Il simbolo perduto

Di

Editore: Mondadori (Omnibus)

3.5
(9673)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 604 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Catalano , Portoghese , Francese , Olandese , Chi semplificata , Chi tradizionale , Svedese , Polacco , Galego , Russo , Finlandese , Turco , Ceco , Ungherese , Greco , Indonesiano

Isbn-10: 8804596740 | Isbn-13: 9788804596745 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Annamaria Biavasco , Nicoletta Lamberti , Roberta Scarabelli , Annamaria Raffo , Valentina Guani

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il simbolo perduto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
L'esperto di simbologia di Harvard, Robert Langdon, viene chiamato a sorpresa come conferenziere al Campidoglio. In pochi istanti, però, la serata prende una piega bizzarra: Langdon assiste al ritrovamento di un misterioso manufatto, decorato con cinque simboli. Langdon capisce che l'oggetto è un invito a seguire le tracce del mondo perduto della saggezza esoterica. Quando il suo amato maestro Peter Solomon - importante membro della Massoneria nonché filantropo - viene brutalmente rapito, Langdon realizza che l'unica speranza di salvare Peter è di accettare l'invito dell'oggetto misterioso e seguirlo ovunque lo porti. Langdon si ritroverà immediatamente immerso in un mondo clandestino di segreti Massonici che sembrano trascinarlo verso una sola, inconcepibile verità. 'Il simbolo perduto' è un capolavoro di narrazione - una corsa mortale attraverso un vero labirinto nel mondo dei codici, dei segreti e delle verità invisibili nei templi di Washington, DC.
Ordina per
  • 5

    Bella storia. Come tutti i romanzi di Dan Brown le pagine sono parecchie ma il lasso temporale descritto è molto breve. Le parti relative alla scienza sono molte ed in alcuni punti forse appesantiscon ...continua

    Bella storia. Come tutti i romanzi di Dan Brown le pagine sono parecchie ma il lasso temporale descritto è molto breve. Le parti relative alla scienza sono molte ed in alcuni punti forse appesantiscono un po' la narrazione, ma alla fine si arriva alla fine con la voglia di sapere cosa succederà. L'antagonista del libro è davvero cattivo e spietato fino alla fine

    ha scritto il 

  • 0

    An Introduction to Making a Bookcase Or Bookshelf

    I have a passion for carpentry, and have myself built several bookcases and bookshelves over the last decade or so. These bookcases were not made using overly technical plans or specific tools, and ye ...continua

    I have a passion for carpentry, and have myself built several bookcases and bookshelves over the last decade or so. These bookcases were not made using overly technical plans or specific tools, and yet they are durable, nice to look at and are able to hold all ofBookshelf, and trust me, I have a lot. There are a lot of low quality bookcases on the market that actually cost quite a bit of money, so it's nice to be able to easily knock together a bookshelf that is able to stand up against the commercial models.

    The tools I use when making bookcases and bookshelves are very simple - only a jigsaw, a powerdrill and a claw hammer. There are a few things you must consider before you start hammering and drilling away, however. Firstly, how big do you want your bookcase to be? You need to figure out the length and width of your proposed bookshelf. For your first bookshelf, I recommend making one that is five feet wide and at least three feet tall, which is great size for a standard bookcase.If you then throw in three shelves, you will have enough room to hold around one hundred books, which is awesome.

    ha scritto il 

  • 5

    Meraviglioso, come tutti i romanzi di Dan Brown.

    La suspense è tenuta a livelli molto alti e leggendo questo romanzo si rimane ancora una volta affascinati da come Dan Brown riesca a far tornare perfettamente "i conti", chiudendo un'opera con uno st ...continua

    La suspense è tenuta a livelli molto alti e leggendo questo romanzo si rimane ancora una volta affascinati da come Dan Brown riesca a far tornare perfettamente "i conti", chiudendo un'opera con uno stile magistrale e con contenuti molto originali, che questa volta sono strettamente legati alla massoneria...

    ha scritto il 

  • 5

    Chi siamo, da dove veniamo?

    Un libro che, come tutti quelli di Dan Brown, unisce il fascino e la suspense di un thriller, alla scoperta di misteri interrogativi che fin dalla creazione dell'universo affascinano l'uomo che ha set ...continua

    Un libro che, come tutti quelli di Dan Brown, unisce il fascino e la suspense di un thriller, alla scoperta di misteri interrogativi che fin dalla creazione dell'universo affascinano l'uomo che ha sete di sapere e scoprire.
    "Chi siamo, da dove veniamo?"

    ha scritto il 

  • 2

    Lento e monotono rispetto al "codice da vinci" e "angeli e demoni". Mi aspettavo di più. E forse è quello il mio problema con questo libro. Ma si sa, ad un certo punto le idee brillanti finiscono. E f ...continua

    Lento e monotono rispetto al "codice da vinci" e "angeli e demoni". Mi aspettavo di più. E forse è quello il mio problema con questo libro. Ma si sa, ad un certo punto le idee brillanti finiscono. E forse era il caso di finirla li con la storia di Robert Langdon.
    Per quanto la storia sulla massoneria sia pure intrigante nulla, nè i personaggi nè la trama hanno appassionato la mia lettura.
    Si poteva fare di meglio.

    ha scritto il 

  • 3

    Alla ricerca della Parola

    Scorrevole da leggere, lo stile è quello solito di di Dan Brown: i colpi di scena si susseguono in ogni capitolo invogliando il lettore a proseguire nella lettura, nonostante in alcuni punti il raccon ...continua

    Scorrevole da leggere, lo stile è quello solito di di Dan Brown: i colpi di scena si susseguono in ogni capitolo invogliando il lettore a proseguire nella lettura, nonostante in alcuni punti il racconto risulta appesantito dai troppi particolari che allontanano dalla trama principale. Questi stessi particolari, che sono un mix di storia,architettura, simbologia ed arte, se da una parte potrebbero annoiare dall'altra incuriosiscono al punto da effettuare continue ricerche per saperne di più.
    Bello il colpo di scena finale: ha dato quel tocco in più alla storia.
    L'epilogo a mio avviso si poteva evitare!!!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per