Il poeta

Di

Editore: Piemme

4.0
(2012)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 537 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Chi semplificata , Svedese , Francese , Spagnolo , Olandese , Portoghese , Ceco

Isbn-10: 8838468958 | Isbn-13: 9788838468957 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Montanari

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il poeta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"La morte è il mio mestiere, ci guadagno da vivere, ci costruisco la miareputazione professionale. Io tratto la morte con la passione e la precisionedi un becchino...". Protagonista di questo thriller è un giornalista diDenver, specializzato nel raccontare storie a largo respiro: un killer uccideragazzi in diverse città degli Stati Uniti. I poliziotti che indagano pocodopo si suicidano. Il fratello gemello di uno di questi non vuole ammettereche suo fratello si sia ucciso. Così, attraverso qualche indagine e facendoalcuni collegamenti, dimostra alla polizia che per la città si aggira unassassino abilissimo. Il killer è chiamato Il Poeta perché fa scrivere allesue vittime uno o due versi di Edgar Allan Poe.
Ordina per
  • 4

    Che meraviglia poter leggere un noir intrigante e ben scritto! Connelly dimostra che anche un libro di evasione può avere un discreto valore letterario e, parimenti, che un bravo scrittore può dedicar ...continua

    Che meraviglia poter leggere un noir intrigante e ben scritto! Connelly dimostra che anche un libro di evasione può avere un discreto valore letterario e, parimenti, che un bravo scrittore può dedicarsi senza sfigurare anche ad un genere popolare. Con l'auspicio che il seguito (Il poeta è tornato) non scada di livello....

    ha scritto il 

  • 2

    Sopravvalutato

    Negli anni '90 questo romanzo fu ritenuto un capolavoro del noir americano, e la sua fama è arrivata abbastanza immutata fino a oggi. Letto oggi sembra appena passabile. Il congegno narrativo è lentis ...continua

    Negli anni '90 questo romanzo fu ritenuto un capolavoro del noir americano, e la sua fama è arrivata abbastanza immutata fino a oggi. Letto oggi sembra appena passabile. Il congegno narrativo è lentissimo e prevedibile, il personaggio del giornalista è banale, senza profondità. Difficile pensare che l'autore sia lo stesso della brillante serie di Bosch, che all'uscita del Poeta era già arrivato a quattro titoli, alcuni dei quali eccellenti. La parte tecnologica del romanzo fa proprio sorridere, ovvio che Connelly non è Crichton; sicuramente sono influenzato dalla distanza temporale, ma ricordo romanzi di quegli anni meno ingenui in merito alla tecnologia digitale. Anche l'indagine è banale, e soprattutto ci mette una vita ad andare in porto.

    ha scritto il 

  • 4

    "E' una fortuna che nessuno possa conoscere i nostri pensieri più segreti, altrimenti verremmo visti come gli scaltri e ingordi bastardi che in effetti siamo."

    4 stelle piene a questo giallo, ottimo nel suo genere, trovato casualmente su una bancarella dell'usato e, sempre casualmente, iniziato in un pomeriggio di pioggia autunnale. Mi ha preso subito e ho p ...continua

    4 stelle piene a questo giallo, ottimo nel suo genere, trovato casualmente su una bancarella dell'usato e, sempre casualmente, iniziato in un pomeriggio di pioggia autunnale. Mi ha preso subito e ho proseguito la lettura senza riuscire a fermarmi più! E' il mio primo Connelly, un autore che ho sempre snobbato, non perché non mi piaccia leggere i thriller, ma perché pensavo fosse il solito giallista da edicola, da tiratura commerciale, da romanzi seriali uguali a se stessi. Invece ho scoperto un autore che, non solo scrive benissimo e sa tenere il lettore incollato alle pagine, ma sa anche mettere in rilievo molto bene i profili psicologici dei personaggi, le loro paure, le loro debolezze e le loro intime sofferenze.
    Spero di trovare il seguito di questa prima storia sul POETA e, probabilmente, continuerò ad approfondire la conoscenza di questo giallista anche attraverso la serie dedicata al detective Bosh.

    ha scritto il 

  • 3

    “La morte è il mio mestiere, ci guadagno da vivere” (*** e 1/2)

    Il romanzo è del 1996; Connelly scrive un thriller incentrato sull’azione più che sui personaggi (non manca il serial killer e la scena cinematografica del finale ad effetto) e il risultato non può ch ...continua

    Il romanzo è del 1996; Connelly scrive un thriller incentrato sull’azione più che sui personaggi (non manca il serial killer e la scena cinematografica del finale ad effetto) e il risultato non può che essere inferiore ai libri che hanno come protagonista Harry Bosch. Considerato l’anno di pubblicazione e la parte che ha nella storia la professione del giornalista, tutto sommato è un buon romanzo di intrattenimento.

    ha scritto il 

  • 5

    Ottimo direi..

    Connelly non delude... avevo letto alcuni con Bosch, ma devo dire che anche questo non è da meno, anzi. Trama ben articolata, lettura rapida e coinvolgente, personaggi intensi e ritmo incalzante...mer ...continua

    Connelly non delude... avevo letto alcuni con Bosch, ma devo dire che anche questo non è da meno, anzi. Trama ben articolata, lettura rapida e coinvolgente, personaggi intensi e ritmo incalzante...merita!

    ha scritto il 

  • 5

    Il troppo stroppia ... ma anche no.

    Molto spesso per dare un voto ad un libro tengo conto di quanto tempo ci metto a leggerlo (chiaramente proporzionalmente al numero delle pagine), e questo libro proprio non riuscivo a smettere di legg ...continua

    Molto spesso per dare un voto ad un libro tengo conto di quanto tempo ci metto a leggerlo (chiaramente proporzionalmente al numero delle pagine), e questo libro proprio non riuscivo a smettere di leggerlo, ipnotizzante.
    Poi, finito, ci ho riflettuto. Gli ultimi colpi di scena sono di un'esagerazione sconvolgente, e per far quadrare il tutto ci ha messo dentro delle coincidenze che non saprei nemmeno definire :)
    Però, come ho scritto altre volte, un libro non è realtà e quindi in fin dei conti : chissenefrega ? !!!! consigliatissimo

    ha scritto il 

  • 4

    un bel thriller

    Consigliato come sempre da una specialissima amica che non sbaglia un colpo, e che conosce molto bene i miei gusti.
    Proprio un bel thriller con un sacco di di cose ben calibrate e ben scritte, amore, ...continua

    Consigliato come sempre da una specialissima amica che non sbaglia un colpo, e che conosce molto bene i miei gusti.
    Proprio un bel thriller con un sacco di di cose ben calibrate e ben scritte, amore, pedofilia, omicidi una miscela ben fatto

    ha scritto il 

  • 4

    Ottimo poliziesco

    Un giornalista, che deve fare i conti con il dolore per aver perso il fratello apparentemente suicida, decide di collaborare con una squadra omicidi dell'FBI e la storia si sviluppa così bene che ho ...continua

    Un giornalista, che deve fare i conti con il dolore per aver perso il fratello apparentemente suicida, decide di collaborare con una squadra omicidi dell'FBI e la storia si sviluppa così bene che ho più volte sospettato fosse vera:
    Una rete informatica di pedofilia;
    Un killer seriale che uccide chi ha a che fare con bambini, se non i bambini stessi, firmando gli omicidi con mutilazioni;
    Un killer seriale che uccide i poliziotti che hanno seguito i suddetti casi firmando gli omicidi con degli spaccati di poesie di Poe.
    Tutto complicato da un clima ostico nella squadra dell'FBI -i giornalisti non sono i benvenuti- ma qui il nostro protagonista troverà l'amore per una bellissima agente, la gelosia e non solo...
    Bisogna arrivare al finale per scoprire chi è Il poeta e sebbene molte risposte vengano esaudite, altre se ne vogliono conoscere e quindi, visto che Il poeta è tornato, le scoprirò..
    Alla prossima.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per