Il principe vampiro

L'oro nero

Di

Editore: Newton Compton (Vertigo, 75)

3.6
(203)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 339 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8854130303 | Isbn-13: 9788854130302 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il principe vampiro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Alexandria Houton sacrificherebbe tutto, darebbe anche la vita per proteggere suo fratello. Ma quando nelle nebbie di San Francisco il male si è materializzato per reclamare le loro anime, le forze le sono mancate e non ha potuto far altro che urlare per la disperazione e chiedere aiuto. Da quella nebbia oscura è apparso Aidan Savage, una creatura d’oro, più potente e meravigliosa di qualunque altro essere della notte. Aidan ha salvato lei e il fratello, strappandoli a un orribile destino. Ma adesso pretende qualcosa in cambio: il suo amore. Alexandria vorrebbe cedere alla bruciante passione, ma è assalita da mille dubbi. Aidan si prenderà cura di suo fratello, come ha promesso? O li farà precipitare nel temibile baratro da cui non c’è ritorno?
Ordina per
  • 2

    Al terzo volume, la saga ancora non decolla

    Speravo di meglio, quando ho preso in mano il terzo romanzo della saga dei Carpaziani. Sembrava che il protagonista avesse un pizzico d'ironia sufficiente a renderlo gradevole e un po' più di personal ...continua

    Speravo di meglio, quando ho preso in mano il terzo romanzo della saga dei Carpaziani. Sembrava che il protagonista avesse un pizzico d'ironia sufficiente a renderlo gradevole e un po' più di personalità dei due precedenti.
    Tuttavia, anche il terzo romanzo presenta i difetti dei precedenti: ripetizioni a non finire, intrusioni del narratore, cambi di punto di vista mal gestiti e una trama esile con poca suspense.
    Ho apprezzato l'inserimento del tema della famiglia e del lavoro, ma entrambi sono stati trattati con superficialità, e il secondo passa del tutto in secondo piano nella parte conclusiva del libro, "dimenticato" per strada per lasciar spazio ad altro. Peccato.
    Mi auguro che il quarto volume, dedicato (finalmente!) a Gregori sia un po' meglio, ma sono pressoché certa che sarà l'ultimo che leggo di questa saga, di cui ho comprato i primi quattro ebook insieme: non credo che valga la pena proseguire, per quanto il mondo immaginato dalla Feehan possa essere interessante. Immagino che per non andare avanti ripetendosi all'infinito, l'autrice inserirà altre creature (lupi mannari? Streghe?), ma non ho molta curiosità al riguardo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    voto: 3 stelline e mezzo...
    Nonostante abbia apprezzato il tentativi dell'autrice di modificare la trama ( cambia l'ambientazione non più i Carpazi ma San Francisco; la presenza del fratello della pro ...continua

    voto: 3 stelline e mezzo...
    Nonostante abbia apprezzato il tentativi dell'autrice di modificare la trama ( cambia l'ambientazione non più i Carpazi ma San Francisco; la presenza del fratello della protagonista;) permangono tutti quegli elementi che continuano a lasciarmi perplessa, anzi l'atteggiamento di Alex è talmente fastidioso da farmi rivalutare le protagoniste dei libri precedenti...
    Per il momento metto in pausa la serie...>___

    ha scritto il 

  • 1

    http://chanelbooks.blogspot.it/2015/08/il-principe-vampiro-l-nero.html

    [..] Secondo il mio parere è una serie che non è degna di tutte le attenzioni che le danno. Colpa delle protagoniste. Carpaziani seguite il mio consiglio, non cercatele queste compagne, meglio niente. ...continua

    [..] Secondo il mio parere è una serie che non è degna di tutte le attenzioni che le danno. Colpa delle protagoniste. Carpaziani seguite il mio consiglio, non cercatele queste compagne, meglio niente. [...] continua sul mio blog http://chanelbooks.blogspot.it/2015/08/il-principe-vampiro-l-nero.html

    ha scritto il 

  • 3

    Partendo dal presupposto che i primi due libri non mi erano piaciuti e che ho perseverato fino al terzo solo perché frutto di un regalo, devo ammettere di essere stata piacevolmente sorpresa da quest' ...continua

    Partendo dal presupposto che i primi due libri non mi erano piaciuti e che ho perseverato fino al terzo solo perché frutto di un regalo, devo ammettere di essere stata piacevolmente sorpresa da quest'ultima lettura.
    Forse è più il confronto coi precedenti a influenzare il mio giudizio, ma questo terzo libro mi ha coinvolto risultando addirittura piacevole.
    Sì, non è esattamente il mio genere di prosa (lo trovo un po' troppo vicino agli Harmony), ma ho trovato tutto nettamente migliorato.

    Innanzitutto finalmente un libro dotato di trama!
    Se gli altri due erano solo incentrati sul sesso risultando eccessivi e soprattutto ripetitivi, L'Oro Nero riesce a raccontare una storia, fatta ovviamente di attrazione, ma anche di amore per la vita, per un fratellino, per il lavoro e per la famiglia.
    Certo, in maniera un po' superficiale, ma iniziavo a pensare che la Feehan non ne fosse capace.

    Ma l'aspetto che ho gradito di più è che entrambi i protagonisti evidenzino tratti differenti, e a mio avviso più carismatici, rispetto ai precedenti che sembravano esser fatti con lo stampino.
    Ho apprezzato che Aidan abbia fatto lo sforzo di resistere per tutto il libro alla propria natura dominatrice e bestiale per amore della "sua compagna per la vita" arrivando fino al punto di rischiare la trasformazione piuttosto che farle fretta.
    Finalmente un carpaziano dotato di un briciolo di rispetto!
    Altri punti li guadagna sforzandosi in un qualche modo di corteggiare e capire la sua donna e non limitandosi come gli altri a farle presente che lei è sua, volente o nolente, punto.
    Apprezzabile anche la protagonista femminile, Alexandria, la prima a non accettare come tutte le sue predecessori il suo destino; l'unica che lotta in ogni modo per sfuggire a questo amore imposto dal fato e che soccombe solo e soltanto nel momento in cui lo sente davvero suo.
    Tra l'altro per la prima volta l'amore in questione assume caratteri più emotivi e non viene raccontato solo tramite l'attrazione (che per definizione è cosa ben diversa dal sentimento dell'amore, l'autrice sembrava non esserne a conoscenza prima).

    Non credevo potesse accadere ma penso che prima o poi darò una possibilità anche al quarto.

    ha scritto il 

  • 2

    Questa volta non mi ha convinto. Noioso, confuso e ossessivamente ripetitivo sia dal punto di vista concettuale che stilistico. Zuccheroso all'inverosimile. Dialoghi artificiosi, reazioni assurde alle ...continua

    Questa volta non mi ha convinto. Noioso, confuso e ossessivamente ripetitivo sia dal punto di vista concettuale che stilistico. Zuccheroso all'inverosimile. Dialoghi artificiosi, reazioni assurde alle situazioni in cui si ritrova la protagonista e il suo pallosissimo fratellino. Insomma, dei primi tre è, a mio parere, il meno riuscito.

    ha scritto il 

  • 4

    Oltre il limite

    Secondo me Christine Feehan ha un grosso limite: tutti i suoi libri assomigliano terribilmente ai precedenti. Quando inizio una saga difficilmente la abbandono per cui credo proprio che continuerò a l ...continua

    Secondo me Christine Feehan ha un grosso limite: tutti i suoi libri assomigliano terribilmente ai precedenti. Quando inizio una saga difficilmente la abbandono per cui credo proprio che continuerò a leggere le avventure dei carpaziani. Ammetto che mi capita di saltare interi paragrafi ma non penso sia colpa mia. Comunque questo è il libro della Feehan che finora mi è piaciuto di più.

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelline solo per Gregori...il resto è noia

    ***commento durante la lettura***

    più o meno questo è il tipico dialogo tra i personaggi:
    lui: Alex,lo sai che la terra è rotonda?
    lei: Aidan, smettila di darmi ordini!
    lui: ...ma la terra è rotonda
    l ...continua

    ***commento durante la lettura***

    più o meno questo è il tipico dialogo tra i personaggi:
    lui: Alex,lo sai che la terra è rotonda?
    lei: Aidan, smettila di darmi ordini!
    lui: ...ma la terra è rotonda
    lei: io sono una donna forte e indipendente!
    lui: ...ma...
    lei: non sono un vampiro, ma un'umana e voglio un medico!
    lui: o.O
    lei: e smettila di dire parole come "sangue", "nutrirsi", "sole"..."giornale", "vetro" e "Caramella"!
    lui: caramella?!
    lei: vedi, tu non mi ascolti, non mi capisci!sono una donna indipendente!
    lui: ...ma...terra...
    lei: mi occupo da 47 anni di mio fratello che ne ha 6, non puoi decidere tu per me!
    lui: ...rotonda
    lei: vedi che non mi ascolti e non mi spieghi nulla! voglio essere indipendente! ti odio!
    lui: *le sorride*
    lei: ti amo alla follia

    ...ecco, immaginate dei dialoghi simili per 300 pagine e ci siamo.
    più che donna d'acciaio, questa è una stupida f**a di legno <___< e soprattutto coerenza a go go: un attimo prima lo odia a morte e una riga dopo lo ama alla follia...per la serie " c'è una psichiatra in sala?!"

    ***commento post lettura***
    il libro l'ho trovato stilisticamente migliore rispetto agli altri: più scorrevole e con un dosaggio di 'azione' adeguato...il problema è la storia in sè: piatta e scialba e a tratti abbastanza insulsa e irritante, ma soprattutti ripetitiva!
    arrivo a 3 stelline solo per i due paragrafi con Gregori, un personaggio che sembra promettere molto.

    ha scritto il 

  • 4

    Migliora costantemente dando spazio ad altri personaggi, promette bene

    Inizio ad appassionarmi sempre più a questa saga che, a dire il vero, era partita lentuccia, ma adesso si sta sviluppando un po' meglio. Come spesso accade i primi libri sono un po' più lenti perché d ...continua

    Inizio ad appassionarmi sempre più a questa saga che, a dire il vero, era partita lentuccia, ma adesso si sta sviluppando un po' meglio. Come spesso accade i primi libri sono un po' più lenti perché devono essere introdotti i vari personaggi, ecc..
    Già da questo libro si iniziano a vedere i coprotagonisti svolgere azioni un po' più importanti e acquistare, anche loro, un certo carattere.

    ha scritto il