Il primo uomo

Di

Editore: Bompiani

4.1
(188)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 295 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Spagnolo , Catalano , Croato

Isbn-10: 8845223175 | Isbn-13: 9788845223174 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Ettore Capriolo ; Curatore: Catherine Camus

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Storia

Ti piace Il primo uomo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Quando, il 4 gennaio 1960, Albert Camus trova la morte alle porte di Sens, lungo la strada che unisce la cittadina di Yonne a Parigi, il suo silenzio letterario stava diventando "assordante", come ebbe a scrivere Jean-Paul Sartre qualche mese prima. Tra i rottami dell'automobile sulla quale viaggiavano Camus e Michel Gallimard, il suo editore, viene ritrovato - dentro una cartella - un manoscritto di centoquarantaquattro pagine: è la stesura originaria del Primo uomo, sulla quale Catherine, la figlia dello scrittore, attraverso un meticoloso lavoro filologico, ha ricostruito il testo qui pubblicato. E' un romanzo autobiografico in cui l'autore ci consente di comprendere la genesi del suo pensiero e la sua indiscutibile grandezza.
Ordina per
  • 3

    Interessante operazione editoriale, quella di pubblicarlo così com'era o quasi, e anche meritoria, se uno vuole studiarlo. Dal punto di vista del semplice lettore, invece, pessima cosa...

    ha scritto il 

  • 4

    bloccato tra due deserti

    Un libro in fieri, un libro senza il punto finale. Senza una revisione autografata. Poteva essere altro di quello che ho letto. Migliore? Forse. I rimandi a piè di pagina lasciano intendere che alcuni ...continua

    Un libro in fieri, un libro senza il punto finale. Senza una revisione autografata. Poteva essere altro di quello che ho letto. Migliore? Forse. I rimandi a piè di pagina lasciano intendere che alcuni brani dovevano svilupparsi. Non importa. Il libro ha una struttura importante, alla Camus potrei dire.
    La ricerca del padre mai conosciuto o del proprio genoma è una esperienza che non ha fine. Irrisolvibile nonostante la scienza.
    Infatti Camus preferisce, anzi, esige "l'indipendenza nell'interdipendenza". Un essere bloccato tra due deserti "dell'ombra e del sole, girava senza tregua intorno al tavolo". Da bambino era un gioco che faceva. L'adulto Camus abbandona il sole mediterraneo per l'ombra umida dell'Europa continentale.
    L'emigrante Camus. Un francese algerino...in una terra "senza un passato, senza una morale, senza lezioni e senza religione, ma [felice] di esserci e di esserci nella luce, angosciati davanti alla notte e alla morte". Potrebbe essere l'Africa dove vive in una povertà che è una fortezza senza ponte levatoio ma potrebbe essere l' Europa dove Camus è stato uno degli intellettuali più importanti dell XX secolo.
    "No, non avrebbe mai conosciuto suo padre...un mistero che aveva voluto sondare...camminando nella notte degli anni sulla terra dell'oblio, dove ognuno era il primo uomo."
    Il primo uomo. Come molti, forse tutti coloro che provano ad "imparare a vivere senza radici e senza fede" per affrontare da soli il mondo degli uomini del proprio tempo e della propria storia orrenda ed esaltante.

    ha scritto il 

  • 4

    "Non restava ormai che quel cuore angosciato, avido di vita, ribelle all’ordine mortale del mondo, che [...] continuava a battere con la stessa forza contro il muro che lo separava dal segreto di ogni ...continua

    "Non restava ormai che quel cuore angosciato, avido di vita, ribelle all’ordine mortale del mondo, che [...] continuava a battere con la stessa forza contro il muro che lo separava dal segreto di ogni vita, con la volontà di andare più in là, di andare oltre, e di sapere, sapere prima di morire, sapere finalmente per essere, una sola volta, un solo secondo, ma per sempre." (p. 31)

    ha scritto il 

  • 4

    Per chi insieme a Camus si è interrogato sul senso assurdo della vita, ora, assieme a lui, leggendo questo libro incompiuto, pubblicato postumo e profondamente autobiografico, può rivivere, se ha un' ...continua

    Per chi insieme a Camus si è interrogato sul senso assurdo della vita, ora, assieme a lui, leggendo questo libro incompiuto, pubblicato postumo e profondamente autobiografico, può rivivere, se ha un' età adeguata, sapori, odori , luce e aria dell' infanzia (per Camus algerina, vissuta in una povertà intima e dignitosa,ma nella semplicità, se non nella povertà, dei divertimenti infantili e della scuola in fondo non differiva tanto l' Algeria anni 30 dall' Italia anni 60) e ricordarsi del maestro di scuola, figura che rappresentava, sì, " l' autorità, non il potere". E , sempre assieme a Camus, nei cui romanzi la natura, il mondo - mediterraneo - è presenza, è personaggio, giudizio e giustificazione dell'esistere, ricordarsi ancora una volta che vale la pena di esserci a questo mondo.Nostalgia e poesia.

    ha scritto il 

  • 3

    En el coche en el que murió Camus en accidente se encontraron estas hojas de novela inacabada.

    Partiendo de que al sumergirnos en la lectura conocemos que la novela no está ni terminada ni pulida, tra ...continua

    En el coche en el que murió Camus en accidente se encontraron estas hojas de novela inacabada.

    Partiendo de que al sumergirnos en la lectura conocemos que la novela no está ni terminada ni pulida, tratas de sumergirte cuanto menos en la literatura de Camus. pero no he llegado a sentir lo que en otras novelas suyas.

    Sí es verdad que también es una delicia encontrarte con el proceso de formación del libro (incluso hay copias de los folios originales, además de notas y aclaraciones). Pero no he llegado a entrar del todo.

    Es la historia de su vida, en la que , con otros nombres, nos habla de la muerte de su padre - el primer hombre- cuando el era pequeño y la influencia de su madre, abuela, tíos.... en su infancia.

    El libro es recomendable pero en mi caso no he conseguido llegar al mensaje, tan importante en la obra de Camus.

    ha scritto il