Il tizio della tomba accanto

Di

Editore: Elliot Editore (Scatti)

3.2
(406)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Svedese , Francese , Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8861922031 | Isbn-13: 9788861922037 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Rosa

Ti piace Il tizio della tomba accanto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Desirée si reca regolarmente alla tomba del marito, che ha avuto il cattivo gusto di morire troppo giovane. Bibliotecaria e cittadina, vive in un appartamento tutto bianco, con mobili di design, pieno di libri. Al cimitero incontra spesso un tipo che si prende cura della tomba accanto, realizzata con cattivo gusto, piena di angeli e decorazioni in marmo e circondata da una vegetazione strabordante. Il tipo si chiama Benny, il quale, dopo la morte della madre, vive solo nella fattoria di famiglia con ventiquattro mucche da latte e cerca di cavarsela come può, aiutato dal buonsenso paesano e da una gran dose di autoironia. Ogni volta che la incontra, è esasperato dalla vicina di cimitero, con quel berretto di feltro in testa e il piccolo taccuino di poesie sempre dietro. Un giorno però, un sorriso appare contemporaneamente sulle loro labbra, lasciandoli piuttosto turbati. È solo l’inizio di una passione bizzarra e sfrenata… Con romanticismo e humour, questo romanzo d’amore affronta una questione molto seria: cosa succede quando due culture completamente diverse si incontrano?
Ordina per
  • 4

    La mia vita mi sta stretta, mi potrebbe servire qualcosa di nuovo, non fa niente se è di seconda mano.

    Ho dato 4 stelline a questa commedia romantica. Le ho date per la leggerezza e l'ironia che ho gustato nella lettura, per i personaggi che ho trovato ben descritti, per le situazioni bizzarre che mi h ...continua

    Ho dato 4 stelline a questa commedia romantica. Le ho date per la leggerezza e l'ironia che ho gustato nella lettura, per i personaggi che ho trovato ben descritti, per le situazioni bizzarre che mi hanno divertito.
    C’è questa bibliotecaria sciapita, che cede allo stereotipo un po’ classico della catalogatrice asettica e anaffettiva, vestita rigorosamente di colori pastelli, dalla casa bianca e ultramoderna. Vedova di un biologo, la loro vita matrimoniale è stata di una noia talmente mortale da farmi ridere fino alle lacrime: tutta improntata a perfezionismo, alla correttezza, al calcolo di ogni mossa: molto svedese, insomma.
    Mentre recrimina e rimugina sulla tomba del marito, conosce un aitante contadino senza tre dita che ha la tomba dei genitori proprio accanto a quella del suo defunto consorte. Lui è rude, ruspante, rozzo quanto basta, ma molto figo. Scatta la scintilla. Un’attrazione come poche li fa avvicinare e conoscere sempre di più. Solo che la bibliotecaria sciapita e asettica si ritrova così in una fattoria intrisa di odore di manze, con una casa tutta centrini e merletti e carte da parati a fiori.
    Se l’intesa fisica tra i due è elettrizzante, la compatibilità è bassissima: scoprono bene presto di essere agli opposti, ma oramai il danno è fatto. Ed è difficile venirne fuori. Nessun compromesso sembra accettabile. Lei non è certo disposta a mungere mucche tutte le mattine, né tantomeno a infornare polpette, e lui per niente propenso a passare le sue serate all’Opera né a tenere un taccuino di poesie.
    Chi proverà a cedere? Le due voci che si alternano ci fanno parteggiare per entrambi: non c’è una ragione più valida delle altre, ma il problema sussiste, in qualche modo bisognerà risolverlo. E i nostri un modo lo trovano sul finale: un po’ azzardato forse, ma tutto sommato definitivo.
    Una storia passionale dal retrogusto amaro, che spinge a riflettere dopo aver riso, che ha momenti di commozione e anche di indignazione.

    ha scritto il 

  • 4

    La recensione completa sul blog "La lettrice sulle nuvole"

    https://lalettricesullenuvole.blogspot.it/2016/07/recensione-il-tizio-della-tomba-accanto.html

    Comunque vada, penserò sempre a te come al tizio della tomba accanto”, ho detto.

    Questo libro è molto mol ...continua

    https://lalettricesullenuvole.blogspot.it/2016/07/recensione-il-tizio-della-tomba-accanto.html

    Comunque vada, penserò sempre a te come al tizio della tomba accanto”, ho detto.

    Questo libro è molto molto strano. Inizio col dire che l’ho comprato in offerta spinta dalla curiosità di un titolo così particolare, ma non sapevo nulla della trama o dell’autrice, non avevo neanche capito che era ambientato in Svezia. Poi per completare un obiettivo di una challange mi sono ricordata di averlo e l’ho cominciato e finito in due giorni.
    All’inizio non capivo bene, non sapevo se l’autrice era volutamente sarcastica o semplicemente la pensava proprio così. Lo stile è lontano da ciò a cui sono abituata e subito non ero proprio entusiasta. Ma ha un pregio enorme: capitoli brevi, con l’alternanza del POV dei due protagonisti. In un attimo quindi mi sono ritrovata quasi a metà e poi non riuscivo a staccarmi, mi ha conquistata.
    La storia parla di Desirée che, rimasta vedova presto, si ritrova a pensare alla sua vita sulla tomba del marito. Ma i suoi pensieri non sono quelli che si aspetta, lei non è disperata (dopo le descrizioni del marito capisco anche il perché). Vicino alla austera tomba del marito si trova invece quella pacchiana dei genitori di Benny che è un contadino rimasto solo al mondo, che patisce questa situazione. Dopo un inizio non proprio idilliaco i due porteranno i loro mondi a conoscersi. E non sarà facile, perché sono agli antipodi, infatti lei è tutta cultura e modernità e lui è vita rurale e ricerca del nido.

    ... continua sul blog

    ha scritto il 

  • 2

    Due stelle più che sufficiente

    Esistono libri che esplicano la loro maggiore efficacia se letti come intermezzo tra altre due letture più "impegnative". Questo è il caso appunto di "Il tizio della tomba accanto". Un libro insomma s ...continua

    Esistono libri che esplicano la loro maggiore efficacia se letti come intermezzo tra altre due letture più "impegnative". Questo è il caso appunto di "Il tizio della tomba accanto". Un libro insomma senza infamia e senza lode...carino quanto basta per resettare la mente prima di un libro più "strong"!!
    Trovo divertente comunque il susseguirsi dei capitoli che raccontano uno stesso episodio prima dal punto di vista maschile (Benny) e poi dal punto di vista femminile (Desirèe).

    ha scritto il 

  • 4

    Legami di coppia moderna

    Ho letto questo libro e tomba di famiglia in un paio di giorni in vacanza. poteva essere un libro solo poichè la vicenda di Benny e Gamberetto inzia con uno e prosegue con l'altr ...continua

    Ho letto questo libro e tomba di famiglia in un paio di giorni in vacanza. poteva essere un libro solo poichè la vicenda di Benny e Gamberetto inzia con uno e prosegue con l'altro. divertente ma profondo. Una coppia svedese diversa da quelle giovanissime. Avendo vissuto in Svezia ci sono delle sfumature che forse ho compreso meglio. Molto Molto Molto divertente e carino

    ha scritto il 

  • 1

    great expectations, ma molto deluse

    leggendo trama ed alcune recensioni anobiane mi aspettavo un libro con maggiore verve. No. Sembra un libro appena al di sopra del genere Liala/Harmony. La conclusione, un po' troppo rapida, si discost ...continua

    leggendo trama ed alcune recensioni anobiane mi aspettavo un libro con maggiore verve. No. Sembra un libro appena al di sopra del genere Liala/Harmony. La conclusione, un po' troppo rapida, si discosta dai topoi del genere. Ma forse, da lì sarebbe potuto nascere un romanzo più interessante.
    Passare oltre, gente.

    ha scritto il 

  • 0

    carino

    All'inizio è stato duro e meditativo di mollare la lettura...ma visto che non sono il tipo e ho voluto provare a trovarci qualcosa di buono ho continuato. Mi sono ricreduta, mi sono fatta anche delle ...continua

    All'inizio è stato duro e meditativo di mollare la lettura...ma visto che non sono il tipo e ho voluto provare a trovarci qualcosa di buono ho continuato. Mi sono ricreduta, mi sono fatta anche delle risate e c'c'era anche del veritiero....a volte bisogna arrivare a compromessi per essere felici.

    ha scritto il 

  • 1

    La tomba dell'amore

    Quando due luoghi comuni si incontrano è subito amore. Francamente non saprei come definirlo se non imbarazzante,ma forse non sono sufficientemente scandinava per apprezzarlo. Da tumulare.

    ha scritto il 

  • 2

    Bah, sarà anche scorrevole ma si rivela una bolla di sapone. Ridurre tutta la storia al ticchettio dell'orologio biologico mi pare abbastanza deprimente. Il finale che dovrebbe lasciare margini alla s ...continua

    Bah, sarà anche scorrevole ma si rivela una bolla di sapone. Ridurre tutta la storia al ticchettio dell'orologio biologico mi pare abbastanza deprimente. Il finale che dovrebbe lasciare margini alla speranza che tutto volga in un modo o nell'altro al positivo a me pare solo banale e per niente fiducioso.

    ha scritto il 

Ordina per