante seguire le indagini dell'arguto Harry Hole. Lo avevo già conosciuto e amato nel primo capitolo (Il pipistrello) e l'ho ritrovato nel terzo (sì, ho saltato il se ...continua

    È davvero interessante ed entusiasmante seguire le indagini dell'arguto Harry Hole. Lo avevo già conosciuto e amato nel primo capitolo (Il pipistrello) e l'ho ritrovato nel terzo (sì, ho saltato il secondo, ma lo recupererò). Posso affermare che Harry è uno dei miei personaggi letterari preferiti: intuitivo, logico, è piacevole seguire le indagini attraverso le sue ricerche, i suoi indizi, i suoi interrogatori. E poi, adoro i piccoli dettagli che fanno di Hole un personaggio unico nel suo genere: chiamare una sua ex collega durante una faticata in cyclette oppure chiederle informazioni sul caso durante una scena drammatica di un film al cinema. Ecco chi è Harry Hole: colui che si dedica anima e corpo al lavoro, anche se a volte divaga con il pensiero su altro, per esempio una donna, e anche se ha qualche problemino con l'alcol.
    In questo capitolo, Harry è dislocato al POT in seguito ad uno spiacevole episodio durante la visita del presidente USA in Norvegia (Hole sparò ad uno degli agenti statunitensi, ma in buona causa, non essendo stato avvertito dalla lecita presenza dell'uomo), pertanto viene promosso ai piani alti per tenerlo lontano dal quotidiano lavoro della polizia. Qui inizia a lavorare sul caso di un uomo che si fa chiamare Urias che ha acquistato un costoso e inusuale fucile Märklin. E mentre seguiamo le indagini di Hole, ecco che il passato di Urias durante la Seconda Guerra Mondiale ci viene raccontato, intrecciando pagine di presente con pagine del passato. È emozionante seguire le indagini, con tutti i diversi colpi di scena, spesso spiacevoli ma d'obbligo (credo di aver capito lo stile di Nesbo, già). E, sempre secondo lo stile dell'autore, ecco che Harry capisce la direzione da prendere. Mentre, però, le deduzioni del lettore vengono indirizzate in una certa via (almeno per me è stato così), ecco che Harry scopre la verità all'improvviso vedendo per caso una fotografia a casa di Rakel, la donna di cui è innamorato ( prima, però, la soluzione sembrava averla trovata durante una quasi casuale conversazione).
    Questi fulmini a ciel sereno (intuzioni geniali o scoperte fortuite) non sono particolarmente accattivanti, infatti le ultime pagine e la soluzione del mistero mi lascia sempre un po' l'amaro in bocca; per il resto, però, Nesbo è ancora una volta impeccabile!

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni azione ha la sua ragione ed il cacciatore lo sa.

    È inutile:Nesbo non sbaglia mai.In quanto ai pettirossi,poi,non si finisce mai di imparare e le battaglie non sono solo quello che sembrano.D'altra parte con un cacciatore come Harry Hole tutto è poss ...continua

    È inutile:Nesbo non sbaglia mai.In quanto ai pettirossi,poi,non si finisce mai di imparare e le battaglie non sono solo quello che sembrano.D'altra parte con un cacciatore come Harry Hole tutto è possibile.

    ha scritto il 

  • 3

    Ci sono due trame che scorrono parallele in questo thriller:
    l'indagine sulla violenta aggressione da parte di Sverre Olsen, giovane neonazista e quella di un possibile attentato ai danni dei reali di ...continua

    Ci sono due trame che scorrono parallele in questo thriller:
    l'indagine sulla violenta aggressione da parte di Sverre Olsen, giovane neonazista e quella di un possibile attentato ai danni dei reali di Norvegia; l'attentatore che Harry Hole sta cercando è uno dei cinque ex combattenti sul fronte orientale della seconda guerra mondiale, anno 1942 .Ecco i loro nomi: Gudbrand Johansen detto il Pettirosso, Daniel Gudeson,ucciso durante un turno di guardia, Edward Mosken, comandante del plotone,Hallgrim Dale e Sindre Fauke.Ci sono poi altre sottotrame non meno importanti come l'assassinio della collega Ellen e l'incontro con Rakel.
    Tutti questi fili rendono complessa tutta la struttura e talvolta si perde l'effetto d'insieme.
    Il cuore della vicenda sta nella storia del soldato norvegese.

    ha scritto il 

  • 4

    Avvincente

    L'ultimo libro che mi mancava della serie Harry Hole. Veramente uno più avvincente dell'altro. Anche questo non si smentisce e dopo un inizio lento ti incolla alla lettura. Unica pecca: ho trovato a v ...continua

    L'ultimo libro che mi mancava della serie Harry Hole. Veramente uno più avvincente dell'altro. Anche questo non si smentisce e dopo un inizio lento ti incolla alla lettura. Unica pecca: ho trovato a volte complicati i passaggi dal passato al presente, soprattutto con i nomi di alcuni personaggi.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel giallo in cui si intrecciano due storie, una contemporanea e una risalente alla seconda guerra mondiale. Harry Hole, il protagonista, ha il fascino del bello e dannato. Consigliato a chi ama il ...continua

    Un bel giallo in cui si intrecciano due storie, una contemporanea e una risalente alla seconda guerra mondiale. Harry Hole, il protagonista, ha il fascino del bello e dannato. Consigliato a chi ama il genere.

    ha scritto il 

  • 3

    Il migliore dei romanzi di Nesbo letti : ritmo incalzante, storia avvincente, trama dalla struttura impeccabile. Qualcosa in più è dato dall'avvicendarsi - nell'ambito della narrazione - di due storie ...continua

    Il migliore dei romanzi di Nesbo letti : ritmo incalzante, storia avvincente, trama dalla struttura impeccabile. Qualcosa in più è dato dall'avvicendarsi - nell'ambito della narrazione - di due storie parallele , una ambientata durante la seconda guerra mondiale e l'altra ai giorni nostri . Sia pure nell'ambito dei romanzi d'intrattenimento, ottimo.

    ha scritto il 

  • 2

    Devo ammettere che mi ha dato un po' di difficoltà seguire tutti i salti temporali, i personaggi e gli intrecci della storia, ma alla fine si è rivelato un thriller piacevole ma non eccezionale. ...continua

    Devo ammettere che mi ha dato un po' di difficoltà seguire tutti i salti temporali, i personaggi e gli intrecci della storia, ma alla fine si è rivelato un thriller piacevole ma non eccezionale.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    stupefacente

    Grandissimo libro,grandissimo personaggio Harry Hole.Un romanzo che si legge tutto d'un fiato,naturalmente finito il primo si comincia subito con il secondo,mitico Nesbo!

    ha scritto il 

  • 5

    從不曉得原來挪威於二次大戰跟德國是一夥的,或者被迫一夥,對於外國歷史真的不熟。

    對於挪威印象乃開放、先進國家。但也有人信仰納粹主義,要求純粹。對於外來人很是排斥。戰爭所帶來的政治問題,除了當下犧牲的人命,戰爭當下選擇,被秋後算賬的事情也不少,可誰知道那當下選擇會是對是錯呢?彷彿當初的信仰變成一種錯誤。

    擴大自己的世界觀,很棒!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per